Resta sintonizzato

Attualità

Confesercenti Campania. Ecco il paracadute contro il caro bollette per le imprese della nostra regione

Pubblicato

il

Confesercenti Campania, insieme ovviamente a Confesercenti Nazionale, scende in campo al fianco delle imprese, una volta di più, per sostenerle in un momento drammatico per l’aumento considerevole del costo dell’energia associato ad una inflazione (con calo dei consumi) sempre più oltre i livelli di guardia. «Così come a livello nazionale, anche sul nostro territorio stiamo lavorando – commenta Vincenzo Schiavo, presidente di Confesercenti Campania e vicepresidente nazionale con delega al Mezzogiorno – al fine di mettere a disposizione delle nostre imprese associate un plafond per anticipare gli importi delle bollette: pensiamo di sostenere così tutte le nostre attività iscritte in Campania per i prossimi sei mesi. E’ chiaro che possiamo farlo per un numero limitato di attività in Italia. Serve, infatti, un intervento urgente del Governo. La nostra presidente, Patrizia De Luise, ha scritto al Presidente del Consiglio per chiedere non solo un tetto alle tariffe di luce e gas sulla base dei costi medi del 2021, ma anche per mettere a disposizione delle imprese finanziamenti a tasso zero, garantiti dal Fondo Centrale di Garanzia, con rateizzazioni a 5 anni, per pagare le bollette. Abbiamo chiesto al Governo anche un intervento sugli oneri bancari che, vista la situazione, andrebbero azzerati per i prossimi sei mesi. In attesa che la politica dia risposte certe, Confesercenti finanzierà questa azione di sostegno alle imprese con la propria banca, la Cassa del Microcredito, Commerfin e Italia Confidi. Pensiamo di poter arrivare a un finanziamento tra i 200 e i 300 milioni, per le imprese italiane, ma occorre che il Governo, appunto, ci assicuri tali garanzie».

La situazione sta precipitando: come se non bastasse il caro bollette, secondo le stime di Confesercenti nazionale, in Italia la riduzione del potere d’acquisto delle famiglie produrrà una brusca frenata dei consumi: con gli attuali livelli di inflazione la spesa diminuirebbe di 2,5 miliardi rispetto al terzo trimestre 2022. Molto deboli sono diventate anche le prospettive per il 2023, quando l’incremento dei consumi si fermerebbe al +0,6%, a fronte di un’inflazione che rimarrebbe superiore al 5% in media annua. Una frenata che rimanderebbe a data da destinarsi la ripresa dei consumi: a fine 2023, continuerebbero a mancare 28,6 miliardi rispetto al periodo pre-pandemia, con consumi che tornerebbero ai livelli del 2016.
Un pesante ridimensionamento del benessere delle famiglie: secondo rilevazioni Ipsos per Confesercenti il 73% degli italiani ha difficoltà o non riesce affatto a far fronte all’aumento delle bollette energetiche. E addirittura il 92% prevede di tagliare la propria spesa, a partire da quelle per ristoranti, bar, vacanze e abbigliamento.

A rimetterci ovviamente anche le imprese, con una situazione ancora più complicata al Sud e in Campania, come sottolinea Vincenzo Schiavo: «Bisogna aiutare le imprese e farlo subito. Prima che ci pensi la malavita. Non c’è tempo da perdere. Il caro bollette rischia di fare più danni del Covid sul nostro territorio. Secondo i dati del nostro centro studi, in Campania ci sono 11mila esercenti che non sono nelle condizioni di sostenere i costi dell’energia. E se la bolletta non la paghi, dopo venti giorni c’è la sospensione della fornitura che significa chiusura. Rischiano di finire per strada 40mila famiglie nelle prossime settimane. Il momento che vive il commercio, è il peggiore degli ultimi tre anni. Il rischio che la malavita ne approfitti finanziando il pagamento delle bollette è altissimo, specialmente in alcune zone di Napoli e dell’hinterland».

Attualità

Giugliano, rinvenute armi e droga in un casolare abbandonato: nei guai 30enne del posto

Pubblicato

il

Importante ritrovamento effettuato dai carabinieri della Stazione di Pozzuoli, che nel corso di una perquisizione domiciliare hanno rinvenuto 4 stecche di sigarette di contrabbando, i cui codici identificativi erano stati contraffatti. Inoltre, è stata ritrovata in casa anche una stecchetta di hashish.

Tuttavia, gli agenti non credevano cosa li aspettasse, visto che una volta giunti in un’abitazione diroccata poco distante, hanno rinvenuto 148 dosi di cocaina, una pistola cal. 7.65 con matricola abrasa e un caricatore con 5 proiettili. E ancora, una Bruni cal. 8 con matricola abrasa, modificata per ospitare un silenziatore, oltre ad un fucile doppia canna mozzata.

Pertanto, un 30enne di Giugliano è stato denunciato per introduzione nello Stato di prodotti con segni falsi. Infine, l’intera refurtiva sarà sottoposta ad ulteriori accertamenti, per verificare se sia stata o meno utilizzata in fatti di sangue o intimidazione.

Continua a leggere

Attualità

Casoria. Potenziato il trasporto scolastico per bambini autistici, la soddisfazione di Russo e di Cimmino

Pubblicato

il

Nonostante le difficoltà finanziarie dell’ente, l’amministrazione comunale di Casoria, per il nuovo anno scolastico 2022/2023, è riuscita a potenziare il trasporto scolastico per gli alunni autistici e con disabilità. I dirigenti scolastici delle scuole elementari, medie e superiori, dovranno far pervenire al comune il numero degli alunni che usufruiranno del trasporto scolastico. Enorme soddisfazione è stata espressa dall’assessore Vincenzo Russo che nei giorni scorsi ha dato la notizia sul suo profilo facebook: “L’amministrazione in queste ultime settimane ha lavorato intensamente per potenziare il trasporto scolastico per gli alunni con disabilità. Dobbiamo fare sempre di più e promuovere percorsi di inclusione. Sapete quanto ci tengo ai nostri bambini speciali e dobbiamo mettere in campo sempre nuove iniziative per loro.

La scuola ha l’obiettivo di facilitare l’inclusione dei bambini con autismo e allo stesso tempo, di supportare le famiglie. Noi come amministrazione non faremo mancare il nostro supporto”. Il presidente di Autismo Campania Onlus Salvatore Cimmino ha riferito: “Un trasporto scolastico funzionante per gli alunni con disabilità è il prerequisito dell’inclusione e garanzia del diritto all’istruzione ed educazione. Ritengo doveroso ringraziare tutta l’amministrazione del Comune di Casoria, in particolar modo l’assessore della Pubblica Istruzione l’avvocato Vincenzo Russo, che con il suo forte contributo è riuscito insieme alla giunta a potenziare il servizio di trasporto pubblico per gli alunni autistici e con disabilità in generale. Grazie al suo impegno garantiremo la frequenza dei nostri ragazzi rispettivamente per le scuole elementari, medie e superiori. Il mio auspicio è che l’azione del Comune di Casoria possa essere da monito per tutte le altre amministrazioni. Il Comune di Casoria, ancora una volta dimostra con il suo impegno attenzione sensibilità verso le persone con disabilità”.

Continua a leggere

Attualità

La Galleria Borbonica unica attrazione e sito museale del Mezzogiorno premiata da Tigets, piattaforma di prenotazione online

Pubblicato

il

La Galleria Borbonica di Napoli è tra i vincitori del sesto Remarkable Venue Awards, il premio annuale che celebra i migliori musei e attrazioni di Italia, Francia, Paesi Bassi, Regno Unito, Stati Uniti, Spagna, Germania, Portogallo e Emirati Arabi Uniti, assegnato da Tiqets, la piattaforma di prenotazione online leader a livello mondiale per musei e attrazioni.
La struttura napoletana ha vinto il riconoscimento come «Best Landmark», attribuito alle attrazioni turistiche con i punteggi più alti sulla base delle recensioni lasciate dai visitatori sul sito di Tiqets. La Galleria Borbonica è ora in gara per il premio nazionale «Best of the Best», con i vincitori italiani nelle altre categorie: il duomo di Milano, la Pinacoteca Ambrosiana, la Villa Gregoriana del Fai a Roma, la chiesa di San Vidal a Venezia, il Tempio del Brunello a Montalcino, thè Home of the Human Safety nelle Procuratie Vecchi di Venezia. Votazioni aperte fino al 19 ottobre per tutti i turisti che prenotano attraverso la piattaforma online.

La Galleria Borbonica è l’unico sito del Mezzogiorno approdato a questa fase finale della gara
Quando stamattina mi hanno comunicato questa notizia – ha commentato il Presidente e fondatore dell’associazione Borbonica Sotterranea, Gianluca Minin – confesso che mi sono commosso. Essere l’unico sito del Sud Italia presente in questa classifica insieme ad altre straordinarie realtà italiane è un riconoscimento del lavoro fatto in questi ultimi 15 anni e che voglio dividere con tutti i miei collaboratori, le guide turistiche ed i volontari che hanno scavato per anni insieme a me per riportare alla luce un gioiello di una Napoli straordinaria che nonostante le mille difficoltà che incontriamo ogni giorno, vogliamo continuare a far conoscere e ad amare ai turisti che vengono da noi da tutto il mondo“.   L’elenco completo dei vincitori regionali dei Remarkable Venue Awards nelle 7 categorie e nei 9 mercati è disponibile al link: La cerimonia di premiazione dei Remarkable Venue Awards di quest’anno sarà ospitato al Tourism Innovation Summit di Siviglia il 2 novembre 2022

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante