Resta sintonizzato

Afragola

Lega in discesa e riduzione dei parlamentari. L’On. Pina Castiello pensa a Fratelli d’Italia

Pubblicato

il

AFRAGOLA – Il governo Draghi rischia di cadere a nove mesi dalla fine della legislatura, nel marzo 2023. Le elezioni si avvicinano, ma a seconda di quello che succederà domani in Parlamento potrebbero tenersi prima del previsto.

Intanto su tutto il territorio nazionale è cominciata già la corsa alla propria collocazione per chi aspira ad entrare in una delle due camere o tende a riconfermare la propria poltrona. La competizione si fa molto più ardua visto che la legge costituzionale 19 ottobre 2020, n. 1 “Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari” prevede la riduzione del numero dei parlamentari, da 630 a 400 deputati e da 315 a 200 senatori elettivi.

In virtù di questa legge fatta all’indomani del referendum costituzionale del 20 e 21 settembre 2020 che vide vincere il SI sul taglio dei parlamentari, anche i collegi elettorali, a seconda del territorio di appartenenza, saranno modificati ed ampliati, riducendo, così, di almeno quattro volte la possibilità di entrare in parlamento per qualsiasi candidato.

Questi conti se li è fatti bene anche l’On. Pina Castiello che da deputata della Lega – partito che alle ultime elezioni del 2018 ha collezionato il 17,4%, conseguendo il traguardo di essere il primo partito del centrodestra – eletta nel collegio CAMPANIA1, oggi nel partito del carroccio, visti anche i rapporti un po’ incrinati con il leader Matteo Salvini e il netto calo del partito in favore del sempre più crescente Fratelli d’Italia, non potrà più godere degli stessi privilegi e di conseguenza delle stesse opportunità.

Ecco perché la deputata nespoliana ha cominciato, insieme al suo guru di sempre, a guardarsi intorno e, restando nell’ambito del centrodestra, dove si potevano posare gli occhi dello scaltro dominus e dell’appariscente deputata?

Da indiscrezioni raccolte in esclusiva da Minformo pare che la deputata leghista si sia già incontrata più volte in uno dei bar romani con la leader del partito nazional-conservatore Giorgia Meloni. Infatti pare che le due deputate si siano scambiate forme di cortesie basate anche su alcune rassicurazioni ed ecco dimostrato anche il rinfoltimento di forze, ultimo l’acquisto del Consigliere Benito Zanfardino, del partito meloniano ad Afragola. A quanto pare tutti i movimenti fatti dal partito estremista sul territorio normanno non siano frutto di quello che si vuole far credere, ossia bravura del suo segretario cittadino ma in realtà rappresenterebbero mosse che anticipano l’annuncio del passaggio della deputata On. Pina Castiello nelle file di Fratelli d’Italia in pompa magna, facendo registrare, all’ombra del Palazzo Moriani, tre consiglieri più due opzionati da sempre, più una vicesindaco di alto rilievo politico.

Alla Castiello invece ritornerebbe quel privilegio e quelle opportunità che oggi la Lega non è più in grado di assicurare alle prossime elezioni politiche, visto che il Partito della Meloni, da ultimi rilievi cresce dello 0,3% rispetto al sondaggio della scorsa settimana e raggiunge il 23,8%, mentre la Lega di Matteo Salvini, crolla di un altro mezzo punto e scivola al 14,0%.

Insomma, considerando pure l’allargamento dei collegi elettorali e la riduzione dei parlamentari, continuare a far parte di un partito che continua a scendere in picchiata nei sondaggi e che in Campania non ha mai attecchito visti i suoi trascorsi razzisti, all’Onorevole nespoliana non conviene affatto rischiare. Allora tanto vale buttarsi sul morbido, hai visto mai che durante i colloqui romani ci scappi pure qualche paracadute in più? L’ipotesi non sarebbe neanche tanto peregrina vista la difficoltà che fino a ieri aveva il partito della Meloni ad arruolare candidati. Comunque. Vi terremo aggiornati sulla vicenda.

Continua a leggere
Pubblicità

Afragola

Afragola: Droga e armi nel trolley. 36enne arrestata dai Carabinieri

Pubblicato

il

Un bagaglio da non portare con sé in aereo, non avrebbe superato alcun controllo.
Un trolley pieno di armi e droga, nascosto in un vano ricavato ad arte sotto al balcone di casa.
I carabinieri della stazione di Afragola lo hanno sequestrato ad Anna Maiello*, 36enne del posto già nota alle forze dell’ordine. Per questo motivo è finita in manette per detenzione di droga a fini di spaccio, detenzione abusiva di armi clandestine ed è ora in carcere, nel penitenziario femminile di Pozzuoli.

Prima di varcare la soglia della cella, la donna ha ricevuto la visita dei carabinieri. Durante un’accurata perquisizione, i militari hanno trovato in una valigia 3 pistole e stupefacenti sufficienti a confezionare centinaia di dosi. Una Beretta 92FS cal. 9×21: la pistola aveva la matricola abrasa e completava un trio con 2 scacciacani con tappo rosso e relativo munizionamento. Poi 30 grammi di cocaina, 700 di hashish, 92 di marijuana e 4 bilancini per pesare le dosi. Infine in un marsupio ben 3570 euro che i militari hanno sequestrato perché ritenuti provento illecito. Maiello è in carcere, in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Afragola

AFRAGOLA. Si dimette l’Ass. alle Politiche Sociali Francesco Di Micco

Pubblicato

il

AFRAGOLA – Altra gatta da pelare per il Sindaco Antonio Pannone. Stamattina al protocollo sono arrivate le dimissioni formali ed irrevocabili dell’Assessore Francesco Di Micco.

Dopo il bilancio, un altro settore molto delicato, soprattutto dopo la querelle legata alla nomina del Direttore dell’Azienda Speciale per le Politiche Sociali, resta senza delegato all’interno dell’esecutivo.

Personali o indotte, ufficiosa o ufficiale la motivazione non si sa. Fatto sta che anche nel settore più “redditizio”, dopo quello dell’urbanistica, opportunamente blindato dal Presidente del Consiglio Biagio Castaldo, ci sarà una corsa all’occupazione della poltrona. Vi terremo aggiornati.

Continua a leggere

Afragola

Napoli. Interruzione idrica su tutto il territorio comunale durante la notte

Pubblicato

il

Il presente messaggio e-mail, e gli allegati allo stesso, sono indirizzati esclusivamente ai soggetti indicati come destinatari, sia che si tratti di destinatari diretti, sia che si tratti di destinatari a cui il messaggio è inviato per conoscenza. Solo i soggetti destinatari, autorizzati alla ricezione, possono effettuare il trattamento del presente messaggio e degli allegati nonché il trattamento dei dati in esso contenuti.

Il contenuto del messaggio e degli allegati può avere natura confidenziale e/o privilegi legali. I dati personali contenuti nel messaggio e negli allegati devono essere trattati conformemente al Reg. n. 679/2016 UE (GDPR) del D.lgs. 196/2003, come modificato dal D.lgs.101/2018. È pertanto illecito il trattamento da parte di soggetti non autorizzati ed è illecita, in particolare, la comunicazione e la diffusione dei dati personali in violazione delle disposizioni del GDPR e della

Normativa interna di adeguamento. Il soggetto non destinatario che, per errore, riceva il presente messaggio è tenuto a non leggere, non copiare, non inoltrare e non archiviare il messaggio medesimo.

È tenuto altresì a darne immediata comunicazione al mittente, anche inviando un messaggio di ritorno all’indirizzo e-mail del mittente medesimo, nonché a eliminare integralmente il messaggio dal proprio sistema informatico, server e client.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante