Resta sintonizzato

campania

Napoli. Aiuti “negati” ai clochard, polemica D’Angelo-Trapanese tra accuse e smentite

Pubblicato

il

Quello sgombero di clochard nella Galleria Umberto, che molti – soprattutto per le polemiche successive – ricordano come uno dei primi passi dell’amministrazione Manfredi, non deve evidentemente aver risolto il problema. Le successive parole dell’assessore al Welfare Luca Trapanese hanno provocato malumori nella maggioranza. “Le associazioni di volontariato fanno del bene, ma creano anche danni – ha detto Trapanese a Repubblica – Non ho paura di dirlo. Se c’è gente che continua a dar da mangiare, fornire supporto ai clochard, è chiaro che i senza dimora non se ne andranno mai dalle stra-de. Parole che a Sergio D’Angelo di Napoli Solidale proprio non sono piaciute. “Individuiamo il serio rischio di una deriva pericolosa per le politiche sociali a Napoli, dopo aver letto l’intervista all’assessore al Welfare del Comune di Napoli Luca Trapanese”, spiega il consigliere comunale. Si tratta per D’Angelo di “parole che destano grande preoccupazione, se chi ha già perso tutto perde anche il diritto all’assistenza. Il problema non sono i poveri, i senza fissa dimora, ma le condizioni che spingono un essere umano a lasciarsi andare e vivere per strada. Così come il problema non è costituito dal volontariato, ma dall’insufficienza delle politiche sociali”.

Parole che a Sergio D’Angelo di Napoli Solidale proprio non sono piaciute. “Individuiamo il serio rischio di una deriva pericolosa per le politiche sociali a Napoli, dopo aver letto l’intervista all’assessore al Welfare del Comune di Napoli Luca Trapanese”, spiega il consigliere comunale. Si tratta per D’Angelo di “parole che destano grande preoccupazione, se chi ha già perso tutto perde anche il diritto all’assistenza. Il problema non sono i poveri, i senza fissa dimora, ma le condizioni che spingono un essere umano a lasciarsi andare e vivere per strada. Così come il problema non è costituito dal volontariato, ma dall’insufficienza delle politiche sociali”.E in effetti Luca Trapanese è ritornato sul discorso. Pur non utilizzando il termine ‘rettifica’, ha specificato diversamente il suo pensiero attraverso un video pubblicato sui social. “Tengo tantissimo al tema dei senza fissa dimora – sono state le parole dell’assessore – so bene che in strada ci sono persone disperate, senza lavoro, casa, famiglia, persone che non riescono a ricominciare. Per i prossimi tre anni abbiamo impegnato 25 milioni di euro, aumentato i posti letto nei dormitori, le unità di strada, migliorato i servizi alla persona. Gran parte del Pnrr è incentrato sulla povertà. È un tema che dobbiamo affrontare con delle risposte concrete”. “È emerso però – ha poi spiegato entrando nel merito della questione – un problema in commissione Politiche sociali, cioè la mancanza di coordinamento delle associazioni di volontariato che instancabilmente, ogni giorno si occupano di dare pasti alle persone in strada. 

E – sempre sui social – Trapanese ha anche risposto direttamente a D’Angelo: “Caro Sergio D’Angelo non diamo spazio a strumentalizzazioni. Nessuno ha chiesto di non dare più pasti. Anzi, abbiamo chiesto semplicemente un coordinamento per evitare sprechi e risorse. E soprattutto essere in sintonia con tutte le attività che l’amministrazione sta mettendo in campo”. Mi sono limitato a commentare il virgolettato di Repubblica. Sulla necessità di coordinare tutte le risorse disponibili nulla da eccepire”.

campania

San Giuseppe Vesuviano. 49enne arrestato per rapina in tabaccheria, impegnati nell’indagine

Pubblicato

il

A San Giuseppe Vesuviano i Carabinieri della locale stazione hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Nola su richiesta della locale Procura nei confronti di Luigi Langella*, 49enne del posto già noto alle forze dell’ordine. L’uomo è gravemente indiziato di aver rapinato lo scorso 18 ottobre, armato di pistola, una tabaccheria a via Croce Rossa della cittadina di San Giuseppe Vesuviano per la somma di circa 2.500 euro.

Le indagini dei militari, effettuate con informazioni raccolte dai testimoni presenti e le analisi dei sistemi di videosorveglianza, hanno permesso di individuare il 49enne e di perquisire la sua abitazione dove sono stati rinvenuti e sequestrati gli abiti verosimilmente utilizzati per compiere la rapina. Prezioso il contributo nelle indagini da parte dei Carabinieri della sezione fonica, audio-video e informatica del Ris di Roma per la comparazione dei tratti somatici del 49enne. L’arrestato è stato trasferito nel carcere di Poggioreale.

Continua a leggere

campania

Scampia. Sequestri di armi e munizioni durante un servizio di controllo

Pubblicato

il

Stanotte gli agenti del Commissariato Scampia, durante il servizio di controllo del territorio, hanno effettuato un controllo in uno stabile di via Francesco Bacone dove hanno rinvenuto, in un’intercapedine tra il muro e il vano ascensore, una pistola semiautomatica modello 315 con matricola abrasa e 5 cartucce cal. 6.35 nonché altre 9 cartucce dello stesso calibro che sono state sequestrate.

Continua a leggere

campania

Porta Nolana. Sorpreso con un pc rubato, viene denunciato.

Pubblicato

il

Ieri sera gli agenti del Commissariato Vicaria-Mercato, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in via Raffaele Conforti hanno notato alcune persone confabulare tra loro; queste ultime, alla vista degli operatori, si sono date alla fuga. I poliziotti hanno raggiunto e bloccato uno dei fuggitivi trovandolo in possesso di un pc portatile risultato rubato.

L’uomo, un 21enne marocchino con precedenti di polizia e irregolare sul territorio nazionale, è stato denunciato per ricettazione, resistenza a Pubblico Ufficiale, ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato e per inottemperanza al divieto di dimora nel Comune di Napoli cui è sottoposto; infine, il pc è stato restituito al proprietario.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy