Resta sintonizzato

Città

Napoli. Cosa fare tra il cinque e il sette Agosto tra spettacoli, sagre e musei gratis

Pubblicato

il

Isa Danieli in scena per “Vedi Napoli e poi… torni”, uno speciale tour notturno in zattera nella Galleria Borbonica, la sagra del Mare Flegrea e quella del Fiordilatte di Agerola, Palazzo Reale aperto venerdì sera al costo simbolico di 2 euro, i suggestivi percorsi serali agli Scavi di Pompei ed Ercolano, la festa delle Lucerne al Borgo Antico del Casamale e la Domenica al Museo con ingresso gratuito nei luoghi della cultura statali.

Il 7 agosto torna l’appuntamento con la Domenica al Museo. Ogni prima domenica del mese, infatti, musei, parchi archeologici e  luoghi della cultura statali garantiranno l’accesso gratuito a tutti i visitatori che potranno così tornare a beneficiare di un’iniziativa unica per favorire la conoscenza del patrimonio culturale italiano. Porte aperte gratuitamente, quindi, anche in tutti i musei e i luoghi della cultura statali di Napoli.

E’ partita il 27 luglio Vedi Napoli e poi… torni, una rassegna di concerti e percorsi guidati – in tutte le Minucipalità – che offre a cittadini e turisti l’opportunità di vedere e vivere la città alla scoperta del suo immenso patrimonio storico, artistico, culturale e naturale. Un percorso di donna e di attrice che ha attraversato e attraversa, i generi più diversi delle forme teatrali esistenti.

Dal 4 al 6 agosto, a Monte di Procida, torna Sagra del Mare Flegrea. Oltre 30 i gazebo schierati nello spazio antistante la darsena che offrono tantissime specialità, tutte da gustare. Riprendono le passeggiate notturne a Pompei. Dal 1° luglio fino al 26 agosto, tutti i venerdì sera (ad eccezione di venerdì 12 agosto) dalle 20,00 alle 23,00 (ultimo ingresso ore 22) sarà possibile passeggiare a Pompei, avvolti dalle suggestioni notturne e accompagnati da un percorso sonoro da Porta Marina al Foro e da proiezioni artistiche presso la Basilica, nell’ambito del progetto di arte contemporanea Pompeii Commitment. 

Torna l’appuntamento con una delle tradizioni più emozionanti e spettacolari in Italia. I vicoli del Borgo Antico del Casamale a Somma Vesuviana, dalla storia millenaria, il 4, 5 e 6 agosto saranno illuminati esclusivamente da migliaia di lucerne accese posizionate su piattaforme geometriche di vario tipo.  Luoghi metaforici e passaggi temporali in un fitto dialogo tra realtà, sogno e magia. Inoltre, punti ristoro, botteghe artigianali e spazi d’arte accoglieranno i visitatori nei tre giorni di festa.

Questo fine settimana torna l’appuntamento con la suggestiva discesa nel ventre della terra, nella storia millenaria della città.  Una discesa nella bellezza del mistero, arricchita dal tipico aperitivo napoletano “taralli e birra”.

Sabato 6 agosto, ad Agerola torna un appuntamento attesissimo: la Sagra del Fiordilatte e dei prodotti tipici del territorio. Moto più di una semplice sagra, un vero e proprio momento di comunione e di festa alla scoperta dei prodotti tipici agerolesi, dei luoghi storici e dei bellissimi paesaggi dei Monti Lattari.

Venerdì 5 agosto, ritorna il fascino Galleria Borbonica con un’esclusiva e magica visita guidata notturna, da non perdere, in zattera nelle viscere di Napoli. Una piccola cisterna, realizzata alla fine del 1400, delimita l’ingresso di questo avventuroso percorso, raggiungibile attraverso un breve cunicolo da dove si potranno ammirare alcune lavorazioni idrauliche di eccezionale fattura, oltre alle croci incise nella malta legate al duro lavoro del “pozzaro“. Faranno da incredibile cornice al nostro emozionante tour, enormi frammenti di statue, le auto e le moto d’epoca ritrovate sotto i detriti. 

Parte l’iniziativa “Venerdì a Palazzo”, promossa nell’ambito dei progetti di valorizzazione 2022 con sei serate, dal 5 agosto al 9 settembre, durante le quali l’Appartamento Storico sarà straordinariamente aperto al pubblico dalle ore 20.00 alle 23.00 (ultimo ingresso alle 22.00), al costo ridotto di 2 euro. Sarà inoltre visitabile la mostra “Don Chisciotte tra Napoli Caserta e il Quirinale, i cartoni e gli arazzi”. 

Ricco di eventi il cartellone della Festa di Sant’Anna a Bacoli. Tre notti e tre grandi concerti gratuiti: si parte domenica 7 agosto con Stanny Roggiero e i Bottari della Cantica Popolare, lunedì 8 sarà la volta di Edoardo Bennato mentre martedì 9 la chiusura è affidata a Enzo Gragnaniello. 

Dal 29 luglio, al Parco Archeologico tornano I Venerdì di Ercolano, i percorsi notturni di visite guidate, arricchiti di luci, proiezioni di immagini, oltre ai suggestivi “Tableaux Vivants”: un coinvolgente viaggio tra le meraviglie della città antica. 

Sarà aperto, anche questo fine settimana, il meraviglioso Museo di Capodimonte. Un’occasione per poter ammirare – oltre alle stupende collezioni del sito – il nuovo allestimento dell’Appartamento Reale, le mostra Oltre Caravaggio, Salvatore Emblema, The Triumph of Death, 2019, la monumentale tela dell’artista Cecily Brown e la mostra su Battistello Caracciolo, inaugurata il 9 giugno. Per consentire a chi resta in città di godere di qualche ora in più di relax nel Parco del Real Bosco, la Direzione ha deciso di prolungare fino alle ore 22.00 l’orario di apertura di Porta Grande e Porta Piccola, per l’intero mese di agosto.

campania

Napoli. Il governatore festeggia la vittoria sul riparto del fondo nazionale ma poi attacca il governo

Pubblicato

il

Una situazione ospedaliera in Italia “seria”, e addirittura “drammatica per quanto riguarda i pronto soccorso”. Vincenzo De Luca attacca il governo per come pare affronti, nella manovra economica, la questione sanità, festeggiando d’altra parte la vittoria incassata sul fronte riequilibrio del fondo del riparto sanitario nazionale. “Non hanno fatto niente quelli di prima e non sta facendo niente il governo attuale – spiega il governatore della Campania – Nella legge di stabilità stanziano due miliardi, ma solo per l’aumento dei costi energetici se ne andrà un miliardo e mezzo. Non so, sinceramente, dove intendono arrivare. Mi auguro che perlomeno avremo un’integrazione di finanziamenti per dare condizioni retributive più dignitose ai medici impegnati nell’area dell’emergenza-urgenza, cioè nei pronti soccorsi e nel 118“.

Abbiamo in Italia una crisi drammatica per quanto riguarda il personale medico e ospedaliero. Dovremo fare i conti con la chiusura di alcuni pronti soccorso perché non ci sono i medici“. Il problema dell’assenza dei medici è pressante anche nella regione che amministra lo stesso De Luca. “In Campania abbiamo fatto almeno cinque concorsi: non partecipano per l’area delle emergenze-urgenze e quando partecipano, dopo 48 ore, chiedono il trasferimento presso altre strutture ospedaliere e, ovviamente, non possiamo fare nulla per impedirlo. Bisogna prendere delle decisioni a livello nazionale. La proposta che abbiamo fatto noi è di mettere a lavorare negli ospedali i giovani laureati già dal primo anno di specializzazione. Non c’è altro da fare, altrimenti dovremmo ridurci, come qualche altra parte d’Italia, dove si pagano i medici a partita Iva, ma questo significa in prospettiva che distruggiamo la sanità pubblica perché di questo passo i medici si trasferiranno nei settori privati dove, ovviamente, guadagneranno il doppio. C’è un problema di personale che non c’è.”

Nel 2023 recupereremo i 220 mln che ci rubavano fino a oggi“, ha poi aggiunto il governatore sulla questione fondo sanitario. “In questi ultimi dieci giorni abbiamo avuto due grandi soddisfazioni politiche: quella sull’autonomia differenziata e l’altra ha riguardato la sanità. Abbiamo fatto almeno cinque anni di battaglia all’ultimo sangue per il riequilibrio del fondo del riparto sanitario nazionale. Da dieci anni la Campania è stata derubata ogni anno di 220 milioni di euro perché i criteri di riparto del fondo sanitario erano completamente squilibrati”.

Ci consentirà di recuperare nel 2023 i 220 milioni di euro che ci rubavano fino a oggi. Quando in Italia si tratta di fare il riparto dei fondi è, come potete immaginare, una guerra. Nessun territorio rinuncia a nulla. La forza della Campania è che – ha concluso De Luca – abbiamo sempre proposto una linea di coerenza, non di avere di più, non vogliamo neanche la solidarietà: vogliamo che ci siano per tutti i cittadini italiani gli stessi diritti e gli stessi doveri”.

Continua a leggere

campania

Per Eleonora e Salvatore lacrime e palloncini Lacco ameno saluta per l’ultima volta le due vittime della frana a Ischia

Pubblicato

il

Con un silenzio rotto soltanto dalla risacca del mare Lacco Ameno ha tributato l’ultimo saluto a Eleonora Sirabella e Salvatore Impagliazzo, fidanzati e vittime della frana di Ischia del 26 novembre. Si tratta del primo funerale delle vittime della frana. Va ricordato che tutte le famiglie hanno rifiutato di funerali di Stato, in aperta polemica con le istituzioni per i mancati lavori di manutenzione negli ultimi 13 anni nel Vallone franato. Il commissario all’emergenza Legnini è stato l’unico rappresentante istituzionale presente alla funzione.

Continua a leggere

campania

Napoli. Si torna alla normalità dopo la pandemia tra gli ospiti anche Rkomi

Pubblicato

il

Tre giorni di iniziative e spettacoli dal vivo in vari luoghi della città. Il Capodanno a Napoli sarà ricco di sorprese, dopo gli anni bui della pandemia Covid. Saranno tre i giorni dedicati all’evento. Grande attenzione ai giovani con Rkomi, alle figure femminili della nuova musica napoletana di matrice cosmopolita; particolare attenzione alla tradizione attraverso la musica classica e le orchestrazioni, oltre ai sentiti omaggi ai grandi figli di Napoli come Pino Daniele, Massimo Troisi e al Maestro della drammaturgia internazionale Eduardo De Filippo. 

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy