Resta sintonizzato

Attualità

Napoli ricorda il giudice Falcone, la moglie e gli agenti della scorta in occasione del 30esimo anniversario della strage di Capaci

Pubblicato

il

Napoli ha ricordato oggi, 23 maggio 2022, il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta in occasione del 30esimo anniversario della strage di Capaci, del 23 maggio 1992.

In piazza Municipio, lì dove è piantato l’Albero della Legalità e dove è apposta la lapide, il sindaco Gaetano Manfredi e le istituzioni cittadine hanno deposto fiori. Una cerimonia che ha visto la partecipazione di una rappresentanza degli studenti delle scuole Ristori, Confalonieri, Casanova Costantinopoli, Foscolo Oberdan, De Amicis, Piscicelli, Tito Livio, dei licei Genovesi, Vittorio Emanuele e Margherita di Savoia, del Convitto Vittorio Emanuele, e degli Istituti Elena di Savoia, Isabella D’Este, Marie Curie.

Gli studenti hanno affidato all’Albero della Legalità i loro pensieri sulle mafie e in memoria di quel 23 maggio 1992. La cerimonia si è svolta con la partecipazione del prefetto, Claudio Palomba, dei vertici delle forze dell’ordine, del vicesindaco di Napoli, Mia Filippone, dell’assessore alla Sicurezza e legalità della Regione Campania, Mario Morcone, e del presidente della Fondazione Polis, don Tonino Palmese. 

Oggi è giornata di memoria e di riflessione che ci deve spingere non solo a ricordare tutti coloro che hanno sacrificato la loro vita per la legalità, ma anche a tenere la guardia molto alta perché la battaglia contro la camorra e contro tutte le mafie si combatte ogni giorno”. Lo ha detto Gaetano Manfredi.

Ricordo bene quel giorno, fu un momento davvero drammatico a cui poi seguì anche la morte di Borsellino: in quel momento sembrò che lo Stato fosse sotto scacco della mafia, è stato uno dei periodi più difficili per il Paese ma per fortuna la reazione democratica e l’impegno della magistratura e delle forze dell’ordine hanno fatto sì che quella battaglia continuasse e oggi possiamo dire a testa alta che esiste un Paese che vive nella legalità e che combatte con continuo impegno contro tutte le mafie e le illegalità“.

Attualità

Covid, Campania: 13.923 nuovi positivi, 3 decessi. Casi in aumento

Pubblicato

il

CAMPANIA – Questo il bollettino dioggi diramato dall’unità di crisi della Regione Campania riguardante gli ultimi dati della pandemia da Covid-19 sul territorio regionale.

(dati aggiornati alle 23.59 di ieri)

Positivi del giorno: 13.923

di cui:

Positivi all’antigenico: 13.035

Positivi al molecolare: 888

Test: 40.148

di cui:

Antigenici: 33.846

Molecolari: 6.302

Deceduti: 2 (*)

(*) nelle ultime 48 ore; 1 deceduto in precedenza ma registrato ieri.

Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 573

Posti letto di terapia intensiva occupati: 30

Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (*)

Posti letto di degenza occupati: 600

(*) Posti letto Covid e Offerta privata.

Continua a leggere

Attualità

Casoria, voragine sulla Circumvallazione Esterna: le ultime

Pubblicato

il

Pericolo per tutti gli automobilisti in transito sulla Circumvallazione Esterna di Napoli, all’altezza del centro commerciale Multibit di Casoria, dato che un’enorme voragine si è aperta sull’asfalto. La segnalazione è stata data da un automobilista, con un filmato inviato al Consigliere Regionale Francesco Emilio Borrelli, il quale ha così commentato:

Abbiamo allertato Città Metropolitana di Napoli, affinché si intervenga subito. Quel tratto di strada va messo in sicurezza ed il manto stradale va ripristinato. Non bisogna perdere tempo, prima che possa verificarsi qualche episodio drammatico. La situazione buche sulle strade e gli assi viari del nostro territorio è alquanto complicata, bisogna studiare un piano di intervento”.

Continua a leggere

Attualità

Blitz della GdF: indagate 28 persone per turbativa d’asta e corruzione in appalti pubblici

Pubblicato

il

Blitz della Guardia di Finanza di Piedimonte Matese in 6 comuni dell’Alto-Casertano, nel quale sono indagate 28 persone per turbativa d’asta e corruzione nei pubblici appalti.

In particolare, sono coinvolti i comuni di Vairano Patenora, Dragoni e Alvignano, Montaquila, San Martino Sannita, Piedimonte Matese. Inoltre, tra gli indagati risultano 8 imprenditori e 5 tecnici comunali. Al momento, sono tutti a piede libero.

Pertanto, tra gli imprenditori cinvolti, vi sono: Pasquale Caprio, Raffaele Di Caterino, Salvatore Maisto, Antonio Maisto, Vincenzo Izzo, Giulio Paolillo, Mario Santilli e Maria Marrone; mentre tra i tecnici interessati dall’attività investigativa figurerebbero De Simone, Landi, Leonetti, Pesa e Terreri.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante