Resta sintonizzato

Cronaca

Impatto quasi fatale, Dalila lotta tra la vita e la morte: i particolari

Pubblicato

il

Tragico scontro avvenuto nella giornata di ieri a Casalnuovo, in provincia di Napoli, dove Dalila, sedicenne originaria di Somma Vesuviana, è rimasta vittima di un incidente tra un’auto e uno scooter. Immediato il trasporto presso l’ospedale Policlinico di Napoli, dove ora versa in gravi condizioni. Tuttavia, resta da chiarire la dinamica dell’impatto, dovuta probabilmente alle condizioni non ottimali del manto stradale, vista l’enorme quantità di pioggia caduta per tutto il giorno.

Pertanto, stando ad alcune dichiarazioni riportate in un messaggio vocale, che gira sui vari social: “Dalila lotta per la vita, le sue funzioni vitali sono compromesse, dev’essere sottoposta ad un delicato intervento chirurgico alla cervicale. Nel violento impatto, è stato toccato anche il cervello”.

Cronaca

Paura nel Napoletano, 56enne sorpreso mentre appicca un incendio: arrestato

Pubblicato

il

Attimi di panico a Monte di Procida, in via Torregaveta, dove un 56enne del posto è stato arrestato dai carabinieri della stazione locale. In particolare, l’uomo è stato sorpreso mentre stava appiccando un incendio ad un cumulo di sterpaglie e arbusti accantonati nel suo terreno, rischiando di dar fuoco anche alle terre vicine.

Pertanto, gli agenti gli hanno chiesto di spegnere il rogo e chiesto di seguirli in caserma, ma egli ha impugnato un martello da carpentiere, minacciando i militari di colpirli. Quindi, dopo essere stato bloccato, è stato tratto in arresto per resistenza, oltraggio e violenza a Pubblico Ufficiale.

Continua a leggere

Cronaca

Omicidio Willy, i Pm chiedono l’ergastolo per i fratelli Bianchi: “Hanno dato sfogo al loro impulso violento”

Pubblicato

il

I Pm della Procura di Velletri, nell’ambito del processo per l’omicidio di Willy Monteiro Duarte, ucciso a Colleferro, hanno così scritto in una nota:

“I fratelli Bianchi hanno dato sfogo al loro impulso violento, approcciandosi alla folla con il solo intento di ledere e non recedendo dal proprio proposito criminoso, nonostante i tentativi di alcuni presenti di spiegare come, non vi fosse assolutamente la necessità di adoperare violenza”.

Pertanto, nei loro confronti, i Pm hanno sollecitato la condanna all’ergastolo, mentre per gli altri imputati Francesco Belleggia e Mario Pincarelli, la richiesta è di 24 anni di reclusione. Infatti, l’accusa ha ribadito a più riprese che “il movente della condotta è da ritenersi così banale, da rendere del tutto spropositata l’azione aggressiva con esiti letali ed in questi limiti contenutistici, si può senz’altro osservare come un ‘non movente'”.

Continua a leggere

Cronaca

Tragedia sul lavoro: morto un operaio

Pubblicato

il

Tragico incidente sul lavoro avvenuto stamane a Roma, in cui a farne le spese è un operaio caduto da un ponteggio e morto sul colpo. Stando ad una prima ricostruzione, l’uomo sarebbe caduto mentre si trovava sulla struttura per ragioni ancora da accertare. Inutili i soccorsi, con i sanitari del 118 impegnati in prima linea. Sul posto, anche la Polizia per i rilievi del caso.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante