Resta sintonizzato

Napoli

Napoli, gli auguri di Manfredi per il nuovo anno

Pubblicato

il

“Dobbiamo lavorare per una Napoli nuova che sia più inclusiva, che possa dare un’opportunità a tutti, che possa dare un’opportunità di lavoro a chi non lo ha”. Lo ha detto il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, in un messaggio augurale per il 2022 rivolto ai napoletani. “Dobbiamo dare una speranza ai tanti giovani che vogliono costruire il futuro della nostra città e lo faremo tutti insieme”, ha aggiunto il sindaco che ha auspicato che ci sia “una Napoli diversa che sappia testimoniare il suo passato guardando però con grande attenzione al futuro”.

Un pensiero particolare Manfredi lo ha riservato “agli operatori sanitari che si stanno impegnando per fronteggiare la pandemia e un pensiero particolare va a chi sta più in difficoltà, a chi è stato colpito negli affetti, nel proprio lavoro e nelle proprie speranze”. Infine il sindaco ha raccomandato ai cittadini di festeggiare l’arrivo del nuovo anno “con sobrietà, in sicurezza, evitando di usare i botti pericolosi per salvaguardare la salute nostra e dei nostri amici animali che vivono con noi”.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Napoli

“Patto per Napoli”: le richieste del centro destra

Pubblicato

il

Stamattina si è tenuta la Conferenza Stampa nella Sala dei Baroni del Maschio Angioino di Napoli da parte dei capi dall’opposizione capitanata dal consigliere Catello Maresca dove l’oggetto della discussione è stato il “Patto per Napoli”.

All’interno della legge di bilancio 2022 sono state approvate alcune delle norme per venire incontro alle urgenze finanziarie di alcuni capoluoghi della città metropolitana.

Il Comune intende incassare con queste misure circa 1,2-1,3 miliardi di euro in 20 anni che andranno ad aggiungersi agli aiuti di Stato.

Il piano dovrà prendere forma concreta entro il 15 febbraio prossimo. Domani in consiglio comunale si terrà la discussione “Seduta monotematica del 21 gennaio 2022: Patto per Napoli”.

Nuova tassa d’ imbarco all’aeroporto di Capodichino; Aumento di canoni di concessione e affitto; Incremento dell’addizionale comunale Irpef; Le riscossioni affidate a soggetti specializzati, per migliorare le entrate. Queste sono le leve principali su cui sta lavorando il sindaco Gaetano Manfredi.

Saranno previste anche assunzioni e servizi pubblici migliori. Alle maggiori entrate di conseguenza ci saranno minori spese, con il riordino degli uffici, la gestione del personale e altre iniziative.

Altro punto importante è la gestione del patrimonio immobiliare: ci sarà una valorizzazione del patrimonio attraverso concessioni e riqualificazioni.

Nella conferenza stampa di stamattina l’opposizione ha illustrato le proprie richieste: di affidare una parte della riscossione a soggetti specializzati diversi dagli attuali; ridurre gli sprechi; valorizzazione del patrimonio immobiliare. L’opposizione, inoltre, si è focalizzata sulle aliquote pretendendo dall’ Amministrazione nessun provvedimento che possa gravare sulle tasche dei contribuenti.

Continua a leggere

Cronaca

Entrano a Edenlandia per rubare cioccolata e patatine, l’amministratore: “La politica intervenga”

Pubblicato

il

Edenlandia come rifornimento per cioccolata e patatine. Alcuni ladri hanno preso di mira il famoso parco giochi cittadino sito a Fuorigrotta e nonostante le guardie entrano in notte per compiere alcuni raid. A finire nei sacchi però è il cibo, come alcune barrette Kinder e buste di patatine.

La denuncia arriva direttamente dal numero uno di BCOutlet e amministratore delegato di New Edenlandia spa, Gianluca Vorzillo, attraverso il suo profilo Facebook:

“Ormai è una barzelletta. Sono mesi che entrano in Edenlandia di notte, i nostri guardiani li fermano, e giustamente non possiamo fare niente perché rubano caramelle e patatine, recando danni a porte, finestre eccetera. Dentro è tutto sorvegliato, c’è un vigilante tutta la notte, ma il problema che vorrei sollevare è molto più grande, molto più profondo“.

Vorzillo infatti ritiene che questo gesto ne nasconda uno più profondo: la mancanza di rispetto e delle regole che ormai i ragazzi di oggi hanno, per questo chiede un intervento mirato alla politica:

C’è bisogno di intervenire a livello sociale, c’è bisogno di monitorare l’intera città. Ogni quartiere è in balia delle onde, ognuno fa quello che gli pare, senza Regole, senza timore e pudore. La politica deve intervenire sennò ci ritroveremo a fare guardia e ladri di “caramelle”in un parco cittadino“.

In un commento Vorzillo poi specifica anche l’età dei ladri che non sono certo dei ragazzini alle prese con qualche bravata:

Una ventina“.

Edenlandia aveva chiuso per covid ed è stato riaperto a giugno dello scorso anno ma ora deve fronteggiare questo nuovo ‘assalto’.

Continua a leggere

Coronavirus

Pronto soccorso del Cardarelli al collasso: “Accesso solo ai pazienti col codice rosso”

Pubblicato

il

Non c’è più posto per i pazienti nel pronto soccorso dell’ospedale Cardarelli, talmente saturo di barelle da dover “ridimensionare” la sua capacità ricettiva.

Alle 11 di questa mattina, il pronto soccorso ha raggiunto il picco di 115 malati. Questi altissimi numeri hanno costretto il bed manager aziendale a emanare un provvedimento d’urgenza per limitare gli ingressi in ospedale. Questa limitazione comporterà la possibilità di accesso solamente ai degenti con situazioni ad alta criticità, i cosiddetti codici rossi.

La limitazione proviene dall’alto col fine di “consentire attraverso l’esercizio della centrale operativa territoriale del 118, il decongestionamento” del Cardarelli. Questa decisione ha inevitabilmente comportato un effetto “a catena“ sugli altri presidi cittadini che, in queste ore, stanno riscontrando un’impennata degli accessi. A cominciare, primo tra tutti, il Vecchio Pellegrini all’ospedale San Paolo.

Una situazione paradossale, che riporta alla mente le difficoltà attraversate dai sanitari nei momenti più bui della pandemia. Sintomo di una gestione che potrebbe sicuramente migliorare e che, più di qualunque altra cosa, dovrebbe evitare di ridursi in questo stato. Nemmeno un anno fa, infatti, lo stesso pronto soccorso si ritrovava in ginocchio a causa dell’inaspettato incremento di contagi covid.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante