Resta sintonizzato

Attualità

Guerra, stop alle forniture di gas russo in Europa: si parte oggi con Polonia e Bulgaria

Pubblicato

il

Putin spaventa l’Europa, minacciando d’interrompere la fornitura di gas ai Paesi dell’UE. In particolare, come riferisce il gruppo energetico polacco Pgnig, che“ha ricevuto una lettera di Gazprom, che annuncia una sospensione completa delle forniture di gas. Pgnig e Gaz-System informano che attualmente, tutte le consegne ai clienti, vengono effettuate in base alle loro esigenze. Le aziende stanno monitorando la situazione e sono preparate per vari scenari”.

Tuttavia, la stessa Gazprom, tramite il suo rappresentante ufficiale Sergey Kupriyanov, non ha confermato “che la fornitura di gas russo alla Polonia, è già stata interrotta”, ma sottolinea che “oggi la Polonia è obbligata a pagare le forniture di gas, in conformità con la nuova procedura di pagamento”.

Dello stesso avviso, il ministero dell’Energia di Sofia, che afferma che “Gazprom ha informato Bulgargaz, che interromperà la fornitura di gas dal 27 aprile”. La decisione segue il rifiuto della Bulgaria di pagare il gas in rubli.

A tal proposito, si è espresso anche Yermak, capo dell’ufficio della presidenza ucraina, il quale ha così osservato:

“Stiamo assistendo ad un aumento russo delle tariffe e ad un allontanamento da qualsiasi regola e obbligo. L’Unione Europea, ha ripetutamente affermato che non pagherà il gas in rubli, perché i contratti firmati non riguardano pagamenti in valuta di legno”.

Poi, ha aggiunto: “La Russia sta cercando di dividere l’unità dei nostri alleati e dimostra anche che le risorse energetiche, sono un’arma per loro. Ecco perché, l’Unione Europea dev’essere unita e imporre un embargo sulle risorse energetiche, privando i russi delle loro armi energetiche”.

Attualità

Covid, Campania: questo il bollettino di oggi, 15 maggio 2022

Pubblicato

il

CAMPANIA – Questo il bollettino diramato dall’unità di crisi della Regione Campania recante i dati sulla crisi epidemiologica da Covid-19 nel territorio regionale (dati aggiornati alle 23.59 di ieri).

Positivi del giorno: 3.330di cui: Positivi all’antigenico: 3.027 Positivi al molecolare: 303Test: 21.202di cui: Antigenici: 16.055 Molecolari: 5.147

Deceduti: 0R

eport posti letto su base regionale: Posti letto di terapia intensiva disponibili: 581Posti letto di terapia intensiva occupati: 35 Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (*)Posti letto di degenza occupati: 575

Continua a leggere

Attualità

De Luca omaggia Insigne nel giorno della sua ultima partita con il Napoli

Pubblicato

il

NAPOLI – Il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca omaggi Lorenzo Insigne nel giorno della sua ultima partita con la maglia azzurra pubblicando un post sui propri social.

Un abbraccio a Lorenzo Insigne che oggi gioca la sua ultima gara con la maglia del Napoli allo Stadio Diego Armando Maradona. Grazie a questo campione per le emozioni che ci ha donato con reti, assist, trofei sempre e per l’amore sconfinato che ha sempre dimostrato per Napoli ed il Napoli. Gli auguriamo ogni bene per il nuovo “tiro a giro” della sua vita e della sua professione. E grazie ancora per la sua generosa donazione durante la pandemia. Ciao Lorenzo” conclude il Presidente.

Continua a leggere

Attualità

Folle inseguimento a Napoli, impattano con la volante dopo il furto: arrestati

Pubblicato

il

Gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, sono stati avvicinati nella serata di ieri da un uomo, il quale ha raccontato che poco prima il suo stereo, è stato asportato dalla propria auto da due persone, indicando la vettura su cui queste si stavano allontanando.

Pertanto, ne è nato un inseguimento, durante il quale il conducente ha effettuato manovre pericolose alla circolazione stradale, allo scopo di seminare i poliziotti. Tuttavia, all’altezza della Tangenziale, la loro auto ha impattato contro la volante e sono stati bloccati.

In particolare, all’interno del veicolo, vi era lo stereo asportato e poi restituito al legittimo proprietario. Ad ogni modo, i due uomini napoletani, rispettivamente di 54 e 57 anni, sono stati arrestati per rapina impropria, lesioni e resistenza a Pubblico Ufficiale, nonché denunciati per danneggiamento ai beni della Pubblica Amministrazione.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante