Resta sintonizzato

Coronavirus

Vaccini Covid-19, Moderna fa causa a Pfizer-BioNTech: “Hanno copiato illegalmente le nostre invenzioni”

Pubblicato

il

Caos vaccini per il Covid-19, dopo la causa intentata da Moderna contro Pfizer e BioNTech. Infatti, secondo l’azienda americana, la tecnologia usata nei vaccini Pfizer-BioNTech viola i suoi brevetti depositati fra il 2010 e il 2016.

In particolare, Moderna afferma: “Facciamo causa per proteggere la nostra piattaforma tecnologica innovativa mRNA, in cui abbiamo investito miliardi”.

Pertanto, la posta in gioco è alta, considerando che Pfizer, BioNTech e Moderna prevedono di generare 52 miliardi di dollari in vendite di vaccini nel 2022. A tal proposito, il responsabile legale di Moderna, Shannon Thyme Klinger, ha così aggiunto:

“Riteniamo che Pfizer e BioNTech abbiano illegalmente copiato le invenzioni di Moderna, e abbiano continuato a usarle senza permesso”.

Coronavirus

Covid-19, la quarta dose non decolla. Bassetti dichiara: “Si parla solo di elezioni e zero di campagna vaccinale”

Pubblicato

il

Il direttore del Reparto Malattie Infettive dell’ospedale San Martino di Genova, il dr. Matteo Bassetti, intervenuto ad Andkronos Salute ha così parlato della situazione relativa alla quarta dose di vaccino anti Covid-19:

“La sensazione è che non c’è un piano preciso del Ministero della Salute, per la nuova campagna vaccinale anti-Covid-19, che arriva nel momento peggiore: con la corsa al voto del 25 settembre e un Ministro della Salute che sta finendo il suo mandato. Si parla solo di elezioni e zero di campagna vaccinale. Ci vorrebbe un ministro che detti l’agenda, ma non c’è. Era ampiamente atteso che la quarta dose sotto l’ombrellone sarebbe stata un fallimento, e i numeri oggi lo dimostrano”.

Poi, aggiunge: “La raccomandazione per la quarta dose con vaccini aggiornati, dovrebbe essere indirizzata con priorità al 70% degli over 80, l’80% di over 70 e il 95% di over 60 che non hanno fatto quarta dose, per queste persone ‘ritardatarie’, la vaccinazione dev’essere la priorità assoluta. Ci vuole priorità assoluta in questo mese di settembre, e finire per ottobre. Poi tutti gli altri operatori sanitari si vaccineranno, ma non c’è una priorità assoluta”.

Infine, conclude: “Ora, c’è da mettere in sicurezza con la dose di richiamo aggiornata, chi non ha fatto quarta dose quando andava fatta. Le categorie in più previste dalla circolare, dagli operatori sanitari alle donne in gravidanza, possono farlo anche dopo, oggi abbiamo la priorità per over 60 e fragili. Gli anziani over 60 e i fragili devono avere un accesso migliore ai centri vaccinali. Queste persone andrebbero chiamate e magari il vaccino, dovrebbe essere portato a casa o nella farmacia più vicina al domicilio. Se sapremo vaccinare la stragrande maggioranza di queste persone, l’autunno sarà più tranquillo”.

Continua a leggere

Coronavirus

Vaccini, parla Speranza: “Disponibili e aggiornati già a metà settembre”

Pubblicato

il

 Il Ministro della Salute Roberto Speranza è intervenuto a Radio Capital, per parlare della situazione vaccini in Italia. Ecco le sue dichiarazioni:

“La nostra attesa è che domani, l’Agenzia europea dei medicinali Ema possa dare il via libera ai vaccini adattati contro la variante Omicron e poi, seguirà il pronunciamento dell’Agenzia italiana del farmaco Aifa. Confidiamo di avere già a metà settembre la disponibilità di nuovi vaccini aggiornati. I soggetti fragili e gli over60 avranno un secondo richiamo del vaccino anti-Covid-19”.

Poi, aggiunge: “Se una persona è positiva, è interesse di tutti che non contagi altri e resti in isolamento. Come fatto nelle ultime elezioni, c’è la possibilità del voto domiciliare, cosi come per le persone inferme. Anche per queste elezioni il voto domiciliare c’è, e lo si può usare anche in questo caso. Dobbiamo mantenere un elemento di prudenza”.

Infine, sul tema quarantena, si è così espresso:

“C’è un parere del Consiglio Superiore di Sanità (Css) che è in arrivo e appena sarà formalizzato, faremo le opportune valutazioni. Quello che è certo, è che se una persona è positiva deve restare a casa, questa è l’indicazione molto netta e chiara. Sul numero dei giorni, la valutazione in queste ore viene fatta dal Css. Secondo le indicazioni del Css, se una persona è positiva lo è, sintomi o non sintomi, e se lo è deve stare in isolamento, per evitare il diffondersi del contagio”.

Continua a leggere

Coronavirus

Covid-19, Galli sulla campagna vaccinale: “In autunno sarà la priorità assoluta dei partiti”

Pubblicato

il

Il direttore del Reparto Malattie Infettive dell’ospedale Sacco di Milano Massimo Galli, è tornato a parlare per quanto concerne la situazione vaccini in Italia, ecco le sue parole:

“La campagna vaccinale anti Covid-19, in autunno dovrebbe essere una priorità assoluta nel programma di tutti i partiti in corsa in questa tornata elettorale. Ho il timore però, che per molti motivi, anche elettorali, questo non accadrà. Ho la netta sensazione che ci sia una voluta disattenzione o, addirittura, una strisciante ostilità da parte di alcune delle componenti politiche. C’è, infatti, uno strizzare l’occhio non solo ai no vax, ma anche a quella corrente di pensiero che vuole illudersi che è finita e che vada chiuso il discorso, cosa assolutamente infondata”.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante