Resta sintonizzato

Gragnano

Covid, anche il sindaco di Gragnano chiude le scuole

Pubblicato

il

Nonostante l’ordinanza di De Luca che imponeva la Dad per elementari e medie sia stata bocciata dal Tar, a Napoli e provincia sono sempre di più i Comuni che decidono di sospendere le lezioni in presenza . Anche il sindaco di Gragnano, Nello D’Auria, ha comunicato che in città le scuole resteranno chiuse fino al 22 gennaio.

Sono settimane e giorni intensi, questi ultimi e lavoriamo senza sosta per contenere il virus“, spiega il sindaco. “Un momento complesso per la nostra comunità che affronta un andamento del contagio senza precedenti. Nonostante la campagna vaccinale, il centro tamponi che giorno per giorno si rivela un’eccellenza al servizio anche dei comuni vicini, la curva epidemiologica registra numeri che non ci consentono di abbassare la guardia“.

Il Comune di Gragnano aveva messo a punto un programma per ripartire con la didattica in presenza da lunedì prossimo, con la possibilità per tutti gli alunni delle classi del primo ciclo (infanzia, primaria e medie inferiori) di effettuare tamponi rapidi gratuiti presso le scuole già a partire da domani.

Il Comune di Gragnano ha così elaborato una nota condivisa e firmata congiuntamente anche dai Sindaci di Castellammare di Stabia, Santa Maria la Carità, Sant’Antonio Abate, Lettere e Casola di Napoli. che nel pomeriggio è stata trasmessa al Prefetto di Napoli. In tal modo, i primi cittadini hanno espresso le proprie perplessità sul ritorno alla didattica in presenza in un momento dedicato come questo.

Per quanto riguarda il Comune di Gragnano, per domani il sindaco ha annunciato un’Ordinanza Sindacale che prolungherà la sospensione della didattica in presenza per le scuole di ogni ordine e grado fino a sabato 22 gennaio. . Tuttavia, questa non sarà l’unica misura volta a garantire il ritorno in classe in sicurezza. Il sindaco di Gragnano ha comunicato che nelle prossime settimane verranno promosse le seguenti iniziative:

  • screening preventivo nelle scuole con tamponi rapidi gratuiti agli alunni del primo ciclo
  • Open Day vaccinale per i bambini dai 5 agli 11 anni presso uno degli istituti scolastici del territorio
  • controlli per il rispetto del divieto di assembramento negli spazi pubblici
Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Gragnano

Calci e pugni contro la moglie e il figlio: “lo educhi male”

Pubblicato

il

Ha picchiato la moglie con un bastone della scopa perché non condivideva il suo metodo d’educazione. Prima le ha gettato contro una sedia poi l’ha colpita con una forchetta sulle braccia. Neanche il figlio minorenne è stato risparmiato dalla furia dell’uomo.

Un operaio 53enne, incensurato, è stato arrestato dai carabinieri per maltrattamenti in famiglia ai danni della moglie e del figlio. Tutto è accaduto alla periferia di Gragnano. L’uomo nel tardo pomeriggio di ieri si sia scagliato contro la sua consorte proprio perché non era d’accordo sull’educazione data al figlio. Ma a essere preso di mira è stato anche l’adolescente, prima preso a schiaffi e poi colpito con una sedia in legno. La mamma ha cercato di intervenire per proteggere il figlio ma è stata a sua volta colpita con una scopa e poi da una forchetta che l’uomo ha usato sul suo braccio. Non contento, il 53enne ha colpito la moglie e il figlio con calci e pugni. Alcuni vicini sentendo le urla hanno chiamato le forze dell’ordine che sono immediatamente giunte sul posto.

L’uomo è stato così arrestato e le due vittime medicate in ospedale. Soltanto dopo aver parlato con i medici hanno deciso di denunciare il tutto

Continua a leggere

Gragnano

GRAGNANO: 104 anni, sviene in bagno e nessuno ha più sue notizie, Carabinieri salvano la donna

Pubblicato

il

Il 2 maggio scorso ha spento 104 candeline ma ieri, per diverse ore, quella fiamma che l’ha tenuta in vita sin dal 1918 si è affievolita. Ha perso i sensi e nessuno è stato in grado di avere sue notizie. A dare l’allarme la badante. Non aveva le chiavi del suo appartamento e i colpi battuti sulla porta avevano portato a nulla. Il telefono squillava a vuoto ma non quello del 112. I carabinieri della stazione di Gragnano sono arrivati in pochi minuti e senza indugio hanno sfondato la porta di quell’appartamento in Via Roma. La donna era in casa ma riversa a terra in bagno, svenuta chissà da quanto tempo.
L’ambulanza è arrivata in un attimo e i medici hanno rianimato la nonnina che ha anche rifiutato il ricovero.
Ora sta bene ma i Carabinieri faranno in modo che le manchi nulla, anche se fosse solo una chiacchiera.

Continua a leggere

Città

Gragnano: 104 anni, sviene in bagno e nessuno ha più sue notizie. Carabinieri salvano donna

Pubblicato

il

104 anni, sviene in bagno e nessuno ha più sue notizie. Carabinieri salvano donna
Il 2 maggio scorso ha spento 104 candeline ma ieri, per diverse ore, quella fiamma che l’ha tenuta in vita sin dal 1918 si è affievolita. Ha perso i sensi e nessuno è stato in grado di avere sue notizie. A dare l’allarme la badante. Non aveva le chiavi del suo appartamento e i colpi battuti sulla porta avevano portato a nulla. Il telefono squillava a vuoto ma non quello del 112.

I carabinieri della stazione di Gragnano sono arrivati in pochi minuti e senza indugio hanno sfondato la porta di quell’appartamento in Via Roma. La donna era in casa ma riversa a terra in bagno, svenuta chissà da quanto tempo. L’ambulanza è arrivata in un attimo e i medici hanno rianimato la nonnina che ha anche rifiutato il ricovero. Ora sta bene ma i Carabinieri faranno in modo che le manchi nulla, anche se fosse solo una chiacchiera.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante