Resta sintonizzato

Cronaca

Napoli, sangue ai Quartieri Spagnoli: ausiliare accoltellato alla gamba da un’automobilista

Pubblicato

il

Sangue ai Quartieri Spagnoli di Napoli, dove un ausiliare del traffico Anm è stato accoltellato alla gamba sinistra da un’automobilista.

Stando ad una prima ricostruzione, l’aggressore era stato multato il giorno prima in via Ponte di Tappia, e proprio in quel frangente aveva minacciato il dipendente pubblico che l’avrebbe aggredito qualora i controlli fossero continuati: “Ti spacco le gambe e la testa, se continui i controlli all’auto e a me”.

Pertanto, il giorno seguente, l’ausiliare è stato raggiunto dallo stesso tra via Toledo e i Quartieri Spagnoli, ed ha ricevuto prima uno schiaffo e poi alcune coltellate alla gamba sinistra, perdendo molto sangue. Immediati i soccorsi di alcuni presenti, che hanno provveduto al suo trasporto all’ospedale Vecchio Pellegrini, dove è stato medicato e dimesso con una prognosi di 10 giorni.

Intanto, gli agenti del Commissariato di Polizia di Montecalvario stanno ora indagando per rintracciare il responsabile. Ecco quanto dichiarato dal deputato Francesco Emilio Borelli sulla vicenda:

“Innanzitutto, esprimiamo la nostra solidarietà all’ausiliare aggredito. Ci auguriamo che l’aggressore possa essere al più presto individuato e condannato. E’ tempo, però, di rimettere le cose a posto. Non è possibile che chi compie il proprio lavoro, in questo caso che si adopera per far rispettare il codice della strada, debba vivere in uno stato continuo di apprensione e ad operare con addosso un certo patema d’animo, mentre poi chi non rispetta le regole e vuol far valere le proprie ragioni con la violenza, la passi quasi sempre franca o se la cavi, comunque, con molto poco. Le normative vanno cambiate”.

Cronaca

Sangue nell’agrigentino, uomo accoltella moglie e figli al culmine di una lite: arrestato

Pubblicato

il

Un vero e proprio dramma quello avvenuto a Cianciana, in provincia di Agrigento, dove una violenta lite familiare è sfociata nel sangue.

Secondo una prima ricostruzione, un uomo di 35 anni avrebbe accoltellato la moglie e il figlio di sette anni e tenuto con sé la figlia più piccola, barricandosi in casa prima di arrendersi ai carabinieri.

Infatti essi sono prima riusciti a convincerlo a consegnare la piccola, per poi trasportare lei e il fratello all’ospedale dei bambini di Palermo per le cure del caso. Ora la bambina è intubata e con un’emorragia cerebrale, sottoposta ad un delicatissimo intervento chirurgico per una coltellata che il padre le avrebbe inferto al torace.

Invece il figlio maggiore è anch’egli in gravi condizioni per alcuni fendenti all’addome e al torace. Infine la madre, di origini polacche, è ricoverata nel vicino ospedale di Ribera, dov’è stata operata e dichiarata dai medici fuori pericolo di vita.

Per quanto riguarda l’uomo, egli si è consegnato di sua spontanea volontà, venendo arrestato per maltrattamenti in famiglia. Pertanto la lite sarebbe scoppiata a seguito della decisione della moglie di volersi separare, che vedrà ora l’uomo doversi difendere dalle accuse di tentato omicidio plurimo e lesioni gravissime.

Continua a leggere

Cronaca

Roma, niente da fare per l’anziana ferita ieri in una sparatoria: aveva 81 anni

Pubblicato

il

Non c’è stato nulla da fare per Caterina Ciurleo, la pensionata di 81 anni ferita alla schiena nel pomeriggio di ieri da un proiettile vagante durante una sparatoria.

La donna si trovava di fronte al centro commerciale di via Don Primo Mazzolari, al Villaggio Prenestino a Roma. Purtroppo l’anziana è deceduta questa mattina presso il Policlinico di Tor Vergata dov’era ricoverata e dov’è stata sottoposta a due interventi chirurgici.

Intanto la Polizia indaga a caccia dei responsabili, fuggiti dopo la sparatoria.

Continua a leggere

Cronaca

Melito, fallito tentativo di rapina alle poste: banditi in fuga

Pubblicato

il

Attimi di paura a Melito, in provincia di Napoli, dove questa mattina due uomini con il volto travisato hanno provato a fare irruzione negli uffici della Posta in traversa Marrone.

Tuttavia il loro tentativo si è rivelato vano grazie al personale di servizio, che accortisi della presenza dei due malviventi all’esterno della struttura, hanno subito bloccato le porte e allertato le forze dell’ordine.

A quel punto i due banditi sono scappati facendo perdere le proprie tracce, mentre la Polizia indaga per risalire alla loro identità e ricostruire la dinamica della tentata rapina.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy