Resta sintonizzato

Cronaca

Villaricca, investe un’anziana poi scappa. Condannato a sei mesi. I parenti della defunta: “In Italia i cittadini perbene non sono tutelati”

Pubblicato

il

VILLARICCA –  Un’anziana signora è stata travolta da una vettura e l’asciata a terra mentre attraversava la strada. Le immagini riprese dal servizio di videosorveglianza e pubblicate da un parente della vittima non lasciano alcun dubbio sull’evidente responsabilità del conducente. L’automobilista, a seguito dell’accaduto, scende dalla macchina e la osserva dopodiché fugge senza prestare soccorso. La donna morirà dopo essere stata dimessa dall’ospedale per emorragia.

I giudici hanno condannato l’uomo a sei mesi di pena sospesa e patente ritirata per un anno. Il dolore della famiglia non trova conforto in questa sentenza, si sentono traditi e ritengono di non aver ricevuto giustizia.

“In Italia i cittadini perbene non sono tutelati, si può condannare a sei mesi chi uccide una persona? Chi era alla guida è scappato senza prestare soccorso per noi è omicidio stradale. Quando l’hanno dimessa dall’ospedale ci hanno detto che solo un miracolo l’avrebbe salvata per il forte ematoma che aveva in testa, il miracolo non c’è stato ed è morta”. Questo l’amaro sfogo dei parenti che si sono rivolti in protesta al consigliere Borrelli.

“Le immagini sono abbastanza crude e provocano rabbia, come si fa a non precipitarsi a prestare soccorso e lasciare questa donna indifesa al suo destino? Questa famiglia merita qualche risposta in più, spesso i cittadini vengono lasciati soli davanti alla legge, bisogna sempre garantire giustizia alle vittime e ai loro familiari altrimenti la sfiducia verso lo Stato sarà totale”, così Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde.

Cronaca

Andrea Covelli, ritrovato cadavere a Pianura: ferite d’arma da fuoco anche al volto

Pubblicato

il

Sarebbe di Andrea Covelli il cadavere ritrovato nella serata di ieri a Pianura. Il ragazzo, di 27 anni che sarebbe stato rapito in strada da due ragazzi facendo perdere per giorni le sue tracce.

Il ritrovamento è avvenuto in un terreno di via Pignatiello, nella cosiddetta zona della Selva, a seguito di una “soffiata” ricevuta dai familiari che poi si è rivelata essere corretta. Sul posto sono giunti anche i parenti per l’identificazione.

Sul cadavere sarebbero state rinvenute ferite d’arma da fuoco, alcune anche in pieno volto. Per le condizioni in cui è stato ritrovato il corpo sembrano non esserci dubbi sul fatto che si tratti di omicidio. L’autopsia e il completamento delle indagini chiariranno l’intera dinamica della vicenda.

Continua a leggere

Cronaca

Iscritta a medicina da 18 anni, il papà non dovrà più versarle l’assegno di mantenimento

Pubblicato

il

È iscritta all’università di medicina da 18 anni e ancora non è riuscita a laurearsi. Per questo il padre, che intanto si è separato dalla mamma, ha fatto ricorso per non pagare più l’assegno di mantenimento alla figlia. Un ricorso che a sorpresa è stato accolto dal Tribunale di Napoli.

L’uomo, un pensionato di Portici, non dovrà più pagare 300 euro al mese alla figlia che è fuori corso e ormai di anni ne ha 36. La giovane si iscrisse alla facoltà di medicina nel 2006, da allora mancano ancora alcuni esami alla laurea e il padre, oltre a darle un assegno di 300 euro al mese, le ha anche comprato un appartamento del valore di circa 300.000 euro. La 36enne però non ha né finito gli studi né ha cercato un lavoro, motivo che ha spinto il giudice a negarle l’assegno paterno.

Continua a leggere

Cronaca

Tragico incidente sulla Statale del Vesuvio, 6 feriti e 4 veicoli coinvolti

Pubblicato

il

Sei persone sono rimaste ferite in un incidente stradale avvenuto lungo la statale 268. Nell’impatto sarebbero stati rimasti coinvolti quattro veicoli. Il transito è temporaneamente interdetto lungo la Statale del Vesuvio, in direzione Angri, all’altezza del km 12 in località Nola.

Il traffico viene temporaneamente deviato verso l’uscita Palma Campania.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante