Resta sintonizzato

POLITICA

De Luca: “Quarta dose subito, il nuovo vaccino non c’è”

Pubblicato

il

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nel corso del consueto aggiornamento alla cittadinanza, ha parlato della necessità, per over 60 e fragili, di sottoporsi alla quarta dose.

Queste le sue parole: “E’ partita la campagna per la quarta dose, ovviamente in ritardo ed in un clima di grande confusione. Voglio chiarire qualche punto in relazione alla confusione che continua a fare il Ministero della Salute virtuale”.

E’ stato detto di fare la quarta dose per anziani e fragili però per settembre dovrebbe arrivare un nuovo vaccino che ha una piena copertura rispetto alla variante Omicron. Così è chiaro che una quota di cittadini penserà di aspettare settembre per vaccinarsi visto che arriva un nuovo vaccino che copre di più rispetto alle varianti”.

Il governatore invita, invece, i cittadini a sottoporsi subito al richiamo: “Dobbiamo fare la vaccinazione da subito per chi ha fatto la terza dose prima dei 3 mesi. Intanto perché il nuovo vaccino non c’è. Le informazioni sul nuovo vaccino sono completamente vaghe. Deve essere approvato dall’agenzia americana, poi da quella europea poi dall’Aifa. I tempi non sono assolutamente certi”.

Inoltre quando chiediamo ‘il nuovo vaccino per quanto tempo dà la copertura rispetto alle nuove varianti?‘ la risposta è ‘non lo sappiamo’. Dicono che il periodo di copertura va verificato in concreto quando partono le somministrazioni. Quindi siamo in un clima di totale vaghezza per cui cui rischiamo di non avere più la vecchia copertura vaccinale in attesa di un nuovo vaccino la cui capacità di protezione non si sa per quanto tempo dura”. 

“Non dobbiamo perdere tempo, facciamo la quarta dose che diventa pienamente efficace dopo due settimane. Ci facciamo l’estate tranquilla, siamo protetti fino a settembre al 90% poi la protezione diminuisce e vediamo a ottobre quello che succede. Vacciniamoci o rischiamo di rimanere a piedi e non avere né la nuova copertura né la vecchia”.

“Dobbiamo anche dire che abbiamo imparato dai fatti che la copertura vaccinale non è mai totale però se anche dopo la vaccinazione diventi positivo il contagio è molto lieve, spesso asintomatico. Il vaccino protegge dalla malattia grave. Quindi subito quarta dose sopra i 60 anni. Al momento ci si può vaccinare anche senza prenotazione in Campania, poi ci regoleremo in base all’afflusso”.

Calcio

Cittadinanza onoraria di Napoli a Mertens: l’annuncio di Manfredi in Consiglio

Pubblicato

il

Il Comune di Napoli concederà la cittadinanza onoraria a Dries Mertens. Lo ha annunciato il sindaco Gaetano Manfredi che ha affidato il proprio pensiero a Twitter: “Per tutto ciò che ha rappresentato, e rappresenta, per Napoli, per il legame speciale che ha saputo costruire con i napoletani, per aver deciso di conservare la sua casa nella nostra città: concederemo la cittadinanza onoraria a Dries Mertens”.

Gaetano Manfredi lo aveva affermato anche a margine del Consiglio Comunale di oggi. “Ho avuto moltissime sollecitazioni sia dal Consiglio Comunale che da moltissimi cittadini – le parole del sindaco Manfredi nel video pubblicato sul canale Youtube del Comune di Napoli- tutti colpiti dal legame di Mertens con la città, testimoniato anche dalla sua volontà di mantenere casa a Napoli. Noi avvieremo il processo per il conferimento della cittadinanza onoraria perché mi sembra non solo opportuno ma anche un riconoscimento a un nostro concittadino che ha dato tanto dal punto di vista sportivo e anche tanto alla città e mi auguro che continuerà a farlo”.

Continua a leggere

POLITICA

De Luca: “L’emergenza movida va affrontata, è un vero e proprio pericolo”

Pubblicato

il

Vincenzo De Luca ha denunciato i fenomeni di violenza che accadono nei week-end durante gli orari della Movida. “La condizione giovanile oggi rappresenta, dal punto di vista educativo, una vera e propria emergenza che va affrontata. Siamo arrivati ad un punto tale che di notte, soprattutto nei luoghi della movida succede di tutto, e sembra che lo Stato non esista. Siamo al punto che nelle famiglie si hanno i brividi addosso quando un ragazzo esce di sera nei fine settimana. Abbiamo genitori che aspettano a notte fonda, angosciati, il ritorno a casa delle ragazze e dei ragazzi. Succede di tutto: violenza, risse, alcol, disagio. Ovviamente mai generalizzare, ma questi fenomeni si stanno diffondendo pericolosamente. Rischiamo di veder perduta un’intera generazione se non cominciamo a prendere le misure adeguate, a riprendere noi una funzione educativa. Poi, dobbiamo immaginare a partire da settembre una grande campagna di dialogo, di persuasione nelle scuole, perché si riprenda un’azione di trasmissione di valori positivi. Questa dovrebbe essere una delle preoccupazioni principali del governo nazionale e delle politiche nazionali. L’alcol ha soppiantato la droga, c’è l’abitudine di consumare gli shottini ad un euro“, ha dichiarato oggi Vincenzo De Luca.

Continua a leggere

POLITICA

De Luca annuncia: “Faremo un’unica sede della Regione Campania a Piazza Garibaldi”

Pubblicato

il

De Luca ha annunciato in diretta Facebook che verranno accorpati tutti i servizi della Regione Campania in un’unica sede a Piazza.

Stiamo preparando un intervento a Napoli, in Piazza Garibaldi per accorpare tutti i servizi della Regione Campania in un unico complesso. Oggi la Regione paga 15 milioni di euro l’anno di affitti, abbiamo uffici dispersi in tutta la città di Napoli: l’obiettivo primo e funzionale è avere un unico luogo in cui il cittadino trovi tutti gli uffici regionali“. Lo ha detto il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca in diretta su Facebook.

Lavoriamo per rendere raggiungibili gli edifici – ha detto De Luca – con i mezzi pubblici, quindi l’ideale è l’area delle Ferrovie di fronte all’Hotel Ramada. E’ all’uscita dell’autostrada da Sud e lì confluiscono ferrovie, metro, circumvesuviana e linee di trasporto su gomma. Lavoriamo per poter raggiungere tutti gli uffici della Regione senza prendere l’auto, con un progetto di valore ambientale per Napoli. Prevede un parco di 5000 metri quadrati a Napoli est e liberare dal traffico privato il centro della città, con una operazione di disinquinamento“.

De Luca replica anche a chi contesta lo spostamento degli uffici dal Centro Direzionale che sembra restare meno usato: “Qualcuno – spiega – aveva pensato al Centro Direzionale, ma non c’è alcuna possibilità di avere lì una vera mobilità pubblica. L’area individuata consente invece di raggiungere gli uffici su ferro o gomma pubblica, e prevede anche l’ingresso dall’autostrada”.

Il governatore si è soffermato sulla trattativa in corso con le Ferrovie dello Stato per l’area: “Il Comune di Napoli d’intesa con la Regione sta lavorando per trovare un punto di equilibrio accettabile anche per le Ferrovie. A settembre troviamo un accordo per un progetto che trovo straordinario. Il Centro Direzionale va riqualificato e valorizzato, tuteliamo le attività economiche che ci sono ma lì c’è bisogno di altri interventi a cui credo penserà il Comune di Napoli nel ridisegno urbanistico della città“.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante