Resta sintonizzato

Attualità

Napoli, aumentano i contagi tra i bimbi

Pubblicato

il

Boom di contagi pediatrici a Napoli con un aumento di casi Covid positivi tra bambini molto piccoli, con meno di un anno di età. Al Santobono sono stati riaperti i battenti del reparto Covid allestito all’inizio della pandemia.

«Ci troviamo con un pronto soccorso invaso da casi di influenza e bronchioliti – dichiara Vincenzo Tipo, primario del pronto soccorso del Santobono – a cui negli ultimi giorni si aggiungono i casi Covid i cui sintomi iniziali sono molto simili per cui diventa complicato gestire l’attuale massiccio afflusso di bambini con infezioni da Sars-Cov-2. Il giorno di Natale – aggiunge Tipo – ci siamo trovati a registrare più di trenta bambini positivi al Covid in pronto soccorso, il più alto numero in 24 ore, dall’inizio della pandemia. Sebbene solo una piccola percentuale di bambini abbia necessità di ricovero siamo stati costretti a ripristinare il reparto Covid collegato con il percorso che fu attivato durante le prime ondate. Siamo insomma tornati all’assetto che avevamo predisposto nelle fasi più acute della pandemia». Dei 10 posti letto Covid di cui dispone il Santobono oggi cinque sono occupati da piccoli pazienti, 3 hanno meno di tre mesi e gli altri meno di un anno.

Un eccezione è il caso da terapia intensiva del neonato di Sessa Aurunca trasferito alla vigilia di Natale al Bambin Gesù di Roma per essere intubato. Le sue condizioni sono in netto miglioramento.  Quando si è trattato di trovare una rianimazione neonatale tutte le incubatrici del centro di riferimento regionale ubicato al Policlinico Federico II erano occupate. «Siamo anche noi strapieni – afferma  Alfredo Guarino responsabile del centro hub Covid pediatrico del Policlinico Federico II – in questo momento abbiamo 7 bambini di cui 6 neonati e uno di 7 mesi. Uno dei piccoli ha distress respiratorio, due enzimi cardiaci alterati sintomo di sofferenza del cuore e uno presenta una situazione immunologica da valutare con attenzione per l’iper attivazione del sistema immune. Gestiamo inoltre un’infinità di telefonate e cerchiamo di gestire al meglio le preoccupazioni di pediatri di famiglia e soprattutto di mamme. Tutta la gestione dei casi meno complessi viene rinviata a una valutazione della rete dei pediatri di base. Le vacanze natalizie del personale sono state tutte rinviate. In sostanza siamo nella situazione che purtroppo avevo previsto quando nei mesi scorsi temevo una “tempesta perfetta”. E intanto c’è la variante Omicron in arrivo con cui dovremo fare i conti». 

«L’emergenza Covid – afferma Maria Triassi, ordinaria di epidemiologia, Igiene e medicina preventiva nonché presidente della scuola di Medicina della Federico II – ha coinvolto moltissimi neonati come risultato delle visite di riunioni di famiglia di questi giorni. I contagi sono passati per le neo-mamme molte delle quali non si erano vaccinate. Generalmente i neonati presentano sintomi lievi ma per le coinfezioni con influenza e virus respiratorio sinciziale e in alcuni casi rari per suscettibilità individuale vediamo situazioni più serie». «Se le mamme sono infette spesso viene anticipato il parto – aggiunge Maurizio Guida, professore ordinario di Scienze ostetrico- ginecologiche del policlinico Federico II – solo in casi eccezionali il neonato si infetta dalla mamma (cosiddetta infezione verticale) e generalmente non ha grandi problemi. In presenza di sepsi del neonato o di patologie associate è invece necessaria un’assistenza in Terapia intensiva neonatale».

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attualità

Torna il Napoli Pride 2022: sarà in programma sabato 2 luglio

Pubblicato

il

NAPOLI – Dopo due anni di restrizioni dovute all’emergenza covid la città di Napoli – unica in Italia a scendere in piazza, seppur senza il tradizionale corteo, sia nel 2020 che nel 2021, – rivivrà il tradizionale corteo del Pride che attraverserà le strade della città. 

L’appuntamento il Napoli Pride, presentato giovedì 30 giugno a Palazzo San Giacomo dal Sindaco Gaetano Manfredi e dall’assessora alle Pari Opportunità Emanuela Ferrante, è per sabato 2 luglio in Piazza Municipio: concentramento alle ore 15.00, discorsi istituzionali alle ore 17.00 e partenza del corteo alle ore 18.00. 

Il corteo – guidato dalla madrina di questa edizione Bianca Guaccero – attraverserà via Toledo e piazza del Plebiscito, e infine raggiungerà, alle ore 21.00, via Nazario Sauro, dove è in programma una grande festa con artisti, musica e colore sotto la direzione artistica di Diego Di Flora. A condurre la serata ci saranno Teresanna Pugliese e Vito Coppola. Tra gli ospiti che animeranno il palco: Valeria Marini, Alexia, Maria Mazza,  Marco Carta, Priscilla, Vergo, Virginio, Antonino, Rosario Miraggio, Emiliana Cantone, Mr. Hyde, Rico Femiano, Mavi e Bellatrix.

Il claim scelto per la XV edizione del PRIDE partenopeo è “…e che burdello!”, espressione tipica napoletana di caos imprevedibile che, in questo, caso incarna la voglia di tornare a stare insieme dopo due anni di durissime restrizioni. Ma, al tempo stesso, è espressione di condanna, con fermezza e decisione, verso tutti i limiti alle storiche conquiste nel campo delle libertà individuali, a partire proprio dalla libertà di pensiero, di opinione e di espressione in materia di sessualità e di identità sessuale. 

La manifestazione è promossa dalle associazioni LGBT, Antinoo Arcigay Napoli, associazione Trans Napoli, ALFI le Maree Napoli, con il sostegno di Famiglie Arcobaleno, AGEDO, Pochos, Pride Vesuvio Rainbow, Arci Mediterraneo e CSV Napoli, ed è co-organizzata con il Comune di Napoli e gode dei patrocini morali della Regione Campania, della Città metropolitana di Napoli e del Consolato degli Stati Uniti di Napoli e conta l’adesione di tantissime associazioni, gruppi, collettivi, sindacati e organizzazioni del territorio.

Continua a leggere

Attualità

Campania, l’addio di De Luca a Carlo Andria

Pubblicato

il

CAMPANIA – “Cordoglio per la scomparsa di Carlo Andria, già sindaco di Giffoni, consigliere provinciale, presidente e presidente onorario dell’Ente Autonomo Giffoni Experience. Uomo di profonda cultura, apprezzato dai tanti giovani e da quanti lo hanno conosciuto durante la sua lunga carriera, soprattutto per il Giffoni Film Festival. Profondo cordoglio e vicinanza alla famiglia Andria.

Lo ha scritto il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca in occasione della morte di Carlo Andria sui propri social network.

Continua a leggere

Attualità

Napoli, presentato “Giugno Giovani 2022”: più di 80 eventi in città e periferia

Pubblicato

il

NAPOLI – E’ stato presentato ‘Giugno Giovani 2022’, calendario di eventi proposti dai giovani e dedicati ai giovani. Attraverso una manifestazione di interesse l’Amministrazione comunale ha raccolto idee e proposte che animeranno, durante tutto il mese di giugno, i diversi luoghi della città: piazze, musei, parchi e centri giovanili. Il tema scelto quest’anno è “Napoli città della creatività”, per rendere il mese di giugno una grande festa destinata alle ragazze e ai ragazzi della città di Napoli.  

Con queste attività abbiamo messo insieme tante proposte arrivate dai nostri centri giovanili e dalle tante associazioni che hanno partecipato alla manifestazione di interesse – ha spiegato il Sindaco Manfredi – Insomma un altro momento significativo di ripartenza per Napoli, con il contributo propositivo che arriva dalla città oltre all’impegno dell’Amministrazione Comunale. In città c’è grande animazione, grande movimento e voglia di fare e di ripartire”.

“Il calendario che abbiamo elaborato ha visto un’enorme partecipazione da parte di associazioni e comitati giovanili, raccogliendo più di ottanta eventi che animeranno la città, dal centro alla periferia – ha dichiarato l’Assessora ai Giovani Chiara Marciani – Abbiamo voluto immaginare Napoli come un grande palcoscenico messo a disposizione delle ragazze e dei ragazzi, per far emergere il proprio talento, stimolarne l’immaginazione e la loro vena creativa. Sapere che c’è, da parte dei giovani, una voglia di partecipazione così alta, è uno sprone ancora più forte per l’Amministrazione a fornire, alle nuove generazioni, sempre più strumenti e luoghi per potersi esprimere, confrontare le proprie idee e mettere in risalto i propri talenti e competenze”.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante