Resta sintonizzato

Attualità

CASAVATORE – Commercianti sul piede di guerra, assessori all’ascolto

Pubblicato

il

CASAVATORE – Mentre continua ad imperversare la querelle su T.A.R.I. e buoni spesa, e ancora forte si ode l’eco delle proteste e dei sit-in dei cittadini inferociti in Piazza Gaspare Di Nocera, i commercianti si riuniscono in Via Antonio Meucci alla presenza degli assessori dott. Vincenzo Palladino, responsabile del settore Polizia Locale, e dott. Adriano D’Errico, con delega a Commercio ed Ambiente, per affrontare la spinosa questione del rilancio delle imprese che insistono su di un territorio che continua a vivere una profonda crisi economica. Presente all’incontro il Consigliere dott. Francesco Napolitano, unico membro dell’Assemblea Consiliare.

Tema centrale è l’iniziativa dei Distretti del Commercio, finanziata con i fondi della Città Metropolitana (si parla di circa 15 milioni di euro), da gestire con minuziosa attenzione: la posta in gioco è il futuro delle attività commerciali del piccolo centro ormai provate, oltre che dalla pandemia, da anni di totale immobilismo delle varie amministrazioni che hanno puntualmente disatteso tutte le promesse dispensate a piene mani in campagna elettorale.

La lista delle richieste dei convenuti, circa una trentina, è breve ma ricca di contenuti: miglioramento della sicurezza, rivisitazione e potenziamento dell’illuminazione, agevolazioni sulla tassa di occupazione di suolo, ottimizzazione della viabilità, individuazione di aree di parcheggio adeguate (magari utilizzando quelle già presenti), maggiore attenzione al decoro urbano, organizzazione di eventi e manifestazioni con il coinvolgimento delle associazioni datoriali e locali, istituzione di isole pedonali domenicali da arricchire con esposizioni di artigianato e prodotti tipici.

Si è parlato anche di ambiente e rifiuti, con particolare riferimento al Centro di Raccolta di Via Filippo Palizzi, ormai vicino al decimo compleanno e ancora indisponibile, per il quale l’assessore D’Errico si è impegnato a richiedere un confronto con le Istituzioni per garantirne la messa in funzione a breve, sconfessando sorprendentemente le dichiarazioni del Sindaco dott. Luigi Maglione, che in un’intervista ne sottolineava soltanto due settimane fa l’antieconomicità per la necessità, a suo dire, di impegnare ingenti risorse umane, che ne avrebbero vanificato i presunti vantaggi per la comunità.

Non si registrano proposte né soluzioni miracolose, di fatto, da parte degli assessori presenti, ma si avverte chiara la totale disponibilità al dialogo e a tavoli periodici di confronto. Molte le perplessità, ma tutte espresse in un clima sostanzialmente sereno e costruttivo, che lascia ben sperare per il futuro, ammesso che gli impegni assunti nell’incontro siano correttamente trasformati in azioni in tempi ragionevoli.

Ascia sotterrata, quindi, ma solo per il momento.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attualità

Camorra, arrestate 5 persone per l’omicidio del boss Patrizio Reale: i nomi

Pubblicato

il

La Polizia di Stato di Napoli, ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, nei confronti di 5 indagati gravemente indiziati del reato di concorso in omicidio, aggravato dal metodo mafioso e dall’agevolazione dell’organizzazione di appartenenza, commesso nell’ottobre 2009 ai danni del boss Patrizio Reale, a San Giovanni a Teduccio.

In particolare, i killer che fecero irruzione in casa del boss, ferirono anche due persone che erano con lui. Ecco i nomi degli indagati raggiunti dal provvedimento:

  1. Armando De Maio, 31 anni, nato a Napoli;
  2. Luigi D’Amico, 53 anni, nato a Napoli;
  3. Gennaro D’Amico, 48 anni, nato a Napoli;
  4. Salvatore D’Amico, 49 anni, nato a Napoli;
  5. Ciro Ciriello, 36 anni, nato a Napoli.

Continua a leggere

Attualità

Fa sesso in auto con una escort che poi lo investe: i particolari

Pubblicato

il

Incredibile episodio avvenuto nei pressi del carcere di San Tammaro, nel Casertano, dove un uomo di 45 anni è finito in ospedale dopo essere stato investito da un’auto.

Stando a quanto riferito dall’uomo, alla guida della vettura vi era una prostituta, con la quale era stato appena consumato un rapporto sessuale. Tuttavia, dopo l’atto, è scoppiata una violenta lite tra i due, che ha portato la 30enne escort a inseguirlo e investirlo con l’auto.

Pertanto, il 45enne è stato soccorso dai sanitari del 118, mentre la giovane è stata medicata.

Continua a leggere

Attualità

Adesso è ufficiale: McDonald’s esce dalla Russia

Pubblicato

il

Era nell’aria da tempo, ma adesso è ufficiale: McDonald’s esce definitivamente dalla Russia. Infatti, come riporta Bloomberg, si è completata la vendita delle sue attività ad un acquirente locale, in seguito all’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca. In particolare, i locali non utilizzeranno più il nome, il logo e il marchio McDonald’s.

Tuttavia, con quest’uscita, il colosso americano prevede di registrare un onere non monetario di circa 1,2-1,5 milioni di dollari, per cancellare gli investimenti netti in Russia. Nel complesso, McDonald’s prevede l’apertura di oltre 1300 nuovi ristoranti nel 2022. Investimenti di circa 2,1-2,3 miliardi di dollari, mentre i ristoranti in Ucraina resteranno chiusi e il personale percepirà ugualmente lo stipendio pieno.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante