Resta sintonizzato

Attualità

Napoli, docente dell’Orientale rinuncia allo stipendio per non vaccinarsi: “Non mi piego, mi preparo ad essere sospeso”

Pubblicato

il

Curioso episodio avvenuto presso l’Università ‘L’Orientale’ di Napoli, dove Guido Cappelli, docente di Letteratura Italiana, già fautore di diverse iniziative contro il Green Pass e l’obbligo vaccinale, si è reso protagonista di un’altra battaglia. Ecco le sue dichiarazioni in merito:

Non mi piego, mi preparo ad essere sospeso. Proseguirò lungo la strada intrapresa. Si butta fuori dalla società gente perbene e questo, determinerà rabbia e rancore. É possibile che ci saranno anche conseguenze legali, a fronte di azioni di completa illegalità e di cattiveria politica. La cosa che mi pare selvaggia è che il governo, agisca su impulsi esterni. Hanno la fretta di chi deve portare a compimento il crimine”.

Poi, alla domanda su ‘Come affronterà la sospensione dello stipendio, ha così risposto:

“Ho risorse, conoscenze e legami. Non starò con le mani in mano, cercherò di valorizzare il mio sapere privatamente. Ho un mutuo pesantissimo, ma mia moglie ha un buon lavoro. Andiamo avanti”. Inoltre, afferma che anche altri docenti saranno sospesi per questo, ma allo stesso tempo crede che molti colleghi non abbiano voluto esporsi, “non hanno avuto coraggio“.

Infine, alla domanda se avesse parlato della sua intenzione al rettore, ha così commentato:

Sì, perché nel frattempo sono finito davanti alla Commissione di disciplina, perché studenti anonimi dell’area della cosiddetta estrema sinistra, mi hanno accusato di non fare lezione ma di parlare di Covid. Messa così, è una calunnia. Il rettore ha avviato un procedimento, mi ha chiesto conto. Sono stato deferito alla Commissione di disciplina e non accetterò sanzioni, perché ne va della mia libertà d’espressione. Faccio continui riferimenti all’attualità, come sempre da 24 anni. Prima erano molto apprezzati, ora danno fastidio”.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Minacce a Pm e giornalista, parla Maresca: “La Camorra non è sconfitta, tenere alta la guardia”

Pubblicato

il

Catello Maresca, magistrato e Consigliere Comunale di Napoli, ha voluto dire la sua sulla vicenda legata alla giornalista Marilena Natale, la quale è stata minacciata via chat da un uomo, che nel messaggio ha attaccato, tra gli altri, anche lo stesso Maresca. Ecco le sue dichiarazioni:

Purtroppo, episodi come questi, ci ricordano brutalmente che la Camorra non è ancora definitivamente sconfitta. Al di là dell’episodio, che tocca anche me personalmente e su cui sono sicuro, che la magistratura farà rapidamente giustizia, questa è l’ennesima dimostrazione che lo Stato deve mantenere alta la guardia. Ci aspetta un periodo decisivo per il Paese e, come recentemente ribadito dal Procuratore Nazionale Antimafia, bersaglio anche lui, insieme ai colleghi Russo e Sirignano, delle invettive di questo balordo, le Mafie sono più che mai attrezzate per inserirsi nel ghiotto affare del PNRR”.

Poi, conclude: “Dobbiamo vigilare a tutti i livelli per evitare un danno dagli effetti irreversibili, che deriverebbe dallo spreco delle risorse economiche destinate alla ricostruzione della nostra nazione, dopo la tragedia della pandemia”.

Continua a leggere

Attualità

Alessandro Baricco, annuncio choc: “Ho la leucemia, farò il trapianto”

Pubblicato

il

Alessandro Baricco, noto scrittore, ha dichiarato sui social di essere stato colpito da una brutta malattia, lasciando nello sconforto i suoi fan:

Ehm, c’è una notizia da dare e questa volta la devo proprio dare io, personalmente. Non è un granché, vi avverto. Quel che è successo, è che cinque mesi fa, mi hanno diagnosticato una leucemia mielomonocitica cronica. Ci sono rimasto male, ma nemmeno poi tanto, dai. Quando hai una malattia del genere, la cosa migliore che puoi fare è sottoporti a un trapianto di cellule staminali del sangue, cosa che farò tra un paio di giorni”.

Pertanto, a donare le cellule staminali, sarà la sorella Enrica.

Continua a leggere

Attualità

Napoli, ruba al supermercato e poi aggredisce un’agente in borghese: arrestata

Pubblicato

il

Attimi di panico a Napoli, in via Pisciarelli, dove nella serata di ieri un’agente del Commissariato Posillipo, libera dal servizio, è intervenuta in un supermercato per sedare un’animata discussione tra il titolare e un’avventrice, la quale lo stava spintonando per tentare di allontanarsi. Infatti, pare che la donna si fosse impossessata di alcuni generi alimentari senza pagarli, aggredendo poi la poliziotta e dando vita alla colluttazione.

Tuttavia, grazie all’ausilio delle volanti dei Commissariati San Paolo e Bagnoli, è stata bloccata. Pertanto, Geydi De La Caridad Diaz Escobar, 25enne cubana con precedenti di Polizia e irregolare sul territorio nazionale, è stata arrestata per rapina impropria e lesioni a Pubblico Ufficiale. Inoltre, è stata anche denunciata per ingresso e soggiorno illegale sul territorio dello Stato.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante