Resta sintonizzato

Napoli

Appalti ASL per fronteggiare il Covid, 23 indagati a Napoli

Pubblicato

il

Sono tre i filoni d’inchiesta aperti dalla Procura di Napoli che riguardano alcuni appalti indetti per fronteggiare la pandemia covid. In tutto sono 23 le persone che sono state iscritte nel registro degli indagati.

I filoni investigativi, per i quali sono stati emessi gli inviti a comparire, riguardano gli ospedali modulari a Napoli, Caserta e Salerno, un appalto da 18 milioni di euro, le forniture di mascherine per bambini, e, infine, una serie di episodi di appropriazioni indebite di tamponi e mascherine da parte per personale sanitario. Tra le 12 persone indagate per gli ospedali modulari figura anche il manager dell’Asl Napoli 1 Ciro Verdoliva al quale gli inquirenti contestano i reati di turbativa d’asta e frode in pubbliche forniture in relazione al suo interessamento per favorire la multinazionale francese Siram a cui far avere lavori in subappalto dalla società Med di Padova. Ad anticipare informazioni sul quel bando alla Med sarebbe stata, sempre secondo la Procura, una dirigente dell’ufficio di gabinetto della Giunta regionale e componente dell’unità di crisi. La dirigente, Roberta Santaniello, insieme con il coordinatore della task force regionale contro il Covid-19, Italo Giulivo, sarebbe coinvolta anche nel filone di indagini che riguarda le mascherine per bambini e per il quale sono stati emessi cinque inviti a comparire. Cinque inviti a comparire anche per il terzo e meno rilevante filone di indagini.

Continua a leggere
Pubblicità

Napoli

Napoli, due ventenni aggrediti dopo il Pride: insultati e presi a cinghiate

Pubblicato

il

Sono stati fermati gli aggressori di due giovani romani che la scorsa notte erano stati accerchiati e colpiti con delle cinghiate solo per essere gay.

Alle 4 di notte, mentre percorrevano via Santa Brigida, erano stati avvicinati da due giovani in auto: un diciottenne di Marano ed un sedicenne di Villaricca, entrambi incensurati, che hanno iniziato a rivolgere loro alcuni insulti omofobi. Uno dei ventenni ha reagito alle offese scatenando l’ira degli aggressori che sono scesi dall’auto e hanno colpito i due con spintoni, schiaffi e persino con la cinghia dei pantaloni. Immediatamente è scattata la denuncia ai Carabinieri.

I due romani aggrediti dopo il Napoli Pride sono stati invece trasportati all’ospedale San Paolo e medicati con una prognosi di cinque giorni.

Continua a leggere

Napoli

Napoli: Movida del centro storico, 1 arresto e 3 denunce dei Carabinieri

Pubblicato

il

Controlli nella movida del cuore storico di Napoli. Carabinieri della compagnia Centro in campo, insieme a quelli del Reggimento campania.
Arrestato un incensurato 18enne napoletano per resistenza a pubblico ufficiale. Insieme ad un complice momentaneamente sfuggito, non ha rispettato l’alt imposto ed è fuggito con il suo scooter. Per la fretta ha investito alcuni passanti, ha perso l’equilibrio ed è finito a terra. I pedoni colpiti non hanno riportato ferite, il 18enne è stato ammanettato. E’ ora in attesa di giudizio.
Due i parcheggiatori denunciati perché sorpresi in strada a chiedere denaro agli automobilisti in cerca di parcheggio. Erano in Via Cesare Battisti e per uno dei due era già scattato il daspo urbano.
Un 19enne dovrà invece rispondere di porto abusivo di armi. In tasca un coltello a serramanico.
In vico lungo a montecalvario rinvenuto un motociclo rubato qualche giorno fa. Nel sottosella una pistola a salve senza tappo rosso, alcuni indumenti e una mascherina ffp2.
Lo scooter è stato restituito al legittimo proprietario e sono in corso accertamenti per rintracciare eventuali impronte digitali.
Insieme a personale della sezione veicoli abbandonati della polizia municipale di Napoli sono state rimosse 20 moto e 1 un’auto perché abbandonate in strada senza autorizzazione.
I controlli continueranno anche nei prossimi giorni.

Continua a leggere

Napoli

Tragico incidente a Napoli, uomo travolto e ucciso a Via Marina

Pubblicato

il

Tragedia nella notte a Napoli. Uno scooter di grossa cilindrata è finito a terra. Dopo aver sbandato il mezzo a duo ruote è finito nella corsia preferenziale di via Marina, proprio davanti all’ospedale Loreto, investendo un uomo.

Nell’incidente, purtroppo, ha perso la vita la persona investita. Inutili i soccorsi dei sanitari del 118, che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante