Resta sintonizzato

Cronaca

Isola d’Ischia, buttato fuori dalla discoteca privo di sensi e con ferite alla testa dagli addetti alla sicurezza: chiuso il locale per 30 giorni

Pubblicato

il

ISOLA D’ISCHIA (NA) – Il Questore di Napoli, su proposta del Commissariato di Ischia, ha disposto la sospensione per 30 giorni delle attività di intrattenimenti danzanti e spettacoli di arte varia nonché di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande nei confronti di un locale di corso Vittoria Colonna ad Ischia.

In particolare, la notte dello scorso 3 luglio, i poliziotti erano intervenuti presso l’attività commerciale per la segnalazione di una persona riversa in strada priva di sensi e con una ferita alla testa; gli operatori, giunti sul posto, dopo aver chiesto l’intervento del 118 per soccorrere il ferito, avevano accertato che lo stesso era stato aggredito e buttato fuori dalla discoteca da alcuni addetti alla sicurezza.

Inoltre, gli agenti avevano sanzionato 5 “buttafuori” poiché esercitavano l’attività di addetti ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in esercizi pubblici non essendo iscritti nell’apposito elenco prefettizio.
Ancora, tra agosto del 2018 e aprile del 2022, sia all’interno che all’esterno del locale, sono stati registrati diversi episodi di liti, risse e aggressioni, mentre nel 2020 il titolare era stato più volte sanzionato per inosservanza dell’ordinanza regionale e dell’ordinanza del Ministero della Salute per il contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Infine, l’esercizio commerciale era stato già colpito da analoghi provvedimenti di chiusura tra il 1996 e 2006. Il provvedimento è dunque finalizzato a scongiurare un concreto pericolo per l’ordine pubblico e per la sicurezza dei cittadini.

Cronaca

Terrore in Belgio, raid della Polizia contro un gruppo di estremisti: un morto

Pubblicato

il

Attimi di terrore ad Anversa, in Belgio, dove questa mattina un uomo ha perso la vita, nel corso di un raid della Polizia contro un gruppo di estremisti di destra. In particolare, il Pm Eric Van der Sypt, ha così dichiarato:

“Durante il raid c’è stata una sparatoria e qualcuno è stato ucciso”. Inoltre, lo stesso Van der Sypt, ha spiegato che “una grande quantità di armi e munizioni è stata trovata durante il raid”.

Tuttavia, pare che il gruppo fosse sospettato di pianificare un vero e proprio attacco terroristico, incastrandosi in un quadro ancora più drammatico, visto che quello di Merksem è solo uno di circa una dozzina avvenuti in mattinata.

Continua a leggere

Cronaca

Napoli, minaccia la ex con un coltello e poi le dà una testata: 34enne in manette

Pubblicato

il

Momenti di ordinaria follia a Napoli, nel quartiere Porto, dove nel primo pomeriggio di ieri un 34enne srilankese, si è reso protagonista di un episodio di violenza nei confronti della ex compagna. In particolare l’uomo, non accettava la fine della loro relazione, e dallo scorso luglio minacciava di morte telefonicamente la vittima, una 24enne sua connazionale, presentandosi più volte sotto casa sua.

Stando ad una prima ricostruzione egli, voglioso di tornare insieme alla sua ex, si sarebbe presentato presso gli uffici dove ella lavora, ricevendo il rifiuto della donna. A quel punto, il 34enne ha dato in escandescenze, iniziando a minacciare la vittima con un coltello, per poi colpirla con una testata al volto prima di scappare.

Tuttavia, i poliziotti accorsi sul posto, si sono messi subito alla ricerca dell’aggressore, ritrovato poco dopo nelle vicinanze. Pertanto, l’uomo è stato arrestato per atti persecutori e lesioni aggravate, mentre la giovane si trova all’ospedale Pellegrini in condizioni non gravi.

Continua a leggere

Cronaca

Follia nel Casertano, minaccia la moglie con un punteruolo davanti ai figli: arrestato

Pubblicato

il

Attimi di follia a Mondragone, nel Casertano, dove questa notte un 50enne del posto ha minacciato la moglie con un punteruolo.

Secondo una prima ricostruzione, l’uomo non si era ancora rassegnato all’imminente separazione dalla moglie, e così ha deciso di presentarsi a casa sua, dove ella si trovava con la madre e i due figli. A quel punto, ha tentato di forzare il cancello d’ingresso con un punteruolo, minacciando la donna sotto gli occhi dei bambini.

Tuttavia, proprio quando stava per entrare, è stato colto in flagrante dai carabinieri, prontamente accorsi sul posto. Pertanto, gli agenti lo hanno bloccato e condotto al carcere di Santa Maria Capua Vetere, con l’accusa di atti persecutori aggravati e porto di oggetto atto ad offendere. Seguiranno aggiornamenti!

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante