Resta sintonizzato

Lavoro

L’Italia e le morti sul lavoro: gravità della situazione e paragone con gli altri paesi UE

Pubblicato

il

ITALIA – Le morti sul lavoro sono una piaga che riguarda l’Europa intera. Il nostro Paese è però tra quelli in cui si registrano i numeri più alti di decessi sul posto lavorativo. Guardando i dati Eurostat relativi al 2018, gli ultimi disponibili in un’analisi più completa dell’ufficio di statistiche europeo, si evince la gravità del fenomeno con il nostro Paese che ha fatto segnare ben 523 decessi, una vera e propria strage, e con solo la Francia che fa peggio di noi con 615. Tra gli altri Paesi più popolosi molte morti ci sono state anche in Spagna (323), e in Germania (397), anche se quest’ultima nazione ha 83 milioni di abitanti, a fronte dei nostri 60, il che rende ancora peggiore la situazione nello Stivale.

La media comunitaria di decessi in incidenti è di 1,77 per ogni centomila lavoratori, ben lontana dagli 2,25 che si registrano nel nostro Paese. In particolare, tra il 2017 e il 2018 si è registrato un aumento del numero totale di infortuni sul lavoro, circa 8. 137 in più (equivalente a una crescita dello 0,3%).

Per quanto riguarda i dati di genere, gli uomini, impiegati maggiormente nei lavori che prevedano una certa forza (si pensi al settore minerario, manifatturiero o edile), hanno molte più probabilità rispetto alle donne di avere un infortunio e nel 2018, più di due incidenti non mortali sul lavoro su tre hanno coinvolto lavoratori maschi.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Lavoro

Concorso Asia Napoli, selezione per 500 nuovi operatori ecologici: al via domande online

Pubblicato

il

CNAPOLI – È stato pubblicato sul sito di Asia Napoli l’avviso finalizzato all’assunzione di 500 operatori ecologici da destinare alle attività di spazzamento e raccolta differenziata nella città di Napoli. Il personale assunto arricchirà la forza lavoro di ASIA Napoli e sarà distribuito nei vari distretti operativi per svolgere attività di nettezza urbana in tutte e 10 le Municipalità.

I requisiti minimi di partecipazione sono: età minima 18 anni; licenza media inferiore; patente (A e/o B). La selezione per titoli ed esami, prevede una prova scritta che si svolgerà a settembre con un test a risposta multipla. La domanda può essere inoltrata solo per via telematica inviando l’apposito modulo da compilare online.

Le informazioni di dettaglio sono riportate sul sito di Asia Napoli: 
www.asianapoli.it/dettagli/comunicazione/338

Continua a leggere

Lavoro

Azienda Improsta, De Luca: “Destinare l’azienda alla preparazione dei giovani in ambito universitario”

Pubblicato

il

SALERNO – “Questa mattina in Improsta, azienda agricola di 200 ettari di proprietà regionale nella Piana del Sele, abbiamo celebrato la conclusione di un importante corso di formazione di 10 mesi che ha permesso a tanti ragazzi svantaggiati di imparare a produrre mozzarella e più in generale prodotti caseari, aprendo loro una reale prospettiva di lavoro. Continuiamo, come Regione Campania, a puntare tantissimo sulla formazione professionale e a tal scopo vorremmo destinare l’azienda Improsta, in raccordo con la Facoltà Agraria di Portici della Federico II, e l’Ateneo di Salerno, alla preparazione dei giovani in ambito universitario. Accoglieremo studenti esteri che verranno qui a svolgere i loro due anni di specializzazione. E rilanceremo così anche una vocazione che negli ultimi anni si è un po’ persa, quella della ricerca scientifica in ambito agricolo.

Questo quanto pubblicato dal Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca sulla sua pagina social riguardo l’odierna visita all’azienda agricola salerinata.

Continua a leggere

Lavoro

Rinnovo degli statali, Brunetta dichiara: “In arrivo aumenti e arretrati”

Pubblicato

il

Importante svolta in arrivo per i dipendenti pubblici di ministeri, agenzie fiscali ed enti non economici, fra cui Inps e Inail, che vedranno rinnovato il proprio contratto. Infatti, dopo il via libera della Corte dei conti, l’Aran e i sindacati hanno firmato l’accordo definitivo per il comparto Funzioni Centrali, la cui pre-intesa era stata siglata lo scorso 21 dicembre.

Pertanto, ci saranno gli aumenti previsti, che si attestano intorno ai 105 euro medi per 13 mesi, cui si aggiunge un beneficio pari ad altri 20 euro medi mensili. Quindi, l’aumento contrattuale sale fino a 117 euro lordi per la fascia degli assistenti amministrativi, mentre il contratto riguarda il triennio 2019-2021, riconoscendo anche gli arretrati medi, pari a circa 1800 euro. In particolare, ad esserne interessati sono 225 mila statali.

Tuttavia, pare che aumenti e arretrati possano essere presenti in busta paga a giugno, anche se si era pensato ad un’anticipazione straordinaria già a maggio, sulla quale però regna l’incertezza. Sulla questione, è intervenuto anche il Ministro della Pubblica Amministrazione Renato Brunetta, che ha così commentato:

“Aumenti e arretrati in arrivo, rappresentano una boccata d’ossigeno per i lavoratori, in un momento caratterizzato da un generalizzato aumento dei prezzi. Oltre che sul piano economico, diverse sono le novità anche a livello normativo, a partire dallo sblocco delle carriere”.

Poi, conclude: “La rivoluzione del lavoro pubblico è in corso. Adesso avanti con la stessa determinazione, per chiudere i contratti della sanità e degli enti locali”.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante