Resta sintonizzato

Cronaca

Rapina alla posta di Napoli, il colpo organizzato in caserma con un pregiudicato

Pubblicato

il

Emergono ancora nuovi retroscena sulla rapina all’ufficio postale di Napoli, effettuata da due carabinieri ed un complice il 21 gennaio 2019. Complice che, i militari, conoscevano bene visto che era sottoposto all’obbligo di firma negli uffici della caserma di Casoria. L’idea del colpo, dunque, sarebbe nata proprio in quest’ultimo posto, dove Alfonso L. (il nome del pregiudicato) avrebbe proposto la rapina ai due membri appartenenti alle forze dell’ordine.

«Fermi, carabinieri!», avrebbero urlato gli aggressori intimando l’alt alle vittime. Effettivamente non si sbagliavano, perché seppur in borghese i due malfattori appartenevano all’Arma. Entrambi, il 37enne Andrea T. ed il 49enne Antonio V., prestavano servizio presso la compagnia di Casoria. Con loro c’era il terzo complice, Alfonso L., che abitualmente si recava in caserma per l’obbligo di firma.

È così che è emerso il sospetto, inimmaginabile, che però rafforza l’ipotesi accusatoria. L’idea del colpo sarebbe nata negli uffici della caserma di Casoria. Alfonso L. , come riportato da Il Messaggero, avrebbe agito così poiché, probabilmente, era a conoscenza delle presunte difficoltà economiche nelle quali i due appuntati si sarebbero venuti a trovare in quel periodo.

Erano le 15:30 del 21 gennaio 2019. A quel punto, scatta il raid. Tre persone attendono l’uscita dagli uffici postali di un gruppetto di persone, quali hanno appena prelevato una ingente somma di denaro. Non appena questi giungono all’esterno della struttura, la banda si mette in azione ed effettua la rapina. Due degli aggressori hanno anche mostrato un distintivo ed una paletta in dotazione all’Arma. 

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cronaca

Fuorigrotta: rubano in un appartamento. Arrestati due fratelli

Pubblicato

il

NAPOLI – Stanotte gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e del Commissariato San Paolo su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti in via Brigata Bologna per la segnalazione di due persone che si stavano calando dal balcone di un appartamento.

I poliziotti, giunti sul posto, hanno intercettato i due nel vialetto che conduce all’abitazione mentre si stavano dando alla fuga e, dopo un breve inseguimento a piedi, li hanno bloccati e trovati in possesso di due borse al cui interno sono stati rinvenuti orologi, monili, bracciali e anelli d’oro nonché un paio di guanti, una torcia e una pinza.

Due fratelli napoletani di 35 e 43 anni, entrambi con precedenti di polizia, sono stati arrestati per furto aggravato, mentre la refurtiva è stata restituita ai proprietari.

Napoli, 5 luglio 2022

Continua a leggere

Cronaca

Capodichino, fermato presunto ricettatore

Pubblicato

il

CAPODICHINO – Ieri notte gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, su segnalazione della Centrale Operativa sono intervenuti presso un hotel di viale Umberto Maddalena per effettuare un accertamento su un ospite della struttura in possesso di una carta d’identità emessa dalle autorità bulgare e risultata rubata.
I poliziotti, giunti sul posto, hanno trovato l’uomo che ha dichiarato di essere il cittadino bulgaro effigiato sulla carta d’identità nonostante la foto presente sul documento non lo rappresentasse.

Gli operatori, una volta accompagnatolo presso gli uffici di polizia per sottoporlo a rilievi foto-dattiloscopici, lo hanno identificato per un 24enne siriano e lo hanno sottoposto a fermo di P.G. poiché gravemente indiziato di ricettazione nonché denunciato per sostituzione di persona.

Napoli, 5 luglio 2022

Continua a leggere

Cronaca

Frattaminore, operazione ad alto impatto della polizia locale

Pubblicato

il

FRATTAMINORE – Ieri mattina gli agenti del Commissariato di Frattamaggiore, con il supporto del Reparto Prevenzione Crimine Campania, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio a Frattaminore in particolare nelle vie Turati, Cavalieri di Vittorio Veneto e Giovanni XXIII e nelle piazze San Maurizio e Atella.

Nel corso dell’attività sono state identificate 75 persone, di cui 17 con precedenti di polizia, controllati 59 veicoli, di cui uno sottoposto a fermo amministrativo, e contestate 3 violazioni del Codice della Strada per guida con patente scaduta e guida senza casco di protezione.

Napoli, 5 luglio  2022

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante