Resta sintonizzato

Napoli

Funerali di Hugo Maradona, sul feretro le maglie del Napoli e del Boca Juniors

Pubblicato

il

Nella chiesa di San Vitale Martire a Fuorigrotta, oggi 29 dicembre, i funerali di Hugo Maradona, fratello minore di Diego Armando, morto ieri all’età di 52 anni a causa di un attacco cardiaco.

Hugo Hernán Maradona era da anni residente in Italia, a Monte di Procida. È deceduto nella sua abitazione, dove i soccorsi del 118 non hanno potuto far nulla per salvarlo.  Huguito, era sposato con una donna italiana, Paola Morra e aveva tre figli,  Nicole, Thiago e Melina. Sul feretro dell’uomo sono state adagiate le magliette del Calcio Napoli e del Club Atlético Boca Juniors di Buenos Aires.

Tanti i messaggi di cordoglio, affidati soprattutto ai social: Nicole, figlia di Hugo, ha scritto sui social un ricordo del papà:

“Ti amo per sempre papà. Grazie di tutto. Sei la mia vita oggi e per sempre. Fino alla prossima volta che ci vedremo. Riposa in pace, con tutto il mio cuore e la mia anima. Non starò mai più bene.”

Messaggi anche da  Diego Maradona Junior, figlio del Pibe de Oro che con Hugo nell’ultimo periodo non aveva un rapporto eccelso:

Buon viaggio Tío! In questa vita spesso siamo stati in disaccordo forse perché eravamo testardi e orgogliosi allo stesso modo.Porto con me i bei ricordi,i momenti vissuti insieme. Dai un bacio a papà che mi manca.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cronaca

Napoli, 27enne scomparsa nel nulla da tre giorni. I familiari: “Se avete informazioni fatelo sapere”

Pubblicato

il

Napoli è in apprensione per la scomparsa di Salome Tetunashvili, una 27enne georgiana che vive con la famiglia nella città partenopea. Dalla scorsa domenica della ragazza si sono perse le tracce nonostante le ricerche avviate da amici e parenti. Sul caso attualmente sta indagando anche la polizia.

Salome, per gli amici Sali, lavorava a Casoria come badante. Nel pomeriggio di domenica 23 gennaio 2022, è uscita di casa per fare una passeggiata ma, da allora, non ha più fatto rientro. Di qui l’allarme lanciato dai familiari e dagli amici della ragazza che hanno lanciato diversi appelli sul web. La comunità partenopea e quella georgiana si sono fin da subito attivate per aiutare la famiglia a ritrovare la 27enne.

Nell’appello diffuso sui social, e inoltrato alla nostra redazione da Gvencadze Maka, si legge: “Salome (Sali) Tetunashvili, 27 anni, georgiana. Viveva a Napoli, lavorava come badante a Casoria. È stata vista l’ultima volta il 23 gennaio. La famiglia la sta cercando disperatamente. La polizia è al corrente, ma ancora non ci sono notizie. Se avete qualche informazione, qualsiasi dettaglio è importantissimo, fatelo sapere alla polizia”.

Sali sembra scomparsa nel nulla e, almeno per il momento, non si hanno ancora notizie su di lei. Fondamentale potrebbe essere il contributo della cittadinanza, come successo pochi mesi fa per il ritrovamento di Nunzia Vitantonio. Intanto anche le forze dell’ordine hanno avviato le indagini sul caso cercando di far luce sulle dinamiche della vicenda e riportare la ragazza a casa.

Continua a leggere

Coronavirus

Napoli, infermieri simulavano l’inoculazione del vaccino: eseguite 2 misure cautelari

Pubblicato

il

Napoli, infermieri professionali simulavano l’inoculazione del siero vaccinale: eseguite 2 misure cautelari.

Per delega del Procuratore della Repubblica si comunica che, al termine di una complessa attività investigativa coordinata dalla Sezione Seconda della Procura della Repubblica di Napoli, i militari del N.A.S. di Napoli hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa della custodia cautelare in carcere e del divieto di espatrio, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari nei confronti di due dipendenti dell’ASL Napoli 1 gravemente indiziati, in concorso tra loro, dei reati di corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio, peculato e falso in atto pubblico.

In particolare gli indagati, nelle loro rispettive qualità di infermiere professionale addetto all’effettuazione delle vaccinazioni presso un HUB vaccinale di Napoli e di operatore socio sanitario, avrebbero posto in essere una serie di condotte criminose, consistite, da parte dall’infermiere, nel simulare l’inoculazione del siero vaccinale COVID – 19 nei confronti di oltre trenta persone, reclutate dall’altro indagato, previa consegna di danaro pari ad euro centocinquanta (150,00) per ciascuna della vaccinazioni simulate.

Le dosi di vaccino sarebbero state disperse in un batuffolo di ovatta, utilizzato per simulare l’inoculazione.
In seguito alla presunta falsa attestazione di avvenuta vaccinazione, i pazienti avrebbero ottenuto, pur non avendo titolo, la “certificazione verde anti – SARS – COV-2”.

Le indagini hanno inoltre evidenziato che quattordici soggetti, cui sarebbe stato falsamente inoculato il vaccino, risultano appartenere a categorie di lavoratori per le quali è previsto l’obbligo di vaccinazione al fine di ottenere il rilascio del cd. Green Pass e proseguire nello svolgimento delle rispettive mansioni.

Continua a leggere

Napoli

ASIA, nominato amministratore unico

Pubblicato

il

Si è svolta a Palazzo San Giacomo l’assemblea totalitaria dei soci di Asia per prendere atto delle dimissioni dei consiglieri di amministrazione, accettarle e provvedere contestualmente alla nomina di un amministratore unico. Il sindaco Gaetano Manfredi e l’Assessore all’Ambiente Paolo Mancuso hanno ringraziato i consiglieri di amministrazione uscenti per il lavoro svolto. Il sindaco ha poi provveduto alla nomina dell’ingegnere Domenico Ruggiero come amministratore unico al fine di garantire la continuità nella gestione ordinaria e straordinaria in un settore di assoluta importanza strategica per i suoi riflessi su salute e ambiente nelle more dell’espletamento delle procedure per la nomina del Presidente e dei consiglieri di Amministrazione.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante