Resta sintonizzato

POLITICA

De Luca sul Covid: “Picchi già a fine luglio”

Pubblicato

il

Consueta conferenza stampa con il governatore Vincenzo De Luca che ha fatto il punto della situazione sulla risalita di contagi covid dovuta al diffondersi delle nuove varianti Omicron.

Abbiamo un ritorno di contagio che è davvero preoccupante. Rispetto al 30 giugno 2021 avevano 120 positivi, 218 ricoveri ordinari, 20 terapie intensive occupate, 7.800 in isolamento domiciliare. Il 30 giugno 2022 invece 10 mila positivi, 453 ricoveri, 27 terapie occupate, Oggi 110 mila positivi. Il dato del 1 luglio è 10.700 positivi su 30 mila tamponi. Il problema sta diventando serio, ho cercato di dire che era bene non abbassare la guardia. Sono stato uno di quelli che hanno continuato in maniera ossessiva a dire della mascherina. Questo dato che vi ho letto è sottodimensionato perché molti non hanno sintomi e sono positivi che circolano tranquillamente, da fine estate a settembre-ottobre dovremmo fare i conti con un dato più ampio. Questo aumento è dato da due varianti particolarmente aggressive e ad uno sentimento di stanchezza, dA un’idea che tende ad omologare il covid ad una sorta di influenza. Non illudiamoci di questo, molti aspettano settembre per i richiami di vaccino che saranno più resistenti alle varianti. È necessario fare la quarta dose nelle rsa, per gli ultra 70/80enni. Corriamo rischi di avere picchi pesanti a fine luglio, prima di settembre. Dobbiamo riprendere l’abitudine a indossare la mascherina come vi ripeto da mesi. Abbiamo avuto una serie di eventi musicali, spettacolari, teatrali, all’aperto che hanno visto la partecipazione di decine di migliaia di persone senza mascherina. A Salerno la notte la bianca, un concerto al Maradona e così via. È vero che si svolgono all’aperto ma le nuove varianti sono maledettamente aggressive“.

Poi lancia un allarme:

Quando i numeri sono dieci volte maggiori rispetto lo scorso anno, per ragioni statistiche rischiamo di avere ricoveri e terapie intensive occupate. In Campania abbiamo 770 posti letto riservati a pazienti covid e 76 di terapia intensiva. Attualmente le percentuali di occupazione sono del 60% per i ricoveri e il 40% delle terapie. Ma in alcune realtà come il Cardarelli e il Ruggi vi è già il 100%, l’80% al Cotugno e cosi via. Nella fase più acuta di covid abbiamo chiuso reparti ordinari per ampliare quelli covid, siamo stati la Regione che ha retto meglio. Dobbiamo quindi ridefinire il piano a seconda della gravità e diffusione del contagio“.

Città

Napoli. Mario Polichetti in campo per l’ospedale di Sarno: “L’Asl Napoli 1 fornisca il personale al Martiri del Villa Malta”.

Pubblicato

il

Medici dall’Asl Napoli 1 all’ospedale di Sarno. Questa la proposta di Mario Polichetti, responsabile nazionale dell’area materno-infantile di Italia Viva, da tempo in prima linea per il futuro del “Martiri del Villa Malta”. “Sono pronto a farmi portavoce con i colleghi dell’Asl Napoli 1 per dare una mano al personale in estrema difficoltà a Sarno. Personalmente, all’Asl Napoli 1 ci sono tante professionalità pronte a dare una mano all’ospedale della città dell’Agro. I manager delle due aziende, Asl Napoli 1 e Asl Salerno, diano  vita a un confronto serio per permettere che questo diventi realtà”.

Continua a leggere

Calcio

Cittadinanza onoraria di Napoli a Mertens: l’annuncio di Manfredi in Consiglio

Pubblicato

il

Il Comune di Napoli concederà la cittadinanza onoraria a Dries Mertens. Lo ha annunciato il sindaco Gaetano Manfredi che ha affidato il proprio pensiero a Twitter: “Per tutto ciò che ha rappresentato, e rappresenta, per Napoli, per il legame speciale che ha saputo costruire con i napoletani, per aver deciso di conservare la sua casa nella nostra città: concederemo la cittadinanza onoraria a Dries Mertens”.

Gaetano Manfredi lo aveva affermato anche a margine del Consiglio Comunale di oggi. “Ho avuto moltissime sollecitazioni sia dal Consiglio Comunale che da moltissimi cittadini – le parole del sindaco Manfredi nel video pubblicato sul canale Youtube del Comune di Napoli- tutti colpiti dal legame di Mertens con la città, testimoniato anche dalla sua volontà di mantenere casa a Napoli. Noi avvieremo il processo per il conferimento della cittadinanza onoraria perché mi sembra non solo opportuno ma anche un riconoscimento a un nostro concittadino che ha dato tanto dal punto di vista sportivo e anche tanto alla città e mi auguro che continuerà a farlo”.

Continua a leggere

POLITICA

De Luca: “L’emergenza movida va affrontata, è un vero e proprio pericolo”

Pubblicato

il

Vincenzo De Luca ha denunciato i fenomeni di violenza che accadono nei week-end durante gli orari della Movida. “La condizione giovanile oggi rappresenta, dal punto di vista educativo, una vera e propria emergenza che va affrontata. Siamo arrivati ad un punto tale che di notte, soprattutto nei luoghi della movida succede di tutto, e sembra che lo Stato non esista. Siamo al punto che nelle famiglie si hanno i brividi addosso quando un ragazzo esce di sera nei fine settimana. Abbiamo genitori che aspettano a notte fonda, angosciati, il ritorno a casa delle ragazze e dei ragazzi. Succede di tutto: violenza, risse, alcol, disagio. Ovviamente mai generalizzare, ma questi fenomeni si stanno diffondendo pericolosamente. Rischiamo di veder perduta un’intera generazione se non cominciamo a prendere le misure adeguate, a riprendere noi una funzione educativa. Poi, dobbiamo immaginare a partire da settembre una grande campagna di dialogo, di persuasione nelle scuole, perché si riprenda un’azione di trasmissione di valori positivi. Questa dovrebbe essere una delle preoccupazioni principali del governo nazionale e delle politiche nazionali. L’alcol ha soppiantato la droga, c’è l’abitudine di consumare gli shottini ad un euro“, ha dichiarato oggi Vincenzo De Luca.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante