Resta sintonizzato

Cronaca

Ucraina, convoglio russo avanza verso Kiev: almeno 70 militari uccisi a Kharkiv

Pubblicato

il

Mentre nelle stanze delle più alte cariche si tratta la tregua, continua l’assedio tra le strade. Infatti, come riferisce la CNN, un enorme convoglio di 64 km di veicoli militari russi avanza lungo le strade a nord-ovest di Kiev. Si tratta di centinaia di carri armati, artiglieria trainata, veicoli blindati e logistici, che si estende dall’aeroporto di Hostomel al villaggio di Prybirsk, che si trova tra Kiev e Chernobyl.

Intanto, il The Guardian riferisce di un’esplosione avvenuta in corrispondenza della sede del governo regionale. Tuttavia, gli attacchi alla città sono proseguiti anche durante la notte, con i russi che hanno fatto saltare le sottostazioni elettriche, causando enormi problemi per i rifornimenti di acqua ed elettricità. In totale, gli attacchi di ieri hanno causato la morte di almeno 11 persone e decine di feriti, oltre alla distruzione di almeno 87 edifici residenziali.

Pertanto, l’armata russa avanza inesorabile, con oltre 70 militari ucraini uccisi presso la base militare di Okhtyrka, tra Kharkiv e Kiev. Intanto, almeno 413 persone sono state arrestate in Russia durante le proteste di ieri contro la guerra in Ucraina.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cronaca

Paura in casa, sfonda la porta e si scaglia contro la moglie per picchiarla: 40enne in manette

Pubblicato

il

Follia nella notte ad Alife, nel Casertano, dove un 40enne del posto ha prima sfondato la porta d’ingresso della sua abitazione, per poi scagliarsi con violenza contro la moglie, sotto gli occhi della figlia. Sul posto, sono intervenuti i carabinieri della stazione locale, i quali hanno colto l’uomo in flagranza di reato, arrestandolo per maltrattamenti in famiglia.

Pertanto, l’arrestato è stato condotto presso il carcere di Avellino. Seguiranno aggiornamenti!

Continua a leggere

Cronaca

Follia in carcere, 4 detenuti danno fuoco ad una cella: la situazione

Pubblicato

il

Attimi di follia all’interno del carcere di Poggioreale, dove lo scorso lunedì alcuni detenuti hanno dato alle fiamme una cella, dopo che gli erano stati negati degli psicofarmaci. Si tratta di tre marocchini e un tunisino.

A dare la notizia, è stata un’organizzazione sindacale che conta circa 2 mila iscritti in tutta Italia, la cosiddetta AS.P.PE. In una nota, in sindacalisti evidenziano “le gravi criticità operative in cui versano molti istituti della Campania. Daremo il nostro contributo, affinché siano migliorate le condizioni di lavoro dei circa 4000 poliziotti penitenziari che operano in Campania nell’interesse collettivo, affinché sia data migliore esecuzione al mandato istituzionale del Corpo di Polizia Penitenziaria”.

Continua a leggere

Cronaca

Tragedia all’alba: alpinista precipita e muore sull’Ortles

Pubblicato

il

Tragedia avvenuta questa mattina sull’Ortles, in Trentino Alto-Adige, nella quale ha perso la vita un alpinista. In particolare, l’uomo si trovava nei pressi del rifugio Payer, punto di partenza di molti alpinisti per la scalata finale della vetta di quasi 4 mila metri.

Pertanto, egli è precipitato da un’altezza di 400 metri, ma nonostante l’immediato intervento del Soccorso Alpino di Solda e della Guardia di Finanza con l’elisoccorso, l’uomo non ce l’ha fatta.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante