Resta sintonizzato

Politica

G20, Meloni in conferenza stampa: “Poteva essere un fallimento, ma è stato un successo”

Pubblicato

il

Il Presidente del Consiglio Giorgia Meloni nel corso di una conferenza stampa al termine del G20, ha affrontato diversi temi, rispondendo a tono alle domande dei cronisti:

“C’era la questione complessa dell’aggressione della Russia all’Ucraina. Non si poteva fingere di non vedere quello che sta accadendo con l’aggressione russa. La situazione era molto complessa, il G20 c’erano gli ingredienti perché si traducesse in un fallimento, ma è è stato un successo. La questione più complessa era la gestione dell’aggressione russa all’Ucraina. Un ‘successo’ è rappresentato dal negoziato sul grano, un punto che io stessa ho sottolineato e che ha raccolto il sostegno di tutti i leader, Russia compresa”.

Poi, prosegue: “Sulla vicenda Ucraina, tutti ci rendiamo conto che si deve lavorare ad una soluzione alla crisi, ma non si può prescindere dalla volontà della nazione aggredita. Speriamo di trovare un accordo con Zelensky, per uscire dal conflitto nel minor tempo possibile. Confesso non sono riuscita a organizzare tutti i bilaterali chiesti con l’Italia, credo però che un elemento dirimente sia l’idea di un governo solido, stabile, che dà una proiezione di lungo periodo e che rende più facile immaginare l’Italia come fondamentale per le relazioni”.

Poi, ha aggiunto: “L’Italia è stata protagonista del G20, intorno a noi c’è stata molta attenzione e curiosità, sicuramente anche dal fatto che l’Italia fosse l’unica nazione con un capo di governo donna, ce ne erano 4 su 41 partecipanti totali. Sul tema della parità, il nostro Paese era un fanalino di coda, ora siamo all’avanguardia, ed è un è elemento che fa piacere. Questo summit è stato anche un’occasione per combattere la narrazione ‘Occidente contro Resto del Mondo’. È la ragione per cui l’Italia si è molto concentrata sui confronti bilaterali, con nazioni con le quali c’è minore capacità di incontrarsi”.

Poi, sull’incontro con Biden: “C’è stato ieri un lungo e molto cordiale colloquio con il presidente degli Stati Uniti Joe Biden. Ci siamo ripromessi di rivederci molto presto. Abbiamo parlato di energia, e gli Usa garantiscono la loro disponibilità ad aumentare le forniture di gas. Rimane aperta la questione dei prezzi, ma abbiamo trovato un’amministrazione aperta a ragionare con l’Ue per trovare soluzione per calmierare i prezzi, atteso che i fornitori di Gnl sono aziende private”.

Poi, conclude: “Questa mattina brusco risveglio, con notizie che arrivavano dalla Polonia; abbiamo chiesto informazioni, ci siamo riuniti e consultati con gli alleati. L’ipotesi che sulla Polonia sia caduto un missile dell’antiaerea ucraina non cambia la sostanza, la responsabilità di quello che è accaduto, per quanto ci riguarda, è tutta russa. E con gli alleati abbiamo condannato gli attacchi missilistici di Mosca”.

Caivano

CAIVANO. Al peggio non c’è mai fine. La “De Gasperi” già al buio, da ieri anche senza caloriferi

Pubblicato

il

CAIVANO – Non si fa in tempo ad evincere un problema e ad evidenziare tutta la scarsità gestionale di quest’Amministrazione che tutti, compreso il Sindaco, si impegnano per fare peggio e far sì che il sottoscritto torni a tessere le loro “lodi”.

Stesso Plesso scolastico, altro problema. All’indomani del mio editoriale (leggi qui) la nostra redazione è stata raggiunta da un’altra indiscrezione: la Dirigente Scolastica Flora Celiento nella giornata di ieri scrive al Sindaco, agli assessori e all’ufficio Tecnico informandoli che nei plessi Don Diana e quello di via Rosselli si sono verificati vari disservizi. Per molte ore il sistema di riscaldamento non è andato in funzione. Al culmine di una giornata di lavoro difficile e disagiata – fa sapere la dirigente – e dopo che vari genitori hanno prelevato anticipatamente i propri figli, alcuni tecnici hanno dichiarato che è prevista l’accensione del sistema di riscaldamento per sole tre ore al giorno.

Nella stessa missiva la Dirigente Scolastica chiede ufficialmente disposizioni impartite in merito all’orario di accensione e spegnimento delle caldaie, in modo da poter fornire le corrette informazioni ai genitori e ai lavoratori della Scuola.

Insomma quella di via Rosselli è un plesso dannato sotto l’egida di Enzo Falco, non solo è privo di energia elettrica, da ieri sono anche senza caloriferi.

Intanto i genitori degli alunni sono costretti a scegliere, per colpa della negligenza politica caivanese, tra l’istruzione e la salute dei propri piccoli e queste sono scelte inaccettabili da parte di chi contribuisce, con i propri soldi, a mantenere salde le casse comunali e i lauti stipendi, anche aumentati, di Sindaco e Assessori.

Continua a leggere

Politica

Governo, Letta dichiara: “Una manovra senza visione, prepariamo controproposta”

Pubblicato

il

Il Ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti ha presenziato all’evento ‘Molto Economia, la recessione che verrà’, organizzato da Il Messaggero, affrontando diversi temi, primo fra tutti quello relativo alla nuova ‘manovra’.

Ecco le sue dichiarazioni:

“Sulla manovra abbiamo avuto un approccio di prudenza, che guarda sia all’emergenza energetica che al debito alto, ma è anche una manovra coraggiosissima, che in passato nessuno ha fatto, perché ha preso risorse dalla previdenza e le ha messe sulla famiglia, sui figli, perché senza figli non ci sarà riforma delle pensioni che sia sostenibile”.

Non è dello stesso avviso Enrico Letta, segretario del Pd:

“Abbiamo svolto due giorni d’incontri con le parti sociali, abbiamo fatto una concertazione che riteniamo molto importante, per affinare la nostra controproposta rispetto alla legge di Bilancio, per ascoltare e coordinarci rispetto al lavoro parlamentare. Usciamo, confermando il giudizio negativo: una manovra senza visione più che una legge di Bilancio, per il 2023 è sostanzialmente un decreto aiuti quinquies”.

Continua a leggere

Afragola

AFRAGOLA. Zanfardino e Migliore espulsi da Pensiero Comune

Pubblicato

il

AFRAGOLA – Riceviamo e pubblichiamo:

“Pensiero Comune è un gruppo politico che alle scorse elezioni Amministrative di Afragola ha appoggiato la candidatura e contribuito in maniera consistente alla vittoria del Sindaco Antonio Pannone ma che non ha mai perso di vista l’obiettivo di lavorare solo ed esclusivamente per il bene collettivo ed è proprio per quest’ultimo motivo sentiamo il bisogno di comunicare quanto segue:

In merito alle dichiarazioni dei due consiglieri comunali di Afragola Benito Zanfardino ’82 e Giuseppe Migliore apparse su un organo di stampa locale dove si dichiaravano politicamente in linea con le decisioni del Sindaco Antonio Pannone e visto il loro comportamento taciturno e allineato alla maggioranza avuto stamattina nell’aula consiliare in occasione del Consiglio Comunale che doveva sancire alcuni provvedimenti, secondo il nostro avviso molto discutibili ai fini del benessere collettivo, apprendiamo con stupore e un po’ di indignazione il comportamento autonomo, individualistico e personalistico dei due Consiglieri che fregiati ancora della nostra effige decidono in assenza di partecipazione e confronto democratico con il nostro organismo di cambiare linea politica passando dall’appoggio esterno a quello dell’Amministrazione locale.

Pertanto, dopo aver verificato il loro atteggiamento in contrasto con la linea politica finora condivisa con la dirigenza, il Consiglio di Direzione ha deciso, in data odierna, di adottare provvedimenti di espulsione per entrambi i soggetti sopra citati”.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy