Resta sintonizzato

campania

Biblioteca Nazionale di Napoli acquisisce una lettera privata del grande poeta Giacomo Leopardi

Pubblicato

il

La Biblioteca Nazionale di Napoli acquisisce un nuovo prezioso autografo di Giacomo Leopardi. Si tratta di una lettera a carattere privato, firmata, del poeta di Recanati, al cugino Giuseppe Melchiorri. Il Ministero della Cultura ha esercitato il diritto di prelazione, assicurandosi l’autografo ed impedendo che venisse venduto a privati. “La Biblioteca Nazionale di Napoli – dichiara la direttrice Maria Iannotti – orgogliosa di essere custode dell’eredità del poeta più amato dagli italiani, è da tempo impegnata, sostenuta dalla Direzione generale Biblioteche del Ministero della Cultura, diretta da Paola Passarelli, in un costante e paziente sforzo di ricognizione per integrare ulteriormente anche il nucleo delle lettere scritte, invece, dallo stesso Leopardi ed indirizzate a letterati, familiari ed amici, delle quali spesso si sono perse le tracce, compromesse dall’avvicendamento degli eredi”.

Si tratta di una lettera autografa firmata e datata Recanati 29 agosto 1823, indirizzata al cugino, il marchese Giuseppe Melchiorri a Roma, in cui si cita la rottura con Visconti, la morte di Papa Pio VII e il successivo conclave. La lettera è stata acquistata ripiegata e imbraghettata nel primo volume dell’Epistolario del poeta, edito da Le Monnier, Firenze, del 1883, edizione in cui la lettera non risulta, quasi a riempire la lacuna. I due cugini sono, infatti, quasi coetanei e grazie alla confidenza acquisita nel corso della frequentazione, durante i soggiorni romani di Giacomo, si confidano opinioni e giudizi. La voglia di condividere dispiaceri e inquietudini, opinioni e giudizi, speranze e delusioni, traspare dalla lettera che si apre con un riferimento allo screzio tra Melchiorri e Visconti ed un bel commento sull’importanza dell’amicizia: “Veramente le amicizie o non si dovrebbero mai stringere, o strette che fossero non si dovrebbero mai rompere. Sono però ben certo e bene persuaso che la colpa in ciò non sia stata vostra”. 

Nella lettera troviamo riferimento, infatti, agli “stamponi” che attengono il lavoro di Leopardi e si riporta la discussione tra due cugini sulla collezione dei classici latini edita da Pomba, editore torinese, tra il 1818 e il 1835, dal titolo “Collectio Latinorum scriptorum cum notis”.

campania

Napoli. Ladri entrano in casa per una rapina radunano padre, madre e i due figli in una stanza per scassinare la cassaforte

Pubblicato

il

Paura a Marano in via Torre Dentice per una rapina in un’abitazione. Quattro persone travisate e armate si sono introdotte nell’abitazione di un 56enne. Dopo aver radunato in una stanza l’intera famiglia (moglie marito e due figli), hanno poi tentato di aprire la cassaforte presente in casa. Tutto sotto minaccia delle armi e con percosse. L’allarme avrebbe però messo in fuga i malviventi. Per le vittime alcune contusioni Indagini in corso ricostruire la dinamica e individuare i responsabili. Sul caso indagano i carabinieri giunti sul posto dopo la fuga dei malviventi.

Continua a leggere

campania

Napoli. Tragico incidente stradale, sgomento tra i residenti per l’incidente mortale

Pubblicato

il

Gravissimo incidente stradale a Quarto, precisamente in via Dante Alighieri, dove Alessandro Sulmonte, 49 anni, ha perso la vita. L’uomo è stato investito da un’auto guidata da un 52enne, mentre attraversava le strisce pedonali e non c’è stato niente da fare per salvargli la vita. Sul posto municipale e i carabinieri della stazione di Pozzuoli per i rilievi di rito.  La salma sarà portata al policlinico di Napoli per il successivo esame autoptico. A Castellammare di Stabia, questa mattina, i carabinieri sono intervenuti in via Brin per un incidente stradale. Feriti un 18enne, che era alla guida della sua moto insieme ad un coetaneo e il passeggero. Non sono in pericolo di vita.

Continua a leggere

Attualità

Studenti in piazza a Napoli, il corteo, partecipato, ha attraversato corso Umberto

Pubblicato

il

Una partecipata manifestazione degli studenti di Napoli e provincia si è tenuta oggi nel centro cittadino per sollecitare le istituzioni ad interventi di messa in sicurezza delle strutture scolastiche. Il corteo ha attraversato corso Umberto. Tra i vari istituti maggiormente nell’occhio del ciclone, al momento, il Marconi di Giugliano con gli studenti senza una sede, e le varie scuole di Ischia dove gli allarmi per il maltempo stanno rendendo difficilissima la prosecuzione dell’anno scolastico.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy