Resta sintonizzato

Cronaca

Ucraina, continuano i bombardamenti su Kiev: Erdogan chiama Putin

Pubblicato

il

Continuano i bombardamenti a ovest e a nord-ovest di Kiev, dove questa mattina pesanti esplosioni hanno devastato la città. In particolare, due colpi di mortaio hanno colpito un checkpoint, installato per consentire l’ingresso di civili dalla periferia alla città. Tuttavia, ci sarebbero state vittime civili, anche bambini, così come accaduto a Irpin, dove le forze armate russe hanno sparato contro i civili, uccidendone almeno tre.

Secondo le prime informazioni, le truppe russe hanno deliberatamente preso di mira un ponte utilizzato dalla gente per evacuare. Intanto, il premier russo Vladimir Putin e quello turco Recep Tayyip Erdogan, si sono sentiti telefonicamente per parlare della questione Ucraina. Tuttavia, il leader turco avrebbe invitato Putin a cessare il fuoco, allo scopo di aprire corridoi umanitari e firmare il trattato di pace.

Secondo il vicecomandante della milizia filorussa dell’autoproclamata di Donetsk, Eduard Basurin, ha così dichiarato: “In mattinata i corridoi umanitari saranno riaperti a Mariupol e a Volnovakha. Noi, speriamo ancora che i comandi ucraini incaricati di difendere le regioni abitate, ordinino ai loro subordinati di sbloccare le vie di fuga, affinché i civili possano lasciare queste aree popolate”.

Al momento, secondo l’Onu, sono più di 1,5 milioni i rifugiati fuggiti dall’Ucraina in 10 giorni, mentre “i russi si preparano a bombardare il porto ucraino di Odessa”, come afferma il premier ucraino Zelensky. Lo stesso Zelensky, in un discorso agli ucraini di questa mattina, ha elogiato le molte forme di resistenza che le persone hanno scelto per opporsi al nemico, definendo il suo Paese “una superpotenza dello spirito”. Infatti, in dieci giorni di guerra, l’Ucraina ha unito “milioni di persone, che sono diventate un tutt’uno”.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cronaca

Cade in piscina con la bimba di due anni: muore la babysitter, grave la piccola

Pubblicato

il

È morta la babysitter cinquantenne, di origine filippina, che nella tarda mattinata di ieri è finita sott’acqua in una piscina privata di una villa sui colli bolognesi insieme alla bimba di appena due anni che accudiva.

La bimba è in prognosi riservata al Sant’Orsola di Bologna. La babysitter inizialmente ricoverata in rianimazione all’ospedale Maggiore, già in condizioni molto gravi, poi le sue condizioni sono peggiorate ed è deceduta.

Continua a leggere

Cronaca

Panico a Roma, commando armato assalta portavalori: ferita una guardia giurata

Pubblicato

il

Attimi di panico a Roma, dove un commando di cinque persone ha assaltato un portavalori. In particolare, almeno tre persone hanno sparato varie volte, ferendo con un proiettile una guardia giurata, colpita ad un fianco. Poi, si sono dati alla fuga.

L’episodio, è avvenuto questa mattina a Torre Angela, in via Anteo, a pochi metri da un bar. Secondo le prime informazioni, il gruppo ha bloccato e assaltato il portavalori con una manovra, per poi aprire il fuoco. La guardia giurata ferita per aver tentato di reagire, è stata trasportata d’urgenza in ospedale, ma non sarebbe in pericolo di vita.

Sul posto, sono intervenuti gli agenti della Polizia di Stato e la squadra della Scientifica, per effettuare i rilievi del caso. Caccia aperta ai banditi, con il bottino che si aggirerebbe intorno agli 1,4 milioni di euro.

Continua a leggere

Cronaca

Aversa piange Enzo, morto a soli 37 anni: i dettagli

Pubblicato

il

Aversa piange la scomparsa di Enzo Cinquegrana, 37enne del posto morto martedì per una grave malattia. L’uomo, lascia la madre Lucia e i fratelli Salvatore, Roberta, Giovanni e Luisa.

Numerosi i messaggi di cordoglio sui social, come quelli degli amici dell’associazione dei devoti della Madonna dell’Arco, che lo hanno così ricordato:

“Tutta l’associazione Maria SS. dell’Arco via Costantinopoli 43, si stringe al dolore che ha colpito il nostro amico Giovanni Cinquegrana, per la perdita del caro fratello Enzo vi siamo vicini”.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante