Resta sintonizzato

Cronaca

Tragedia sul lavoro: operaio muore incastrato in un macchinario

Pubblicato

il

Tragedia sul lavoro avvenuta a Malgesso, nel Varesotto, dove questa mattina un operaio di 59 anni ha perso la vita. In particolare, l’uomo è stato rinvenuto appeso tra due travi di un macchinario, rimanendo incastrato mentre effettuava operazioni di manutenzione e pulizia.

Sul posto, sono intervenuti i sanitari del 118 con un elisoccorso, un’automedica e un’ambulanza, oltre ai Vigili del Fuoco, ai carabinieri e ai tecnici dell’Ats, ma non c’è stato nulla da fare. I medici hanno soltanto potuto constatarne il decesso.

campania

Una vita da social: campagna educativa itinerante della Polizia di Stato.

Pubblicato

il

Domani mattina, alle 9:00, il truck multimediale della Polizia Postale farà tappa a Gragnano, in piazza Amendola, nell’ambito della campagna educativa itinerante della Polizia di Stato sulla sensibilizzazione e prevenzione dei rischi e pericoli della Rete per i minori, realizzata in collaborazione con il Ministero della Pubblica Istruzione nell’ambito del progetto Generazioni Connesse.

All’evento prenderanno parte il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, il Capo della Polizia – Direttore Generale della Pubblica Sicurezza Prefetto Lamberto Giannini, il dott. Fiorenzo Gargiulo, Dirigente Scolastico della Scuola “Fucini Roncalli”, il dott. Ettore Acerra, Direttore Generale USR Campania e il dott. Andrea Bordoni della Direzione generale per lo studente, l’inclusione e l’orientamento scolastico.
 

Il truck  “Una vita da social”, con gli operatori e psicologi della Polizia Postale e della Comunicazioni, accoglierà i giovani studenti provenienti dagli istituti scolastici “Don Lorenzo Milani”, “E. Ferrari”, “Gragnano 3” e “Roncalli” per informarli sull’uso consapevole e responsabile della rete e degli strumenti digitali. La manifestazione proseguirà nell’Aula Magna presso la sede “Fucini”, di via Quarantola 15, della Scuola Secondaria di Primo Grado “Fucini-Roncalli”.

Continua a leggere

campania

GDF Napoli. Cambio al vertice del comando provinciale di Napoli

Pubblicato

il

Dopo tre anni alla guida delle Fiamme Gialle partenopee il Generale di Brigata Gabriele Failla cede il comando al Generale di Brigata Paolo Borrelli, con una cerimonia interna tenuta nella storica sede della caserma “Zanzur” di Via De Gasperi, alla presenza del Comandante Regionale Campania, Generale di Divisione Giancarlo Trotta. Il Generale Gabriele Failla lascia il complesso incarico di Comandante Provinciale dopo oltre tre anni di indiscusso impegno istituzionale, caratterizzato anche da una intensa sinergia con tutte le Forze dell’ordine e le
Istituzioni dello Stato nella lotta contro l’illegalità che ha permesso al Corpo di raggiungere risultati eccezionali contro le frodi alle entrate e alle uscite del bilancio pubblico nazionale ed europeo, nonché alla criminalità economica e a quella organizzata.

Gli subentra il Generale Paolo Borrelli, 49 anni, di origini napoletane. L’ufficiale, quadrilaureato, ha assunto, negli anni, numerosi incarichi operativi (tra gli altri, presso i Nuclei di polizia economico finanziaria di Roma e Milano, il Nucleo di Vicenza, di cui ha assunto la responsabilità per un quadriennio, il Comando Provinciale di Livorno, che ha retto per un triennio) e di Stato Maggiore presso il Comando Generale del Corpo, ove, fino a
pochi giorni fa, è stato a capo dell’Ufficio Tutela Uscite e Mercati del III Reparto Operazioni.

Il Generale Borrelli, nel corso della cerimonia di passaggio di consegne, nel ringraziare sia la Gerarchia che il Gen. Failla e nell’esprimere vicinanza al personale dipendente, ha manifestato orgoglio ed emozione nell’assumere il delicato e prestigioso incarico, definendolo “sfidante e molto complesso, in una città che ha tante anime e contraddizioni, bellissima e realmente straordinaria, con un proprio cuore, per la quale sarà necessario proseguire nel solco delle sinergie interistituzionali da tempo tracciato”.

Il Comandante Regionale ha rivolto al Generale Gabriele Failla parole di profonda stima e di riconoscenza per tutto il lavoro e i risultati ottenuti dalla Guardia di Finanza in un triennio contrassegnato da sfide senza precedenti, accogliendo il Generale Paolo Borrelli con i migliori auspici di buon lavoro.

Continua a leggere

Cronaca

Misano. Secondo giro fatale a Federico, rimasto vittima di un incidente: aveva 27 anni

Pubblicato

il

Dramma in pista a Misano, dove nel pomeriggio di ieri Federico Esposto, 27enne pilota romano, ha perso la vita al secondo giro della gara di moto classe 600 Pro, in occasione del Trofeo Amatori.

Tuttavia, sempre nella stessa gara, un altro pilota è rimasto gravemente ferito e trasportato in gravi condizioni all’ospedale di Cesena. Si tratta di Marco Scuttieri, 31enne bolognese. Pertanto, a seguito dell’incidente, la manifestazione è stata chiusa anticipatamente.

Sul posto, sono intervenuti le forze dell’ordine e la Procura di Rimini, che aprirà probabilmente un’inchiesta. Ecco le parole degli organizzatori dell’evento:

“La Fmi, il Misano World Circuit e l’organizzatore del Trofeo Italiano Amatori sono vicini alle famiglie dei piloti coinvolti”.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante