Resta sintonizzato

Politica

Conferenza stampa di fine anno, Draghi: “non ho particolari ambizioni, sono un uomo e un nonno al servizio delle istituzioni”

Pubblicato

il

ROMA – “I vaccini restano lo strumento di difesa migliore dal virus e l’evidenza scientifica ci dice che il vaccino funziona molto bene”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Draghi, durante la conferenza stampa di fine anno, ribadendo l’importanza della campagna.

“Abbiamo conseguito 3 grandi risultati: siamo uno dei Paesi più vaccinati, abbiamo consegnato in tempo il Pnrr e abbiamo raggiunto i 51 obiettivi. Il governo ha creato queste condizioni indipendentemente da chi ci sarà”.

Sull’eventuale proseguimento della legislatura, Mario Draghi ha affermato quanto questo sia ininfluente rispetto alla necessità che ve ne sia una con la maggioranza più ampia possibile, come quella sotto la sua conduzione. “Il governo è nato chiamato dal presidente della Repubblica, ha fatto tanto di quello che era chiamato a fare, fondamentale è stato il sostegno delle forze politiche ed è quello che conta. Le forze politiche sono quelle che hanno permesso a questo governo di agire, non è nelle mani di individui, sarebbe fare una offesa all’Italia che è molto di più di persone individuali, è determinata da un complesso di forze, di persone e di sostegno politico che permettono di andare nella direzione giusta”. 

“Il mio destino personale non conta assolutamente niente, non ho particolari aspirazioni di un tipo o di un altro, sono un uomo e un nonno al servizio delle istituzioni”, ha detto.

“Io non immagino il mio futuro all’interno o all’esterno delle Istituzioni. L’ho detto una volta rispondendo ad una domanda fatta da alcuni ragazzini al punto luce di Torre Maura: l’importante è vivere il presente e farlo al meglio possibile. Forse sbaglio, ma i motivi del successo del governo, per me sicuramente ma credo anche per altri ministri, è che ha lavorato sul presente senza chiedersi cosa c’è nel futuro, cosa c’è per me nel futuro”.

“Credo che il merito sia soprattutto degli italiani: responsabilità e soddisfazione sono categorie collettive non individuali”. Così il Draghi rispondendo a una domanda sul credito internazionale riconosciuto all’Italia in questo periodo, durante la conferenza stampa di fine anno. “Questo periodo può essere un moltiplicatore psicologico dell’azione di governo e dell’azione stessa del Pnrr – ha aggiunto -. Moltiplica le capacità di successo del Paese e porta una grande responsabilità perché occorre dimostrare che la fiducia degli altri Paesi europei, mostrata dando all’Italia questi fondi, è stata ben riposta”.

“Indubbiamente c’è stato molto affanno nella fase terminale della discussione della Manovra. Non è che sia senza precedenti, è successo tantissime volte”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Draghi alla conferenza stampa di fine anno. allontanando le accuse di un Parlamento esautorato. “Questa manovra e’ stata accompagnata da un lunghissimo confronto politico”, ha tra l’altro detto.

“Il superbonus è una misura che ha dato molto beneficio, ma ha creato distorsioni e per questo il governo” era “riluttante ad una sua estensione”.Lo ha detto il premier Mario Draghi in conferenza stampa spiegando che poi “il Parlamento ha usato i fondi per l’azione parlamentare che potevano andare anche in altre direzioni, per estenderlo. Ma perchè il governo non voleva? Per le distorsioni, con l’aumento straordinario dei prezzi delle componenti per fare le ristrutturazioni.Il risultato – ha spiegato – è che oggi un’unità di efficientamento energetico costa molto più di prima. L’altro aspetto è che ha incentivato moltissime frodi”.

“Il governo previsto dalla Costituzione è parlamentare. Il presidente della Repubblica non è tanto un notaio quanto un garante”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, dicendo “no” a qualsiasi tipo di accompagnamento del Quirinale all’azione degli esecutivi. “L’esempio del presidente Mattarella è forse la migliore guida alla interpretazione del ruolo del Capo dello Stato in Costituzione. Ha garantito la unità nazionale con una maggioranza ampia che ha sostenuto e protetto il governo facendo il meglio possibile”.

Benessere

CASORIA. “Sport e Benessere” al Parco Michelangelo: il programma della prima edizione

Pubblicato

il

Il 28 Giugno è stata avviata a Casoria una bellissima iniziativa per i cittadini, che nel mese di Luglio potranno passare momenti di spensieratezza, svago e benessere all’interno del Parco Michelangelo.

Si tratta della prima edizione di “Sport e Benessere“, che prevede lezioni gratuite di Yoga con Piera Buongiorno, Area a Corpo Libero e Funzionale con Nicola Capuano, Danza Aerea con Sabrina Capuano e Pilates con Maria Ferrucci.

Nonostante le tante difficoltà, dunque, il Sindaco Raffaele Bene, l’Assessore allo Sport Vincenzo Russo e l’intera amministrazione continuano a lavorare per offrire ai cittadini eventi legati all’attività fisica e al benessere quotidiano.

Di seguito il programma dell’iniziativa con tutti i dettagli:

Continua a leggere

Politica

Napoli, approvato ilo bilancio di previsione dell’anno 2022. Manfredi: “Cambiamento organizzativo molto importante per la nostra città”

Pubblicato

il

NAPOLI – “Abbiamo approvato il bilancio di previsione dell’anno 2022 con la novità di un’impostazione triennale che ci consente di fare una programmazione realistica. È un cambiamento organizzativo molto importante per la nostra città. Fino a ora abbiamo lavorato in condizioni complesse, ma la strada intrapresa è quella giusta. Napoli ha bisogno di certezze, di un quadro chiaro su investimenti e spesa.” Lo ha scritto il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi sui propri social network.

Non ci saranno aumenti di tasse né tagli di spesa – prosegue il primo cittadino -. Tra gli stanziamenti più importanti sono previsti:

✔️oltre 17 milioni su mobilità sostenibile;

✔️8 milioni per la manutenzione nelle 10 Municipalità (più del triplo del passato);

✔️7 milioni e mezzo per manutenzione impianti sportivi comunali;

✔️36 milioni per politiche per l’infanzia e contro la dispersione scolastica.

Siamo consapevoli che non possiamo invertire una tendenza che viene da lontano in poco tempo, ma vi assicuro che stiamo lavorando con ogni sforzo possibile per restituire a Napoli un futuro, già oggi, migliore. – ha terminato il sindaco.

Continua a leggere

POLITICA

Insieme per il futuro, Di Maio: “Tanti segnali dai territori e nei prossimi giorni incontrerò tanti sindaci”

Pubblicato

il

NAPOLI – “Stanno arrivando tanti segnali dai territori e nei prossimi giorni incontrerò tanti sindaci, consiglieri regionali, consiglieri comunali in tutta Italia”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio commentando a Napoli la nascita dei gruppi consiliari di “Insieme per il Futuro” nl comune di Napoli, nonché in tutta la Regione Campania.

“Incontrerò – ha proseguito il ministro – nei prossimi giorni anche i presidenti delle autorità territoriali, perché queste persone in questo momento storico vogliono collaborare a un progetto concreto che tenda a risolvere i problemi dei territori. Collaboriamo, guardando e costruendo il futuro, e vogliamo essere un forum di riferimento per gli amministratori italiani, i sindaci e altri amministratori che hanno problemi di gestione del territori. Ora ci stanno contattando e sono orgoglioso di questo perché un progetto come il nostro, non personale, si costruisce sui territori insieme alle istituzioni del territorio, braccia e volto della nostra Repubblica”.
 

Ufficializzata stamane la nascita del gruppo consiliare Insieme per il futuro al Comune: ne fanno parte Flavia Sorrentino (capogruppo), Gennaro Demetrio Paipais, Fiorella Saggese.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante