Resta sintonizzato

Cronaca

Omicidio Giulia Tramontano, rinvenuta l’arma del delitto: i dettagli

Pubblicato

il

L’avvocato della famiglia di Giulia Tramontano, Giovanni Cacciapuoti, ha annunciato poco fa che è stata ritrovata l’arma utilizzata da Alessandro Impagnatiello per uccidere la donna e il suo bambino nella loro casa di Senago. Ecco le parole del legale:

“L’arma è stata indicata, è stata repertata, sapremo tutto quanto all’esito”.

In particolare, il sopralluogo degli investigatori è iniziato stamane presso l’abitazione di via Novella. Intanto, ii Vigili del Fuoco e i carabinieri, stanno ora cercando il cellulare di Giulia, che secondo quanto riferito da Impagnatiello sarebbe stato gettato in un tombino alla fermata della metropolitana Comasina, a Milano.

Invece, in uno dei tombini del parcheggio della stazione, sono stati rinvenuti la patente, il bancomat e la carta di credito.

Cronaca

Bambino settenne precipita dal balcone da 9 metri di altezza: è grave al Santobono

Pubblicato

il

Si susseguono incidenti drammatici che vedono coinvolti i bambini. Qualche giorno fa, a Venafro, in provincia di Isernia, un settenne è caduto dal balcone della propria abitazione, da un’altezza di 9 metri. Il bambino è stato ricoverato all’ospedale Santobono di Napoli, dopo i primi accertamenti al Veneziale di Isernia.

Ieri mattina, invece, a Montefalcone nel Sannio, in provincia di Campobasso, una decenne è stata investita e versa in gravi condizioni in prognosi riservata.
La bambina si trova all’ospedale Santo Spirito di Pescara, trasportata in elisoccorso. Secondo alcune testimonianze, sembrerebbe che il conducente che l’ha investita fosse abbagliato dal sole delle prime ore del mattino. L’uomo si è immediatamente fermato sul luogo dell’incidente, in via Cardinale, nei pressi di contrada Sterparo, e ha chiamato i soccorsi gridando per attirare l’attenzione dei parenti della bambina e allertando il 118.

Continua a leggere

Cronaca

Venezia, arrestato l’assessore alla Mobilità Renato Boraso

Pubblicato

il

Blitz della Guardia di Finanza, che nel corso della mattinata odierna ha tratto in arresto l’assessore alla Mobilità del comune di Venezia, Renato Boraso, nell’ambito dell’indagine su reati amministrativi.

Inoltre la casa di Boraso è stata sottoposta a perquisizione, mentre nell’inchiesta sono coinvolte 18 persone a vario titolo e le misure cautelari eseguite sarebbero una decina.

Continua a leggere

Cronaca

Trecase, sequestrate due aziende per lavoratori in nero e carenze strutturali: titolari denunciati

Pubblicato

il

I carabinieri della compagnia di Torre Annunziata hanno effettuato una serie di controlli nelle attività commerciali e nelle imprese. Tant’è che sono state sequestrate due aziende e denunciati i rispettivi titolari, in quel di Trecase (Napoli), per lavoratori in nero e per carenze strutturali.

In una prima azienda, che si occupa di vendita e deposito di legname, i militari hanno denunciato la titolare perché hanno trovato un lavoratore in nero sui due impiegati al momento delle verifiche.

Nella seconda, anch’essa attiva nel campo della lavorazione del legno, i carabinieri hanno denunciato il titolare della ditta individuale in quanto due dei tre lavoratori presenti sono risultati non assunti.

Elevate complessivamente tredici violazioni penali e sei di carattere amministrativo per un importo pari a circa 100.000 euro. Le due aziende sono state sequestrate e chiuse a causa delle gravi le criticità strutturali accertate durante i controlli. 

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy