Resta sintonizzato

Cronaca

Sant’Agnello, manichino impiccato e scritta intimidatoria per minacciare il sindaco

Pubblicato

il

SANT’AGNELLO (NA) – Piergiorgio Sagristani, sindaco di Sant’Agnello, in provincia di Napoli, è stato minacciato. Per la strada è stato esposto un manichino impiccato ed una scritta intimidatoria rivolta alla sua persona. A riferirlo è lo stesso primo cittadino tramite la sua pagina Facebook.

“Questa mattina, ai Colli di Fontanelle, qualche esagitato o isterico burlone ha esposto un manichino impiccato con la seguente dicitura: Sagristani questa è la fine che farai.

Se l’obiettivo era quello di screditarmi, non è riuscito. Ho ricevuto decine di telefonate di solidarietà, anzitutto dai residenti nella frazione dei Colli ( a conferma che non è opera di chi vive ai Colli, dove da sempre mi sento a casa mia).

Ne’ tantomeno di intimorirmi: ci vuole ben altro. Comunque, ho avvertito le forze dell’ordine che stanno verificando, anche con l’uso della videosorveglianza, l’accaduto ed i profili di responsabilità che potrebbero emergere.
In ogni caso, constato che, forse, a qualcuno dà fastidio il mio attivismo politico in questa campagna elettorale e, magari, anche la mia leadership sul territorio negli ultimi 20 anni.
Si devono rassegnare, ci sarò fino a quando i cittadini lo vorranno. In un paese libero ognuno ha il diritto di esprimere le proprie opinioni e di combattere civilmente le proprie battaglie. Sono poi le elezioni a stabilire chi deve amministrare.

E chi vuole, presenti persone e proposte credibili, invece, di provare a trasformare una comunità civile ed ordinata, in un sobborgo invivibile.

Continuerò fino all’ultimo giorno del mio mandato a fare il mio dovere di amministratore pubblico, stando vicino ai cittadini di Sant’Agnello e della Penisola Sorrentina”.

Cronaca

Sparatoria a Scampia: colpito un giovane di 19 anni. Ricoverato in ospedale, non è in pericolo di vita

Pubblicato

il

NAPOLI – Continuano le sparatorie nella città di Napoli. A Scampia, nell’area nord, oggi pomeriggio è stato ferito a colpi d’arma da fuoco un giovane di 19 anni. Nicola Notturno, questo il suo nome, è stato ricoverato in ospedale. La vittima è stata colpita ad una gamba e a un braccio e non è in pericolo di vita.

Gli agenti del commissariato di polizia della zona stanno cercando di capire se i due eventi sono collegati. Nicola Notturno è parente di Raffaele, Nicola (omonimo, ucciso nel 20017), Enzo e Gennaro Notturno. La famiglia è stata protagonista della nota faida di camorra. Dapprima fedelissimi dei Di Lauro e successivamente alleati degli scissionisti. Gennaro, in particolare, è diventato collaboratore di giustizia.

Continua a leggere

Cronaca

Quartieri Spagnoli: occupa abusivamente la strada con tavoli e sedie. Sanzionato titolare dell’esercizio commerciale

Pubblicato

il

NAPOLI – Stamattina gli agenti del Commissariato Montecalvario hanno effettuato un controllo presso un esercizio commerciale di vico Lungo Trinità degli Spagnoli dove hanno accertato che il titolare aveva occupato abusivamente con tavoli, sedie e sgabelli il suolo stradale ed aveva utilizzato un impianto caratterizzato da cordoniera luminosa sovrastante l’area interessata dal locale senza essere in possesso della prescritta concessione.

Per tali motivi, i poliziotti lo hanno sanzionato per l’esercizio di impianto di attraversamento stradale senza concessione e per l’occupazione abusiva di strada urbana elevando due sanzioni amministrative di 868 e 173 euro.

Continua a leggere

Cronaca

Centro storico: sorpreso con smartphone di dubbia provenienza. Denunciato 35enne ivoriano

Pubblicato

il

NAPOLI – Ieri pomeriggio gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in corso Garibaldi hanno notato un uomo che, alla vista degli operatori, si è dato alla fuga.

Ne è nato un breve inseguimento terminato in via Postica Maddalena dove, con il supporto dei Nibbio dell’Ufficio Prevenzione Generale, è stato bloccato e trovato in possesso di 5 smartphone e 805 euro di cui non ha saputo giustificare la provenienza.

Un 36enne ivoriano, con precedenti di polizia, è stato denunciato per ricettazione e per non aver ottemperato all’ordine di esibizione del permesso di soggiorno o di altro documento di identificazione.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante