Resta sintonizzato

Caserta

Covid, Caserta aumentano i contagi

Pubblicato

il

Non è ancora una vera e propria emergenza ma l’andamento dei contagi a Caserta comincia ad essere preoccupante, tanto che ieri il sindaco Carlo Marino ha riunito il Centro Operativo Comunale per fare il punto della situazione.

Il report dell’Asl di Caserta attesta 578 positivi nel capoluogo (6146 in tutta la provincia) con un tasso di contagio molto alto a livello provinciale (23,02%), ma a destare allarme è il rapporto tra positivi e residenti.

Dalla riunione di ieri è inoltre emerso come secondo la tabella dell’ Heatmap, che evidenzia l’incidenza dei positivi divisa per fasce d’età per 100mila residenti, il valore più alto è rappresentato dalla fascia 19-25 anni (1343,31), seguito dalla fascia 14-18 (1310,86). Livellii molto alti se paragonati, , alla fascia 11-13 (331,44) e 6-10 (358,31).
    “Non siamo in una fase d’emergenza – ha detto il sindaco Marino – ma sicuramente abbiamo superato la soglia di attenzione ed è questo il momento più delicato“. (ANSA).

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caserta

Open Day Asl Caserta: vaccini senza prenotazione per adulti e bambini da 5 a 11 anni

Pubblicato

il

Vaccini senza prenotazione nel territorio dell’Asl di Caserta. La Direzione Generale ha inviato alla stampa una nota, da diffondere presso la cittadinanza, per informare circa gli Open Day che sono stati organizzati per i giorni sabato 22 e domenica 23 gennaio 2022.

“Si comunica che sabato 22 gennaio presso gli Hub Vaccinali dei Presidi Ospedalieri di Aversa, Marcianise e Piedimonte dalle ore 8:30 alle ore 19:30 è attivo un OPEN DAY per prime, seconde e terze dosi (Booster),senza prenotazione”.

“Domenica 23 gennaio nei Presidi Ospedalieri di Aversa, Marcianise, Piedimonte e negli Hub pediatrici dell’Iperion di Caserta e Medì di Teverola dalle ore 8:30 alle 19:00 è attivo un Open Day per la fascia 5-11 anni senza prenotazione”.

Nelle ultime settimane si stava registrando un affollamento presso i centri vaccinali, dovuto alla necessità di fare le terze dosi e a causa dell’obbligo vaccinale per gli over 50. Tale circostanza ha convinto la Regione Campania e le Aziende Sanitarie Locali a rendere obbligatoria la prenotazione presso l’apposita piattaforma regionale, in modo da evitare affollamenti e spiacevoli casi tensione tra i cittadini e tra questi ultimi e personale sanitario o addetto alla sicurezza. Le singole Asl regionali possono, ad ogni modo, organizzare nelle giornate senza prenotazione proprio come fatto dall’Asl di Caserta.

Continua a leggere

Caserta

Caserta in lacrime per Vanessa, l’influencer trovata senza vita sul divano di un amico

Pubblicato

il

Vanessa Bruno, 23 anni, è stata trovata morta a Vicenza, sul divano di casa di amico che le dava ospitalità. La Procura vicentina ha aperto un’inchiesta sull’improvviso decesso della giovane italo-brasiliana, cresciuta ad Alvignano (Caserta), ma residente nel capoluogo berico. La ragazza, di professione influencer, si era recata, assieme ad un amico nell’abitazione di un uomo in cerca di ospitalità. Lì si a casa si è poi fermata a dormire su un divano dove è stata trovata morta dal proprietario dell’abitazione. Questi ha dato l’allarme solo diverse ore dopo, nel primo pomeriggio del giorno successivo, in quanto pensava che la 23enne stesse ancora dormendo.

Inutile l’intervento dei sanitari del Suem 118 che hanno solo potuto accertare il decesso. Il corpo non presentava, ad un primo esame, nessuna ferita. Il pubblico ministero, Alessandro Block, ha incaricato il medico legale di effettuare l’autopsia. Il risultato dell’esame e dei test tossicologici saranno fondamentali per fare luce sulla vicenda. Al momento non risultano essere indagati. Il fatto risale all’8 gennaio ma si è appreso solo nelle ultime ore dalle pagine de Il Giornale di Vicenza e dai tanti messaggi sulle varie reti social sui quali la donna scriveva.

Continua a leggere

Attualità

Tragedia nel Casertano, mamma muore per un malore un mese dopo il parto

Pubblicato

il

Giornata di dolore per la comunità di San Marco Evangelista. Vincenza Famiano, 32 anni, ha perso la vita un mese dopo aver messo alla luce il suo bambino, Christian. La giovane madre – riporta Edizione Caserta – pare sia deceduta a causa di un arresto cardiaco che, purtroppo, non le ha lasciato scampo. Enza – così la chiamavano amici e parenti – in passato sembrerebbe già aver sofferto di problemi cardiaci, ma la voglia di diventare madre aveva preso il sopravvento. E così, insieme al marito, aveva coronato il suo sogno, a pochi giorni dal Natale.

Dopo la gioia immensa per l’arrivo di Christian, però, è arrivato il dramma senza fine. Enza era in casa quando, improvvisamente, è stata colta da un malore. Inutili anche gli immediati soccorsi: per la neomamma non c’è stato niente da fare.

I funerali oggi, proprio nel giorno in cui il piccolo Christian compie un mese di vita.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante