Resta sintonizzato

Attualità

Putin minaccia l’Occidente: “Siamo pronti alla guerra nucleare, non sto bluffando”

Pubblicato

il

Durante il suo discorso alla tv, il presidente russo Vladimir Putin è tornato a parlare della guerra in Ucraina. Ecco le sue dichiarazioni:

“L’operazione militare speciale in Ucraina è stata inevitabile. Nella sua aggressiva politica anti-russa, l’Occidente ha superato ogni limite. Userò tutti i mezzi a nostra disposizione, e coloro che stanno cercando di usare il ricatto nucleare contro la Russia, scopriranno che le carte in tavola possono essere rivoltate contro di loro. Non sto bluffando. L’obiettivo dell’Occidente è indebolire, dividere e distruggere la Russia”.

Poi, ha concluso: “E’ nostra tradizione storica e destino del nostro popolo fermare coloro che cercano il dominio mondiale, che minacciano di smembrare e rendere schiava la madrepatria. E’ quello che stiamo facendo ora, e credo nel vostro sostegno”.

Tuttavia, il Ministro della Difesa russo Serghei Shoigu, ha così aggiunto:

“La mobilitazione parziale in Russia prevede il richiamo di 300.000 riservisti. Si tratterà di uomini che hanno già servito nell’esercito, con esperienza di combattimento e specializzazioni militari. Sono esclusi i militari di leva. Lo scopo della mobilitazione è controllare i territori liberati in Ucraina. Non posso fare a meno di sottolineare che oggi, combattiamo non solo con l’Ucraina e l’esercito ucraino, ma con tutto l’Occidente”.

Intanto, la Cina invita le parti coinvolte nella crisi in Ucraina al cessate il fuoco, oltre che a impegnarsi con il dialogo e le consultazioni, al fine di trovare una soluzione pacifica. A tal proposito, il portavoce del Ministero degli Esteri Wang Wenbin, ha così dichiarato:

“La posizione cinese sulla crisi in Ucraina è coerente e chiara. Esorto le parti in causa a trovare un modo per affrontare le preoccupazioni sulla sicurezza di tutte le parti”.

Attualità

Perdite nel gasdotto Nordstream, UE: “Fughe non avranno impatto sulle forniture”

Pubblicato

il

RUSSIA – Sospetti e polemiche si sono scatenate a seguito delle tre falle createsi nei gasdotti Nord Stream 1 e 2 che hanno provocato sensibili cali di pressione, nonchè una perdita nel Mar Baltico. Il risultato è stato quello di far schizzare in alto il prezzo del gas del 9,8% a 191 euro al MWh ad Amsterdam, mentre i danni alle pipeline vengono definiti “senza precedenti” dallo stesso operatore di Nord Stream.

“Fughe non avranno impatto sulle forniture”. Per Kiev si tratta di “un attacco russo e un’aggressione contro l’Unione” rassicura l’Unione Europea. Da Donbass, Kherson e Zaporizhzhia, arrivano i primi dati sui referendum pro annessione a Mosca: per i filorussi oltre il 95% avrebbe votato a favore. “Il salvataggio delle persone nei territori in cui si sta svolgendo il voto è al primo posto”, ha detto Vladimir Putin in un incontro per discutere dei lavori stagionali sul campo.

“La Federazione russa – ribadisce Dmitry Medvedev – ha diritto a utilizzare armi nucleari se necessario”. Intanto, proseguono proteste e scontri con la polizia nella regione russa del Daghestan, dove i manifestanti sono scesi in piazza contro Putin. Gli Usa: “Pronti ad accogliere chi fugge dalla Russia per chiedere asilo”. 

Continua a leggere

Attualità

Tappa a Napoli per il ciclista per la pace Mykola Zhyriada

Pubblicato

il

NAPOLI – Ha fatto tappa a Napoli il ciclista ucraino Mykola Zhyriada partito in bici da Udine per diffondere il suo messaggio contro la guerra. All’ingresso di Palazzo San Giacomo l’incontro con gli assessori al Welfare e alle Politiche Giovanili, Luca Trapanese e Chiara Marciani.

“E’ importante ricordare, come ci diceva Myka, che la guerra esiste ancora e che purtroppo sembra diventato solo un titolo a cui non dedichiamo più tutta l’attenzione che invece dovremmo. Bisogna continuare a pensare a questo evento così tragico e brutale che continua a poca distanza dal nostro paese, a lui quindi un ringraziamento per questo segnale che ci ricorda invece l’importanza di dire ancora stop alla guerra”.
Dichiarazione Assessore Marciani

“Napoli è stata una delle città più accoglienti d’Italia, siamo riusciti a costruire una rete che è andata al di là dell’amministrazione locale ma che ha coinvolto anche la diocesi, la Prefettura, la Procura. Abbiamo lavorato tantissimo. abbiamo accolto oltre 7.000 persone ucraine, soprattutto donne e bambini, con una forte attenzione alle disabilità e questa città ha dimostrato come sempre una grande accoglienza”.
Dichiarazione assessore Trapanese

Continua a leggere

Attualità

Napoli aderisce al progetto internazionale IFPI delle Music City

Pubblicato

il

NAPOLI – FIMI accoglie con entusiasmo l’adesione della città di Napoli al programma internazionale delle Music City promosso da IFPI, l’organizzazione che rappresenta l’industria discografica nel mondo. Ad annunciarlo è il Comune, che riconosce nella musica “un asset strategico per lo sviluppo socioeconomico e culturale della città” e che per tale motivo ha istituito l’Ufficio Musica aprendosi alle iniziative del settore e contribuendo operativamente alla crescita del comparto. “La musica è un ponte intergenerazionale che promuove l’inclusione sociale e produce nuove occasioni lavorative, oltre a stimolare il turismo, creando un indotto economico rilevante per la struttura di una città composita come il capoluogo campano: siamo perciò lieti del progetto abbracciato dalla città di Napoli, vera e propria capitale culturale del Mezzogiorno, al lavoro su progetti concreti” dichiara Enzo Mazza, CEO FIMI.

“Napoli città della Musica, anche grazie al fattivo sostegno della music industry, a partire dalla FIMI e da tanti altri amici con i quali stiamo sottoscrivendo accordi, per la prima volta si è dotata di un vero e proprio ufficio musica che avrà, fra le altre, la funzione di interfaccia diretta tra il comparto e l’amministrazione e nel tempo diventerà sempre più punto di riferimento degli operatori del settore musica e strumento di sviluppo del progetto Music City che va dal rinforzare le linee di business legate alla musica, alla formazione e all’audience development, all’internazionalizzazione, all’attenzione ai giovani, all’inclusione e alle periferie” chiosa l’avvocato Ferdinando Tozzi, consigliere del sindaco sull’industria musicale e audiovisiva e promotore del nuovo Ufficio partenopeo.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante