Resta sintonizzato

Bacoli

Bacoli, accoglierà i bambini ucraini malati

Pubblicato

il

Sempre più città in Campania stanno accogliendo i profughi ucraini che scappano dalla guerra, un flusso spesso non controllato che secondo la Regione va regolarizzato. La notizia che ieri è stato bombardato un ospedale pediatrico ha scosso il mondo. Per il presidente ucraino si è trattato di un crimine di guerra perché durante i bombardamenti i più colpiti sono soprattutto i bambini malati che necessitano di cure.

A loro si è rivolto il sindaco di Bacoli che ha annunciato in un post sul suo profilo social che accoglierà ben 25 persone tra bambini ucraini malati, con disabilità e oncologici, insieme alle loro mamme:

Ho una grande notizia. Bacoli accoglierà bambini ucraini, con disabilità, o in chemioterapia, in fuga dalla guerra. Insieme alle loro mamme. Lo faremo nel palazzo del Pio Monte della Misericordia, con una struttura arredata per 25 persone. Con letti, cucine ed una vasta area destinata al gioco per tutti i bambini che saranno ospitati. È un’opera di solidarietà resa possibile grazie all’associazione La Casa di Matteo, che ha trasformato il piano superiore dell’ex palazzo delle suore in uno spazio di accoglienza per i bimbi in difficoltà. Ringrazio Luca Trapanese, oggi anche assessore al Comune di Napoli, per il suo grande cuore. Quando l’ho sentito, annunciandomi la notizia, mi ha reso felice. Ed orgoglioso. Perché la nostra comunità, come sempre, saprà fare la propria parte. Perché è una gioia sapere che il luogo simbolo dell’infanzia, per generazioni di bacolesi, oggi diventi uno dei fari di solidarietà, a Napoli, in Italia, per l’aiuto ai piccoli che più di tutti soffrono il dramma delle bombe, della morte, della guerra. Saranno ospitati a Bacoli fino a 7 nuclei familiari. Insieme, possiamo fare tantissimo. Abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti. Un passo alla volta. Un aiuto alla volta“.

La mini casa si trova nel palazzo Pio Monte della Misericordia ed è dottata di posti letto, cucina, bagni, giardino e un’area giochi. Tutto è stato fatto per essere adatto ai bambini con decorazioni e parati a tema stile Disney.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Bacoli

Evade le tasse per anni, gli chiudono il ristorante. Paga fino all’ultimo centesimo e riapre

Pubblicato

il

Gli hanno fatto riaprire il ristorante solo dopo avere versato le tasse che per anni non aveva pagato. È successo a Bacoli, dove negli ultimi due giorni sono stati cinque gli imprenditori che hanno provveduto a regolarizzare la propria posizione tributaria per poter continuare a tenere aperte le loro attività. Lo scrive il sindaco Josi Gerardo Della Ragione su Facebook:

“Questa mattina il titolare di un ristorante di Bacoli, che avevamo chiuso, perché per anni non aveva pagato le tasse, ha versato nelle casse comunali quanto dovuto. E adesso potrà riaprire. Nelle ultime 48 ore sono ben 5 le attività commerciali di Bacoli, tra cui lidi balneari, ristoranti e bar, che sono venuti in Municipio a pagare o rateizzare i propri debiti con il popolo bacolese. Dopo aver ricevuto la diffida di chiusura. Per un totale di circa 60.000 € recuperati. Sono soldi che serviranno alla città. A ricostruire la normalità perduta. Sono tributi locali che non erano incassati dal Comune anche dal 2018. Ringrazio l’assessore Rosaria Di Meo per l’ottimo lavoro svolto. Stiamo voltando pagina. Abbiamo fatto tanto, per riscattare il nostro paese dal dissesto. Dobbiamo continuare così. E fare meglio. Un passo alla volta”.

È una piccola, grande rivoluzione quella che Josi Gerardo Della ragione sta portando a Bacoli. Numerose le iniziative in favore della legalità e della fruizione della città da parte dei bacolesi: tra le ultime spicca la bonifica della spiaggia libera di Casevecchie, la più bella del territorio comunale, dopo ben 50 anni.

Continua a leggere

Attualità

A Bacoli sorge la prima area freedog: i cani potranno correre liberamente

Pubblicato

il

Bacoli è da sempre un Comune pet friendly. Se la città è stata scelta come una delle più virtuose per la gestione delle colonie di gatti, ora il primo cittadino si occupa dei cani. È infatti pronta la prima area freedog dove i nostri amici a quattro zampe potranno correre e giocare liberamente lontani da ogni pericolo. Un luogo magico con vista sul Lago Miseno.

Ad annunciarlo è lo stesso sindaco Josi della Ragione in un post sul suo profilo Facebook:

È pronta la prima “area freedog” di Bacoli! Si trova sul lago Miseno, lungo la pista ciclabile. E la inaugureremo nei prossimi giorni. Con tanti cani in libertà. Potranno giocare, correre, rotolare. Nasce in uno spazio che era da sempre negato ai cittadini. Un luogo liberato da abusi e degrado. Oggi abbiamo completato le ultime opere. La rete, i paletti, la cura del verde. Una promessa che avevamo fatto alla comunità. E che manteniamo. Sarà uno spazio dedicato ai nostri amici a quattro zampe. Presto, ne realizzeremo altre. Ringrazio l’assessore Mariano Scotto di Vetta. Ringrazio il presidente del Centro Ittico Campano, Francesco Caputo. Insieme, assicuriamo ai bacolesi una città più vivibile. Finalmente normale. Un passo alla volta. Una zampa alla volta“.

Continua a leggere

Bacoli

Vaccini Covid a grandi e piccoli alla Casina Vanvitelliana

Pubblicato

il

Una location suggestiva per un evento importante come l’estensione, il più possibile, della campagna vaccinale contro il Covid-19, fondamentale per contrastare la diffusione, e gli effetti, del virus: la “Notte bianca della famiglia”, sabato 5 febbraio, darà la possibilità a grandi e piccini di ricevere la propria dose di vaccino contro il Coronavirus, nella cornice d’eccezione della Casina Vanvitelliana di Bacoli, nella provincia di Napoli. Come detto domani, sabato 5 febbraio 2022, dalle ore 15 alle ore 23.30, tutti i cittadini che risiedono nei comuni dell’Asl Napoli 2 Nord che vogliano essere vaccinati, possono recarsi alla Casina Vanvitelliana, che potranno poi anche visitare gratuitamente per l’occasione: l’iniziativa è aperta a tutti coloro che abbiano almeno 5 anni, ovvero a tutti quelli che sono in età vaccinabile contro il Covid-19.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante