Resta sintonizzato

Politica

Salvini: “Il Patto per Napoli non si tocca”. Sul reddito di cittadinanza: “Chi è in grado di lavorare e rifiuta anche una sola offerta di lavoro perde qualsiasi privilegio”

Pubblicato

il

NAPOLI“Il Patto per Napoli non si tocca” promette Matteo Salvini, leader della Lega, intervenendo nel capoluogo campano. “Non devono essere i cittadini – ha proseguito – a pagare per gli errori degli amministratori.

“I soldi a Napoli – ha poi rilevato – li abbiamo stanziati tutti insieme come lo facemmo per Catania o per Alessandria. L’importante è che sindaci e governatori non li sprechino. Il problema della Campania è che fino a pochi mesi fa era una delle ultime per capacità di spesa dei fondi europei. Il problema non è che non ci sono i soldi – ha concluso – ma che non si spendono o si spendono male”.

Non sono mancati poi i riferimenti al grande tema del reddito di cittadinanza.” Chi non può lavorare – ha spiegato Salvini – va aiutato e va assistito, minori, disabili, anziani, pensionati chi è in grado di lavorare e rifiuta anche una sola offerta di lavoro perde qualsiasi privilegio per quello che mi riguarda. E ne parlo qui esattamente come a Catania domani o altrove”.

POLITICA

Elezioni, Lega: Fiducia unanime a Salvini. “Avrà un ruolo fondamentale”

Pubblicato

il

ITALIA –La Lega potrà recuperare il consenso grazie ai risultati che otterrà nel governo di centrodestra – e Matteo Salvini avrà un ruolo fondamentale – ripartendo anche dall’ascolto del territorio e dalla valorizzazione dei tanti amministratori a partire dai governatori”. A renderlo noto è la Lega al termine del consiglio federale in via Bellerio, quartier generale del partito, a Milano.

A testimonianza del clima di condivisione, la Lega aveva diffuso una foto della riunione in cui si vede Matteo Salvini seduto accanto a Luca Zaia. Poi Massimiliano Fedriga vicino a Attilio Fontana. Poco dietro Giancarlo Giorgetti.

“La Lega sarà parte fondamentale del governo di centrodestra”. E’ quanto sottolinea in una nota il Consiglio federale del partito, che si sta svolgendo in via Bellerio, a Milano. “Due ore di lavoro con lo sguardo rivolto soprattutto al futuro e ai problemi da risolvere grazie al nuovo governo di centrodestra, di cui la Lega sarà parte fondamentale”, scrive la Lega in una nota.

Continua a leggere

Politica

Bufera in Lega, parla Maroni: “C’è bisogno di un nuovo leader”

Pubblicato

il

Non è stata una tornata elettorale di certo favorevole per Matteo Salvini, leader della Lega, che ora rischia di perdere credibilità all’interno del proprio partito. A tal proposito, arrivano puntuali le dichiarazioni di Roberto Maroni, ex segretario della Lega nonché ex governatore della regione Lombardia, che ha così scritto su Il Foglio:

“E ora si parla di un congresso straordinario della Lega. Ci vuole. Io saprei chi eleggere come nuovo segretario. Ma, per adesso, non faccio nomi”.

Poi, aggiunge: “La vittoria è netta. Svanisce quella che, per il centrodestra era l’unica paura e per il centrosinistra l’ultima speranza: non ci saranno incertezze in Parlamento. Una doppia maggioranza in Parlamento, abbatte ogni possibile ostacolo sulla strada della Meloni verso Palazzo Chigi. Il risultato sotto le aspettative della lista centrista di Renzi e Calenda, non lascia dubbi: il centrodestra non avrà bisogno di altri voti in Parlamento”. 

Continua a leggere

POLITICA

Salvini sul risultato delle elezioni: “Non mi soddisfa, ma con il 9% siamo in un governo di centrodestra in cui saremo protagonisti”; Zaia: “Non ci possiamo omologare trovando semplici giustificazioni”

Pubblicato

il

ITALIA – A elezioni politiche concluse, si lascia il campo alle riflessioni sui voti totali ottenuti. Un dato di certo rilevante per le aspettative disattese è quello del partito Lega di Matteo Salvini il quale ha commentato l’esito delle elezioni in via Bellerio a Milan

“Sono cento tondi i parlamentari della Lega al lavoro da domani”, ha detto il segretario della Lega in conferenza stampa aggiungendo che il Carroccio è “il secondo partito del centrodestra e ce la giochiamo con il Pd come secondo” in assoluto. Conto che per almeno cinque anni si tiri dritto senza cambiamenti con una maggioranza chiara di centrodestra. Ieri ho messaggiato con Giorgia Meloni a cui faccio ovviamente i complimenti, è stata brava: lavoreremo insieme a lungo”. Secondo Salvini è stata “premiata l’opposizione – ha concluso -. Fdi è stata brava a fare una forte opposizione. Fratelli d’Italia è stata brava a fare una forte opposizione” e certo aver governato quasi due anni “non è stato semplice”, “lo rifarei” ha concluso.

“Il dato della Lega non mi soddisfa, non è quello per cui ho lavorato, ma con il 9% siamo in un governo di centrodestra in cui saremo protagonisti. Entro la fine dell’anno – ha aggiunto Salvini – faremo i congressi in tutte le 1400 sedi. Poi faremo l’anno prossimo i congressi provinciali e regionali.”

Ad esprimersi in maniera più aspra è statao il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia:“Il voto degli elettori va rispettato, perché, come diceva Rousseau nel suo contratto sociale, ‘il popolo ti delega a rappresentarlo, quando non lo rappresenti più ti toglie la delega’. E’ innegabile come il risultato ottenuto dalla Lega sia assolutamente deludente, e non ci possiamo omologare a questo trovando semplici giustificazioni. E’ un momento delicato per la Lega – aggiunge – ed è bene affrontarlo con serietà perché è fondamentale capire fino in fondo quali aspetti hanno portato l’elettore a scegliere diversamente”.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante