Resta sintonizzato

Coronavirus

Covid-19, lo scrittore De Giovanni avverte: “Correlazione tra virus e infarto, serve prevenzione dopo la malattia”

Pubblicato

il

Il noto scrittore Maurizio De Giovanni è stato ospite del convegno sul ‘Long Covid-19’, andato in scena a Napoli, alla presenza dell’infettivologo Massimo Galli. Ecco le sue dichiarazioni:

“Sono qui sulla base di un processo indiziario, non merito giudizi della corte. Ho avuto il Covid-19 a luglio, con i sintomi, poi è arrivato l’infarto e sono stato curato al Cardarelli in terapia intensiva con grande competenza e immediatezza. Oggi, so e sento il dovere di portare il messaggio a tutti che serve una prevenzione da attuare dopo la malattia, è necessaria. Saremmo tutti pazzi a dire che non cambia niente dopo il Covid-19; questa malattia è un evento importantissimo che non deve portare paura o limitazioni della vita, ma ad una nuova consapevolezza, altrimenti è la cosa peggiore che ci possa succedere. Comportarsi pensando che dopo non accada mai niente, è folle”.

Poi, prosegue: “Non si tratta di vivere con il pessimismo o la disperazione piatta, ma con un’attenzione estrema nell’innalzamento delle soglie di attenzione e prevenzione. Se avessi avuto idea che il Covid-19 poteva portare a conseguenze cardiache, avrei sicuramente fatto visite e farmaci che alzassero un muro. Invece io, sono stato male entrambe le volte e sento una correlazione degli eventi: ho avuto il Covid-19 sintomatico, e poi questo evento cardiaco che non avevo mai avuto. Posso immaginare davvero che ci sia una correlazione”.

Coronavirus

Covid-19, l’Oms ‘contraddice’ la Cina: “La pandemia non è finita”

Pubblicato

il

Il Comitato speciale per il Coronavirus dell’Oms ha riferito che l’emergenza pandemica non è finita, sconfessando in qualche modo le convinzioni del governo cinese. Infatti, ha verificato lo stato dell’arte della pandemia, riconoscendo che:

“Il virus conserva la capacità di evolversi in nuove varianti con caratteristiche imprevedibili. Anzi, c’è la necessità di migliorare la sorveglianza e la segnalazione di ricoveri e decessi, per comprendere meglio l’attuale impatto sui sistemi sanitari. Il caso aperto più eclatante è quello cinese. Pechino ha cambiato strategia a dicembre, dopo tre anni di lock-down, allentando completamente le restrizioni. Il Capodanno non è ancora finito, le contro-migrazioni inizieranno in questi giorni, e anche se i dati diffusi sembrano spegnere ogni preoccupazione l’Oms invita alla cautela”.

Intanto, dalla Cina arriva la notizia che le infezioni starebbero “per finire, e che non c’è stata una ripresa significativa dei casi durante le vacanze del Capodanno lunare”. Inoltre, “non è rilevata alcuna nuova variante dopo il 12 dicembre, e anche il numero di decessi e casi gravi è in calo”.

Tuttavia, il Direttore dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus, all’apertura della riunione annuale del Consiglio esecutivo dell’Oms ha così dichiarato:

“Il Covid-19 è ancora un’emergenza, ma vicina al punto di inflessione. Non c’è dubbio che ora, ci troviamo in una situazione molto migliore rispetto a un anno fa, quando la variante altamente trasmissibile di Omicron era al suo apice”.

Poi, lo stesso Tedros aggiunge:

“Restiamo fiduciosi che nel prossimo anno il mondo passerà a una nuova fase, in cui ridurremo i ricoveri e i decessi al livello più basso possibile”.

Continua a leggere

Coronavirus

Test Covid-19 ai viaggiatori cinesi, divampa la protesta a Pechino: “È inaccettabile, prenderemo delle contromisure”

Pubblicato

il

Divampa la protesta a Pechino, dopo l’imposizione del test Covid-19 da parte di una dozzina di Paesi ai viaggiatori provenienti dalla Cina, avvertendo che potrebbe prendere contromisure come ritorsione.

Ecco quanto dichiarato dal Ministero degli Esteri Mao Ning:

“Alcuni Paesi hanno messo in atto restrizioni all’ingresso, rivolte esclusivamente ai viaggiatori cinesi. Questo non ha basi scientifiche e alcune pratiche sono inaccettabili. La Cina potrebbe prendere contromisure, sulla base del principio di reciprocità”.

Intanto, il primo Ministro francese Elisabeth Borne, ha così aggiunto:

“Penso che stiamo compiendo il nostro dovere nel chiedere test. Continueremo a farlo”.

Tuttavia, secondo quanto riferisce il Financial Times, l’Ue avrebbe offerto gratuitamente alla Cina vaccini contro il Covid-19, per aiutare Pechino a contenere il diffondersi dell’epidemia nel Paese, dopo la fine delle restrizioni.

Pertanto, l’ECDC, ha così affermato in una nota:

“Non si prevede che l’ondata di casi Covid-19 in Cina, influirà sulla situazione epidemiologica del Covid-19 nell’Unione Europea e nello Spazio Economico Europeo. Le varianti che circolano in Cina sono già in circolazione nell’UE e, in quanto tali, non rappresentano un pericolo per la risposta immunitaria dei cittadini UE/SEE. Inoltre, i cittadini dell’UE/SEE hanno livelli di immunità e vaccinazione relativamente elevati. Nelle ultime tre settimane l’incidenza è diminuita, probabilmente anche a causa di un minor numero di test effettuati. Mancano inoltre dati affidabili sui casi di Covid-19, sui ricoveri ospedalieri, sui decessi, nonché sulla capacità e sull’occupazione delle unità di terapia intensiva in Cina”.

Continua a leggere

Coronavirus

Campania, De Luca firma una nuova ordinanza: test antiCovid-19 obbligatori per chi arriva dalla Cina

Pubblicato

il

Torna la paura Covid-19 in Campania, almeno per i provvedimenti presi in tal senso dal governatore Vincenzo De Luca, il quale ha firmato una nuova ordinanza, grazie alla quale saranno effettuati test anti-Covid obbligatori presso l’aeroporto di Capodichino per i passeggeri provenienti dalla Cina, anche attraverso scali nazionali e internazionali.

Ecco quanto dispone l’ordinanza:

“In caso di positività bisognerà osservare l’isolamento fiduciario prescritto dalla normativa vigente, e sottoporsi a tampone molecolare per ulteriori approfondimenti ed eventuale genotipizzazione”.

Inoltre, De Luca raccomanda ai cittadini d’indossare “mascherine negli aeroporti e in tutti i luoghi al chiuso”.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy