Resta sintonizzato

campania

Napoli. Sottratto al clan Magliulo, oggi oltre 300 orti urbani affidati alle famiglie del territorio.

Pubblicato

il

Uno svincolo dell’autostrada al posto di 328 orti urbani, affidati ad altrettante famiglie. Potrebbe accadere nei prossimi mesi ad Afragola, dove il vecchio progetto dell’uscita della Napoli-Bari potrebbe mettere fine all’esperienza della Masseria Ferraioli, un bene confiscato al clan camorristico Magliulo. Questo sito, dove sono stati decisi svariati omicidi di una sanguinosa faida, è rimasto abbandonato per circa vent’anni dopo la confisca. Nel 2017 è stato affidato dal Comune di Afragola a cinque soggetti: il Consorzio Terzo Settore, l’associazione Sott’e’ncoppa, la Cgil Napoli, Radio Siani e la cooperativa L’uomo e il legno. Tutto ciò, potrebbe svanire in pochi mesi a causa di uno svincolo dell’autostrada e di un canile. 

“Si tratta di due progetti che fanno capo all’attuale amministrazione comunale – spiega Giovanni Russo, uno dei soci della Masseria – Lo svincolo è una delle opere compensative che Ikea avrebbe dovuto realizzare per il suo insediamento. C’è una sentenza del Tribunale che obbliga il colosso svedese, ma l’opera distruggerebbe questo luogo per come lo conosciamo oggi. I bracci di asfalto taglierebbero il terreno in sei parti neanche collegabili tra loro. Di fatto, la nostra esperienza finirebbe. In quel documento viene specificato che questa struttura verrebbe realizzata su tutta la superficie della Masseria. Non resterebbe niente. Mi sembra ovvio che questi due progetti non siano compatibili con il finanziamento ministeriale di 1,5 milioni. Come se non bastasse, il cantiere per la casa di accoglienza, anch’esso in campo al Comune, è quasi fermo e non sappiamo se e quando verrà chiuso“.

 “E’ il simbolo del riscatto di un territorio. In un luogo da sempre violentato per quello che si voleva sotterrare, oggi c’è una comunità viva. Sono esperienze che insegnano alle persone che la lotta alle mafie può esistere. Non entro nel merito dell’utilità dei progetti del Comune, ma non si può spogliare un santo per vestirne un altro. Un bene confiscato può anche essere riconvertito, ma quando è abbandonato. Non mi sembra questo il caso. La nostra priorità afferma al telefono il sindaco di Casoria Raffaele Bene – deve essere vitare che ci siano problemi per la Masseria, un’esperienza fondamentale perché per la prima volta un bene confiscato alla camorra viene recuperato non solo alla legalità ma anche alla comunità“. 

Dal primo cittadino avremmo voluto avere alcune risposte: innanzitutto se è vero che i due progetti distruggerebbero la Masseria; perché è stata scelta quell’area; perché non vanno avanti i lavori per il centro di accoglienza; che fine farà il finanziamento del ministero. E, infine, un’ultima domanda: che messaggio arriverebbe alla camorra se un’esperienza del genere fosse interrotta? “Sono decine le denunce per danni, furti e cose del genere” afferma Giovanni Russo. L’ultimo episodio risale a poche settimane fa, quando un esponente della famiglia Magliulo si è presentato accampando pretese sulla proprietà del terreno e sottraendo parte del raccolto. “Non credo che interrompere il nostro lavoro sarebbe un bel messaggio – conclude Russo – Anzi, credo che i clan stapperebbero una bottiglia“.

campania

Paura per il maltempo a Ischia sono mille persone già sgomberate

Pubblicato

il

Più di mille persone evacuate ad Ischia a partire dalle 16 di oggi a causa dell’allerta meteo di colore giallo emanata dalla protezione civile regionale. A renderlo noto è Giovanni Legnini, commissario straordinario per la Protezione Civile a Ischia, durante una conferenza stampa. A garantire l’accoglienza dei cittadini durante l’evacuazione, che durerà probabilmente fino a domenica, sarà lo Stato. Il commissario, oltre a ricordare che l’evacuazione è realizzata in base al principio “di precauzione finalizzato ad evitare rischi”, specifica che l’obiettivo è quello di procedere con la continuazione delle attività scolastiche in presenza da lunedì.

Continua a leggere

Attualità

Napoli. Conte in città per una serie di incontri tra cui quello con i percettori di reddito di cittadinanza

Pubblicato

il

I percettori di reddito rivendicano dignità sociale per effetto di tante trasmissioni televisive che si sono concentrate su quei casi rari, rarissimi, di qualche comportamento fraudolento, per effetto del furore ideologico delle forze di maggioranza in particolare ma non solo di questo governo. Quindi siamo qui per tutelare loro, per essere al loro fianco, per risvegliare quella che è la coscienza e lo spirito di solidarietà, che secondo noi è assolutamente importante“. 

In una fase congiunturale come questa, che si preannuncia di forti tagli, contenuti in questa manovra che si preannuncia di forte austerità, con un problema grande come una casa del caro bollette e del caro energia. Significa costruire le promesse consapevolmente e irresponsabilmente di un disastro sociale“, ha aggiunto Conte. 

Continua a leggere

campania

Maltempo a Napoli e a Ischia la protezione Civile si appresta ad emanare l’allerta meteo

Pubblicato

il

La Protezione civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo di colore “giallo” valido a partire dalle ore 16 di oggi venerdì 2 dicembre su Ischia e sulle zone 1 e 3 che comprendono Napoli, isole, area vesuviana, Piana Campana, costiera Sorrentino-Amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini.

Sono possibili frane, colate rapide di fango, caduta massi, allagamenti, ruscellamenti con trasporto materiali, allagamenti, innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua, esondazioni e altri scenari connessi al rischio idrogeologico.

La Protezione civile della Regione Campania raccomanda alle autorità competenti di prestare massima attenzione rispetto alle criticità evidenziate, ponendo in essere tutte le misure previste dalle rispettive pianificazioni comunale di protezione civile atte a prevenire, contrastare e mitigare i fenomeni attesi a tutela dei cittadini.

Per quanto riguarda l’isola di Ischia, il capo della Protezione civile regionale, Italo Giulivo, è presente al Centro operativo comunale a supporto del commissario Legnini anche con squadre di volontari a supporto del Comune. 

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy