Resta sintonizzato

Salute

Covid, Brusaferro: “Forte corrispondenza tra diffusione e popolazione non vaccinata”

Pubblicato

il

ITALIA – “Attualmente in Italia ci sono 11 sequenze di variante Omicron, altre sono sospette, e colpiscono piu’ regioni’, ovvero Calabria, Campania, Sardegna, Veneto e provincia di Bolzano. Riguardano casi di persone che avevano transitato in Sud Africa o loro contatti stretti.

In generale, l’epidemia è in espansione, con l’Rt a 1,2 e un’incidenza in aumento a 173 casi ogni 100 mila persone tra il 29 novembre e il 6 dicembre e una “forte corrispondenza” tra la diffusione e la popolazione non vaccinata. Lo ha spiegato il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss), Silvio Brusaferro, in un’audizione in Commissione Affari Costituzionali del Senato sugli “Obblighi vaccinali e rafforzamento certificazioni verdi Covid-19”.

“La popolazione sopra i 12 anni vede ancora 6 milioni e 570mila persone che non hanno iniziato nessun ciclo vaccinale, molti sono in età lavorativa tra 30 e 60 anni, sottolinea.

“Per quanto riguarda l’occupazione posti letto – continua Brusaferro – abbiamo una crescita che aumenta di circa un punto percentuale a settimana a livello nazionale” e “continua crescere anche in terapia intensiva”. Così come “un Rt intorno a 1,2 – stasera o domani avremo dati più aggiornati ma quelli preliminari mostrano che ci manteniamo su questa tendenza – indica che siamo ancora in una situazione di crescita della circolazione”.

“Siamo ancora – rimarca – in situazione epidemica. I dati aggiornati a ieri sera mostrano che sta ancora aumentando in termini di numero di nuovi infetti, con un’incidenza di 173 casi su 100.000 persone” tra il 29 novembre e il 6 dicembre.

E si tratta “di un andamento della circolazione che tocca alcune fasce più di altre, mostrando una forte corrispondenza con la popolazione non vaccinata”, ha dichiarato il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss), Silvio Brusaferro, in audizione in Commissione Affari Costituzionali del Senato sugli “Obblighi vaccinali e rafforzamento certificazioni verdi Covid-19”.

”La popolazione sopra i 12 anni vede ancora 6 milioni e 570mila persone che non hanno iniziato nessun ciclo vaccinale, molti sono in età lavorativa tra 30 e 60 anni.

Salute

Covid, Pfizer e BioNTech iniziano il reclutamento di pazienti per sperimentare il vaccino anti Omicron

Pubblicato

il

ITALIA – Le case farmaceutiche Pfizer e BioNTech hanno annunciato di aver dato il via al reclutamento di pazienti per la sperimentazione del vaccino contro Omicron. Si tratterebbe dunque di un vaccino ideato precisamente per tale variante del Sars-Covid19 e che, proprio per le sue particolari caratteristiche, dovrebbe risultare più efficace nel tempo.

Lo studio clinico avrà l’obiettivo di verificare la sicurezza, la tollerabilità e la risposta immunitaria del candidato vaccino di Pfizer contro Omicron, su adulti di età compresa tra i 18 e i 55 anni. La sperimentazione includerà tre coorti, nelle quali si analizzeranno regimi diversi di trattamento basati sul siero Pfizer/BioNTech attuale o su quello sviluppato contro la nuova mutazione.

Sebbene la ricerca attuale e i dati mostrino che i booster continuano a fornire un elevato livello di protezione contro la malattia grave e l’ospedalizzazione causate da Omicron, riconosciamo la necessità di essere preparati nel caso in cui questa protezione diminuisca nel tempo e di contribuire a fronteggiare questa e nuove varianti in futuro”, spiega la responsabile dei vaccini della Pfizer, Kathrin U. Jansen, in un comunicato.

I vaccini continuano a offrire una protezione alta contro la malattia grave causata da Omicron. Ciononostante, i dati di nuova acquisizione indicano che la protezione indotta dal vaccino contro l’infezione e le forme della malattia che vanno da lievi a moderate tende a svanire più rapidamente [con Omicron] rispetto a quanto osservato con i ceppi precedenti”.

“Lo studio attuale si inserisce nel quadro del nostro approccio scientifico per elaborare dei vaccini contro le varianti, che raggiungano un livello di protezione simile a quello contro le varianti precedenti ma con una durata della protezione più lunga“, spiega ancora Jansen.

Continua a leggere

Salute

Covid, eseguito il primo trapianto di fegato tra pazienti positivi

Pubblicato

il

Una notizia di vitale importanza giunge da Torino, dove il fegato di un donatore positivo al Covid-19, è stato trapiantato per la prima volta su un paziente positivo dopo la terza dose di vaccino. L’intervento è avvenuto alle ‘Molinette’ di Torino. Ora il paziente, il cui intervento è perfettamente riuscito, si trova ricoverato e curato con monoclonali, ma sta bene. Lo stesso ospedale, ha così commentato:

Lo sforzo multidisciplinare ha dimostrato che il Covid-19, non impedisce il trapianto di organi in sicurezza”.

Continua a leggere

Salute

Covid, Italia: record 228.179 contagi e 434 morti in 24 ore

Pubblicato

il

ITALIA– Le ultime notizie e gli aggiornamenti sul Covid in Italia e nel mondo di oggi martedì 18 gennaio 2022. Il bollettino con i contagi di oggi: record 228.179 contagi e 434 morti in 24 ore. Italia vicina al picco secondo gli esperti, aumentano ricoveri ordinari e in terapia intensiva. La Valle d’Aosta verso la zona rossa, chiede deroghe al Governo. Nuove Regole Covid su Green Pass nei negozi e quarantena, verso tavolo Governo-Regioni su riduzione isolamento per positivi asintomatici vaccinati con terza dose o con doppia dose da meno di 4 mesi.

Green Pass nei negozi: dagli alimentari alle farmacie, l’Esecutivo lima la lista delle attività dove non serve. Dl super green pass, stasera voto di fiducia alla camera. Ema: “I vaccini mRna anti Covid-19 non causano complicazioni durante la gravidanza”. Il 69,5% degli italiani che possono riceverla ha fatto la terza dose, Italia terza in Ue per inoculazioni.

Nel mondo 330.801.504 contagi e 5.545.823 morti. Studio Israele: “Quarta dose di vaccino non blocca la variante Omicron”. Dall’1 febbraio via all’obbligo vaccinale in Austria. Preoccupa a Pechino (Cina) la ripresa della pandemia a pochi giorni dall’inizio delle Olimpiadi invernali. Morta per Covid la cantante ceca Hanka Horkà: si era contagiata volontariamente per non vaccinarsi.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante