Resta sintonizzato

Cronaca

Omicidio Toscano, svolta nelle indagini: la vittima avrebbe prestato dei soldi al bidello

Pubblicato

il

Si arricchisce di nuovi particolari la vicenda riguardante la morte del professore Toscano, l’insegnante ucciso nel cortile della scuola lo scorso martedì. Infatti, le indagini hanno accertato che l’uomo, avesse prestato dei soldi al collaboratore scolastico fermato dai carabinieri, e principale sospettato del suo omicidio. Quindi, sarebbe stato questo il movente che ha spinto il bidello, a compiere l’insano gesto.

Intanto, uno dei più cari amici e colleghi della vittima, il professor Raffaele Virgilio, ha voluto così ricordarlo:

“Marcello era votato al rapporto umano, fatto di ascolto e accoglienza verso il disagio sociale laddove si raccolgono valori reali, e di riconoscimento per la figura del professore. Era l’altro me, avrei voluto essere come lui nell’affrontare con leggerezza le situazioni che mi sembravano difficili. All’incontro con i carabinieri, martedì notte, l’ufficiale dell’arma mi ha detto che la mia deposizione era importante, perché amico del cuore di Marcello. La mia risposta, purtroppo, non è stata soddisfacente perché ho parlato dello sguardo di Marcello, della sua ironia, della sua scaltrezza, del suo essere sornione, della sua leggerezza e soprattutto della sua intelligenza. Chi ci darà la sua risata che si diffondeva nei corridoi? I suoi abbracci? Ho sempre scorto il sorriso sul volto di Marcello anche nei momenti apparentemente bui, e sarà così anche ora, mentre in televisione parlano di lui, lo immagino in quella risata che lo ha sempre contraddistinto, così come lo immagino nel suo stupore per la violenza che gli è stata riservata”.

Poi, aggiunge: “Marcello non avrebbe mai voluto che tutto questo si verificasse, soprattutto all’interno della sua scuola, avamposto di cultura e legalità in un territorio difficile, dove in alcuni momenti è più difficile vincere la diffidenza degli adulti che operare per fini educativi. Marcello avrebbe condannato la violenza fatta alla scuola, dove lui stesso è stata vittima, perché lui sapeva che ciò avrebbe potuto spegnere la speranza di tanti ragazzi che varcano la soglia della ‘Marino Guarano’, con la speranza di una vita diversa da quella che gli altri vogliono far credere”.

Cronaca

Choc in Campania, due giovani si accoltellano all’esterno di un bar

Pubblicato

il

Un vero e proprio dramma, quello avvenuto alle prime ore del mattino nei pressi del parco Arbostella a Salerno, dove due giovani si sono accoltellati a vicenda per motivi ancora da accertare. Pertanto, uno è rimasto ferito alla gamba e l’altro al braccio.

Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, i quali hanno provveduto a trasferire i due all’ospedale Ruggi d’Aragona. Per fortuna, non sono in pericolo di vita.

Continua a leggere

Cronaca

Follia a Napoli, giovani armati di mitra sparano contro i carabinieri: arrestati

Pubblicato

il

Momenti di ordinaria follia alla caserma Pastrengo di Napoli, dove all’alba di questa mattina due giovani dal volto coperto e armati di mitragliatrice, hanno sparato alcuni colpi all’indirizzo dei carabinieri.

Secondo una prima ricostruzione, i due giovani si trovavano a bordo di uno scooter, quando i carabinieri gli hanno intimato l’alt per effettuare un controllo. A quel punto però, i due hanno proseguito la loro corsa dando vita ad un folle inseguimento, culminato in via Toledo, laddove gli agenti li hanno bloccati e identificati.

Si tratta di un 17enne e di un 18enne già noti alle forze dell’ordine, che nel corso della perquisizione sono stati trovati in possesso di una pistola mitragliatrice di tipo Skorpion, con 13 colpi inseriti nel caricatore.

Tuttavia, il 18enne, in un delirio di onnipotenza, si è alzato in piedi sullo scooter puntando l’arma contro i carabinieri, i quali si lanciano verso il ragazzo e lo atterrano, ma nella colluttazione parte un colpo dalla mitragliatrice, che per fortuna non ha colpito nessuno.

Pertanto, la successiva perquisizione domiciliare, ha consentito di rinvenire a casa del maggiorenne tre coltelli a serramanico, due sfollagente, un tirapugni e una balestra. I due sono stati arrestati per porto d’armi da guerra e associati ai carceri di Poggioreale e Colli Aminei.

Continua a leggere

Cronaca

Ischia, il bilancio è drammatico: 1 morto, 13 feriti e 11 dispersi

Pubblicato

il

Si chiama Eleonora Sirabella, 31 anni, la prima vittima accertata della frana di Casamicciola. Era commessa in un negozio di Ischia e viveva con il compagno, ancora disperso. Intanto, questa notte i soccorritori hanno lavorato a Casamicciola, nella speranza di ritrovare gli 11 dispersi della frana. Al momento, risultano essere 167 gli sfollati.

Pertanto, all’Ordine del Giorno della riunione del Consiglio dei Ministri convocato per oggi alle 11 a Palazzo Chigi, vi era la dichiarazione dello stato d’emergenza in conseguenza di quanto avvenuto a Ischia. Attualmente, il bilancio complessivo è di un morto, 11 dispersi e 13 feriti.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante