Resta sintonizzato

Politica

Covid, De Luca: “Ne usciremo, dobbiamo fare leva sulla responsabilità”

Pubblicato

il

CAMPANIA – “Ci incontriamo anche oggi ma solo per farci gli auguri di buone feste in un momento particolarmente difficile, e per condividere i sentimenti di queste ore, di questi giorni – è stato il saluto del governatore – In primo luogo voglio trasmettervi un messaggio di speranza e fiducia. Ne usciremo. Stiamo vivendo anche questo Natale nel segno di Covid e preoccupazioni ma ne usciremo“. Lo ha detto il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.

“La variante omicron è aggressiva, anche io conosco decine di persone contagiate. Ai miei concittadini voglio dire che dobbiamo fare leva su due punti di forza che abbiamo, ragione e responsabilità. Il primo, la ragione: evitare di cadere in angoscia o essere travolti dalle paure. La ragione oggi ci dice soprattutto due cose. La prima è che chi si vaccina, anche se si contagia, 99 volte su 100 evita le forme più gravi della malattia. Parliamo sulla base di dati di fatto, di dati dell’Asl. La ragione poi ci dice che quelli che temevamo inizialmente potessero essere effetti collaterali della vaccinazione non ci sono. Questi due dati vanno valorizzati, devono persuaderci a completare la campagna di vaccinazione”.

“Dobbiamo poi fare leva su un secondo punto di forza, che è la responsabilità – ha proseguito il numero uno di Palazzo Santa Lucia – In questi mesi nel dibattito pubblico si è diffusa una concezione della democrazia sbagliata, come diritto del singolo di fare ciò che più gli piace. Ma questa non è democrazia, è caos. Nessun sistema democratico sopravvive senza responsabilità: avere nelle mani il proprio destino sì, ma anche quello dei familiari, della comunità in cui si vive. Se vediamo che sta esplodendo il contagio, nessuna persona responsabile può comportarsi come se non ci fosse. Dobbiamo evitare le feste, in emergenza le cose non essenziali vanno eliminate, ci si fa male”.

De Luca non ha risparmiato, come di consueto, critiche al governo. “Abbiamo pagato in questi mesi – le sue parole – anche un orientamento del governo italiano che tende sempre ad approvare mezze misure, a perdere tempo. A fine novembre il governo ha preso alcune decisioni per poi renderle operative a metà dicembre. Obbligo terza dose per personale sanitario, obbligo vaccinale per il personale scolastico, per le forze dell’ordine. Ma qual è la ragione per cui poi perdiamo quindici giorni? Questa è un’altra malattia di cui in Italia non riusciamo a liberarci. Così stiamo perdendo quel mese di vantaggio che avevamo sugli altri paesi europei. Olanda e Austria hanno chiuso. Qui invece procediamo con mezze misure. Siamo quasi organicamente incapaci di prevenire, di decidere prima che il problema esploda”.

Il governatore ha quindi spiegato il perché di un rigore maggiore in Campania, nelle decisioni, che altrove nel paese. “Perché prendiamo queste ragioni un mese prima del governo? Perché la Campania dev’essere più rigorosa delle altre regioni, perché siamo il territorio d’Europa più densamente abitato. Non possiamo permetterci distrazioni o sottovalutazioni. Se perdiamo il controllo del territorio campano noi rischiamo l’ecatombe, non il contagio. Ad oggi stiamo reggendo, ma dobbiamo mettere in conto che la diffusione di questo contagio è spaventosamente elevata. Entro la fine dell’anno arriveremo anche in Italia intorno ai 70mila o 80mila contagi al giorno”.

“In questi ultimi anni il personale sanitario si è ridotto, e solo in minima parte è stato possibile sostituirli con nuove figure. Una delle croci che abbiamo è quello di aumentare i posti letto di terapia intensiva, sapendo poi che le figure professionali indispensabili non ci sono. E quindi se aprissimo altri reparti Covid chiuderemmo reparti ordinari. Il tutto mentre il personale è stremato. Questa è la realtà”.

Benessere

CASORIA. “Sport e Benessere” al Parco Michelangelo: il programma della prima edizione

Pubblicato

il

Il 28 Giugno è stata avviata a Casoria una bellissima iniziativa per i cittadini, che nel mese di Luglio potranno passare momenti di spensieratezza, svago e benessere all’interno del Parco Michelangelo.

Si tratta della prima edizione di “Sport e Benessere“, che prevede lezioni gratuite di Yoga con Piera Buongiorno, Area a Corpo Libero e Funzionale con Nicola Capuano, Danza Aerea con Sabrina Capuano e Pilates con Maria Ferrucci.

Nonostante le tante difficoltà, dunque, il Sindaco Raffaele Bene, l’Assessore allo Sport Vincenzo Russo e l’intera amministrazione continuano a lavorare per offrire ai cittadini eventi legati all’attività fisica e al benessere quotidiano.

Di seguito il programma dell’iniziativa con tutti i dettagli:

Continua a leggere

Politica

Napoli, approvato ilo bilancio di previsione dell’anno 2022. Manfredi: “Cambiamento organizzativo molto importante per la nostra città”

Pubblicato

il

NAPOLI – “Abbiamo approvato il bilancio di previsione dell’anno 2022 con la novità di un’impostazione triennale che ci consente di fare una programmazione realistica. È un cambiamento organizzativo molto importante per la nostra città. Fino a ora abbiamo lavorato in condizioni complesse, ma la strada intrapresa è quella giusta. Napoli ha bisogno di certezze, di un quadro chiaro su investimenti e spesa.” Lo ha scritto il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi sui propri social network.

Non ci saranno aumenti di tasse né tagli di spesa – prosegue il primo cittadino -. Tra gli stanziamenti più importanti sono previsti:

✔️oltre 17 milioni su mobilità sostenibile;

✔️8 milioni per la manutenzione nelle 10 Municipalità (più del triplo del passato);

✔️7 milioni e mezzo per manutenzione impianti sportivi comunali;

✔️36 milioni per politiche per l’infanzia e contro la dispersione scolastica.

Siamo consapevoli che non possiamo invertire una tendenza che viene da lontano in poco tempo, ma vi assicuro che stiamo lavorando con ogni sforzo possibile per restituire a Napoli un futuro, già oggi, migliore. – ha terminato il sindaco.

Continua a leggere

POLITICA

Insieme per il futuro, Di Maio: “Tanti segnali dai territori e nei prossimi giorni incontrerò tanti sindaci”

Pubblicato

il

NAPOLI – “Stanno arrivando tanti segnali dai territori e nei prossimi giorni incontrerò tanti sindaci, consiglieri regionali, consiglieri comunali in tutta Italia”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio commentando a Napoli la nascita dei gruppi consiliari di “Insieme per il Futuro” nl comune di Napoli, nonché in tutta la Regione Campania.

“Incontrerò – ha proseguito il ministro – nei prossimi giorni anche i presidenti delle autorità territoriali, perché queste persone in questo momento storico vogliono collaborare a un progetto concreto che tenda a risolvere i problemi dei territori. Collaboriamo, guardando e costruendo il futuro, e vogliamo essere un forum di riferimento per gli amministratori italiani, i sindaci e altri amministratori che hanno problemi di gestione del territori. Ora ci stanno contattando e sono orgoglioso di questo perché un progetto come il nostro, non personale, si costruisce sui territori insieme alle istituzioni del territorio, braccia e volto della nostra Repubblica”.
 

Ufficializzata stamane la nascita del gruppo consiliare Insieme per il futuro al Comune: ne fanno parte Flavia Sorrentino (capogruppo), Gennaro Demetrio Paipais, Fiorella Saggese.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante