Resta sintonizzato

Cronaca

Dramma allo stadio, il Commissario Antonio colpito da aneurisma cerebrale: aveva 34 anni

Pubblicato

il

Lutto nell’Arma, per la prematura scomparsa di Antonio Trotta, 34enne Commissario Capo della Questura di Catanzaro, che nel pomeriggio di domenica, ha accusato un malore durante il servizio allo stadio per il match tra Catanzaro e Foggia. In particolare, l’uomo, era in attesa dei tifosi ospiti nel piazzale della Galleria del Sansinato, quando ha perso i sensi probabilmente a causa di un arresto cardiaco. Una volta trasportato all’ospedale di Cosenza, è stato subito trasferito in terapia intensiva, laddove si è spento per un aneurisma cerebrale. Lascia la moglie e una figlia.

Numerosi i messaggi di cordoglio, come quello del sindaco di Catanzaro Sergio Abramo, che si è così espresso:

“Rivolgo le più sentite condoglianze alla famiglia di Antonio Trotta, in questo momento così difficile. Trotta, è stato un funzionario di Polizia molto apprezzato e stimato dai colleghi ed il gesto di vicinanza e di rispetto, da parte delle tifoserie domenica scorsa, che hanno interrotto i cori, ha reso onore alla sua figura e al suo ruolo istituzionale. Unendoci al dolore dei suoi cari, Palazzo de Nobili ricorderà il poliziotto tributandogli un minuto di silenzio nella prossima seduta del Consiglio comunale”.

Dello stesso avviso, anche il Segretario Generale del Movimento Sindacale Autonomo di Polizia, Fabio Conestà, che ha voluto così ricordarlo:

Ci uniamo al dolore della famiglia e di tutti i colleghi del Commissario Capo della Polizia di Stato Antonio Trotta, prematuramente deceduto per le complicazioni a seguito di un aneurisma cerebrale. Sono notizie che ci lasciano sgomenti e ogni parola sarebbe superflua. Il Movimento Sindacale Autonomo di Polizia, esprime tutta la sua vicinanza alla famiglia e ai colleghi, che hanno perso un uomo e un poliziotto dalle doti umane e professionali eccezionali”.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cronaca

Giugliano, scarseggia l’acqua in molte zone della città: in arrivo tre autobotti dalla Regione

Pubblicato

il

GIUGLIANO IN CAMPANIA – Scarseggia l’acqua in molte zone della città di Giugliano, in provincia di Napoli. Sono tanti i cittadini che hanno segnalato disagio a causa della situazione e proprio per fare fronte a tale emergenza sono in arrivo tre autobotti di 5mila litri ciascuna da parte della Regione Campania.

Le cisterne giungeranno a Sant’Antimo, in Vico Arco, via Pagliaio del Monaco e nelle strade ad esse limitrofe.

Non c’è acqua in alcune zone della città. Tanti cittadini hanno segnalato diversi disagi proprio dovuti alla carenza idrica e per questo motivo, sono in arrivo, dalla Regione Campania, tre autobotti di 5mila litri ciascuna.

Continua a leggere

Cronaca

Centro storico, somministra bevande alcoliche a due minori. Minimarket chiude per 10 giorni

Pubblicato

il

NAPOLI – Il Questore di Napoli, su proposta della Polizia Municipale – Dipartimento Sicurezza – Servizio Polizia Locale – Tutela Emergenze Sociali e Minori di Napoli, ha disposto la sospensione per 10 giorni dell’attività di esercizio  e somministrazione al pubblico di alimenti e bevande nei confronti di un’attività commerciale in via Sant’Anna dei Lombardi.

In particolare, nella serata dello scorso 12 marzo gli agenti della Polizia Locale, durante i servizi di controllo predisposti nelle aree della “movida”, avevano denunciato un dipendente del minimarket per aver somministrato due birre a due ragazze, minori di 16 anni, alle quali non era stato richiesto il documento d’identità nonostante i caratteri somatici ne evidenziassero la minore età.

Il provvedimento è dunque finalizzato a scongiurare un concreto pericolo per la sicurezza pubblica.

Continua a leggere

Cronaca

San Giuseppe Vesuviano, rivenute due auto rubate. Denunciato 39enne

Pubblicato

il

SAN GIUSEPPE VESUVIANO – Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato di San Giuseppe Vesuviano hanno effettuato un controllo in via Vecchia Casilli dove, all’interno di un’area in stato di abbandono, hanno rinvenuto due auto.

I poliziotti hanno accertato che i due veicoli erano stati rubati, uno all’inizio di
maggio a Sora, mentre l’altro lo scorso lunedì a Ottaviano. Inoltre, durante le fasi di accertamento sono stati avvicinati da un uomo il quale ha raccontato di aver acquistato una delle due auto tramite un suo amico ma, al momento, non era in possesso di alcuna documentazione al riguardo.

Gli operatori lo hanno identificato per un 39enne di San Giuseppe Vesuviano e lo hanno denunciato per riciclaggio, mentre i veicoli sono stati riconsegnati ai legittimi proprietari.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante