Resta sintonizzato

Città

Napoli. Rifugi in costruzione per sfuggire alle manette e nascondere armi e droga

Pubblicato

il

Bunker in costruzione come quelli dell’entroterra calabrese. Rifugi studiati per viverci settimane e sfuggire alle manette, per rimanere in città e continuare a controllare gli affari illeciti. Per nascondere armi, droga. Come dei depositi merce. Invisibili. I carabinieri della compagnia di Caivano, insieme a quelli dello squadrone eliportato Cacciatori di Calabria hanno perquisito decine di caseggiati popolari nel rione Parco verde e nel Bronx. 4 i bunker scoperti.

L’accesso era camuffato nelle cantine, nei seminterrati e nelle aree comuni condominiali. Uno di questi ancora in costruzione, come in un cantiere. L’ingresso da una botola blindata, nascosta in una parete di mattoni. Altrettanto ingegnoso il trucco utilizzato per nascondere droga e proiettili.

Nella cavità quasi un chilo di cocaina diviso in 5 panetti e 20 panetti di hashish per oltre 4 chili di sostanza. E ancora 50 proiettili calibro 7,65 e 57 calibro 9×21 millimetri. Durante il blitz è stato scoperto anche una sorta di laboratorio per il confezionamento della droga. E’ stato sequestrato. Continuano le indagini per identificare chi abbia commissionato quei nascondigli.

campania

Napoli. Temporali forti e temperature vicine allo zero, tutto parte dal ponte dell’Immacolata

Pubblicato

il

Ponte dell’Immacolata sotto la pioggia a Napoli e in provincia. Piogge previste già l’8 e il 9 dicembre, ma accompagnate da ampie schiarite. Da lunedì 12 e martedì 13 dicembre crolleranno anche le temperature. Le minime toccheranno i 3-4 gradi facendo piombare la città in pieno inverno.

Continua a leggere

Attualità

Telecamere tenute a distanza e funerali blindati a Ischia

Pubblicato

il

Si annuncia come una giornata di tensione oltre che di dolore quella che è iniziata a Ischia oggi in occasione dei primi funerali delle vittime della frana di Casamicciola. Il familiari delle vittime hanno chiesto alle autorità di tenere a distanza telecamere e fotografi e di potre vivere il proprio dolore nella forma più privata possibile. La richiesta di privacy è arrivata nelle ultime ore e a farse portavoce è stato il sindaco di Lacco Ameno, Giacomo Pascale. “Cari concittadini, cari isolani, col cuore distrutto comunico che domani sarà lutto cittadino. A nome delle famiglie, assieme al Commissario Calcaterra, chiediamo alla stampa di tenere spente le telecamere e ai fotografi di non scattare foto, nel rispetto di quanti piangeranno i propri cari. Domani la professione deve cedere il passo al rispetto e al dolore di quanti hanno rifiutato i funerali di Stato proprio per stringersi in forma più ristretta”. 

“L’esposizione a mezz’asta delle bandiere esposte presso la sede comunale, gli uffici pubblici e gli edifici scolastici in segno di lutto. La sospensione di ogni attività degli esercizi commerciali e degli uffici pubblici dalle ore 10,45 alle ore 12,45 mentre saranno in corso le esequie delle giovani vittime; la sospensione delle attività didattiche di tutte le scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale; che i cittadini, le istituzioni pubbliche, le organizzazioni, le associazioni e i titolari delle attività private di ogni genere ad esprimere, per l’intera durata della cerimonia funebre, la propria partecipazione al lutto nelle forme ritenute più opportune in segno di raccoglimento e rispetto; sono vietate le attività ludiche, ricreative ed ogni altro comportamento che contrasti con il lutto durante le esequie” ha scritto Pascale. 

Continua a leggere

campania

Napoli. Tragedia in mare la barca colpisce gli scogli, muoiono 2 napoletani

Pubblicato

il

Due giovani napoletani sono rimasti uccisi in un incidente in barca. L’imbarcazione,  di circa 8 metri, è finita contro alcuni scogli nel mare della Maddalena, vicino all’isola delle Bisce tra Caprera e Porto Cervo.  L’allarme alla Capitaneria di porto è stato lanciato da un’imbarcazione dopo lo spaventoso boato. A perdere la vita Tommy Di Chello, 38 anni, della provincia di Napoli e Giacomo Botte di Napoli. I due feriti – uno dei due è campano – sono ricoverati all’ospedale di La Maddalena, policontusi, con gravi ferite e in stato di choc.  Secondo una prima ricostruzione dell’incidente, i quattro si trovavano su un motoscafo e stavano rientrando da una battuta di pesca. 

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy