Resta sintonizzato

Meteo

Quando finirà l’ondata di caldo anomalo che ha colpito l’Italia

Pubblicato

il

Il caldo decisamente anomalo che ha investito l’Italia a Capodanno ha ormai i giorni contati: dopo giornate caratterizzate da temperature a tratti primaverili e da fitte nebbie infatti l’alta pressione cederà il passo a un’ondata di aria molto fredda proveniente dal nord Europa e destinata ad arrivare verso i Paesi del Mediterraneo, Italia compresa.

Quella di domani sarà dunque l’ultima giornata caratterizzata da una certa stabilità prima del ritorno, tra mercoledì 5 e giovedì 6, di una perturbazione unita alla formazione di un vortice ciclonico che riporterà pioggia, neve e vento in Italia.

Con maggiori probabilità la pioggia cadrà mercoledì 5 gennaio al Nord e dalla notte della Befana su alcuni tratti del Centro e del Sud. Tornerà anche la neve sulle montagne alpine e su quelle appenniniche e questa è certamente un’ottima notizia, soprattutto per il rischio di siccità estiva quando le precipitazioni nevose sono scarse.

L’arrivo di una perturbazione avrà anche altre due conseguenze. La prima sarà costituita da un aumento dell’intensità dei venti, mentre la seconda riguarderà il quadro termico, destinato a subire un netto raffreddamento, specie a partire da giovedì 6 quando i termometri al Nord e su gran parte del Centro torneranno su valori prettamente invernali.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Meteo

Meteo: ondata di gelo colpisce il Sud

Pubblicato

il

La giornata di oggi, 24 gennaio 2022, come già preannunciato dalle previsioni meteo, segna l’arrivo di un’ondata di gelo, caratterizzata da freddo e maltempo soprattutto al Sud Italia, che, dopo una breve tregua, potrebbe intensificarsi ulteriormente verso il weekend.

Gli effetti dell’anticiclone delle Azzorre continuano a farsi sentire nel nostro Paese, alle prese con una vera e propria botta gelida che già da oggi ha riportato maltempo e temperature in netto calo nelle zone meridionali con piogge e nevicate a bassa quota.

Stando alle previsioni del meteorologo Stefano Rossi, de ‘Il meteo’, da domani, martedì 25 gennaio, e fino ad almeno giovedì, 27 gennaio, il quadro climatico sarà caratterizzato da una maggiore stabilità. Fatta eccezione per qualche pioviggine e nebbia al Nord, le temperature saranno decisamente più gradevoli sul resto del Paese.

Eppure, si tratterà soltanto di una situazione temporanea: già tra venerdì 28 e sabato 29 gennaio, proprio a cavallo dei cosiddetti giorni della merla, tornerà ad imporsi un clima più rigido. Non si escludono piogge e nevicate a bassa quota che potranno colpire in particolare le regioni adriatiche del Centro e, ancora una volta, il Sud. Vista la distanza temporale, tuttavia, si attendono ulteriori aggiornamenti.

Continua a leggere

Meteo

Meteo, arriva il freddo dalla Russia: gelo e neve anche in Campania

Pubblicato

il

Il bel tempo e le temperature miti hanno le ore contate. Nel prossimo weekend ci sarà il ritorno dell’inverno, con l’arrivo del freddo dalla Russia che porterà piogge e neve anche a quote basse.

Sulle pianure del Nord ritorna la nebbia, mentre nubi basse interesseranno gran parte delle aree costiere centro-settentrionale, in particolare tirreniche. Un cambiamento più radicale avverrà domani, quando un ulteriore cedimento dell’alta pressione favorirà un cospicuo afflusso di venti umidi oceanici carichi di nubi, capaci di riportare anche qualche pioggia su molte regioni del Centro, raggiungendo poi anche il basso Tirreno e, entro sera, il basso adriatico.

Ritorna la neve sui rilievi del Centro-Sud, a quote inizialmente prossime ai 1200 metri, ma in calo entro fine giornata per effetto di venti freddi che cominceranno a soffiare dai quadranti nord-orientali.
Al Nord il tempo si manterrà più asciutto, anche se nelle aree di pianura saranno prevalenti le nebbie e le nubi basse.

Entro il fine settimana il movimento verso Nord dell’anticiclone favorirà l’afflusso verso l’Italia di gelide correnti provenienti dalla Russia, con annesso calo termico su buona parte del Paese.
Mercoledì 19: Al nord: nebbie sulla Pianura Padana, sole prevalente altrove. Al centro: alternanza tra nubi e schiarite, in un contesto sempre stabile. Al sud: sole.
Giovedì 20: Al nord: piogge deboli al Nordest. Al centro: precipitazioni a carattere sparso su tutte le regioni. Neve sopra 1000 metri. Al sud: piogge a carattere sparso su Sicilia e Campania. Nubi ma più asciutto altrove.
Venerdì 21: Al nord: nebbia sulla Pianura Padana, sole prevalente altrove. Al centro: precipitazioni sparse sulle regioni adriatiche e sul Lazio. Al sud: piogge a carattere sparso, neve sopra 500 metri tra Campania, Basilicata, Puglia, a quote superiori altrove.

Continua a leggere

Ambiente

Meteo, arriva il caldo: merito dell’anticiclone delle Azzorre

Pubblicato

il

Dopo il gelo di questi giorni con temperature vicine allo zero e nevicate anche in bassa quota, il termometro nel fine settimana tornerà a salire. Tutto merito dell’Anticiclone delle Azzorre che porterà aria calda e alta pressione. Il freddo però non scomparirà del tutto, per il mese di febbraio sono previsti altri abbassamenti della temperatura.

L’anticiclone arriverà prima nelle Regioni del Nord per poi interessare anche il Meridione. Un piccolo spiraglio di luce e caldo dopo giorni in cui anche in Campania è stata diramata l’allerta meteo per nevicate e gelo. Basti pensare che oggi la temperatura nel capoluogo partenopeo sfiora lo zero.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante