Resta sintonizzato

campania

Gita fuori porta finisce in tragedia 32enne muore dopo un volo di 80 metri

Pubblicato

il

Lutto a Nocera Inferiore, nel salernitano, per la tragica scomparsa di Elia Caroccia, la ragazza di 32 anni morta in un tragico incidente in Molise. Il dramma è avvenuto domenica 20 agosto 2023, attorno alle 13:30. La giovane è precipitata in una ripida scarpata mentre percorreva un sentiero adiacente il ponte tibetano di Roccamandolfi, in provincia di Isernia. Elia sarebbe scivolata dopo aver perso l’equilibrio, facendo un volo di 80 metri tra rocce e vegetazione. Da quel momento sarebbe scattato l’allarme. Sul posto sono giunti immediatamente i Carabinieri, il soccorso alpino del Cnsas, i Vigili del fuoco e il personale sanitario del 118. I tentativi di recupero – stando a quanto riportato in queste ultime ore – si sarebbero rivelati molto complicati a causa delle condizioni del terreno fitto di vegetazione e a causa della profondità del burrone.

La perdita della giovane Elia, impiegata in un call center a Pompei, ha destato l’intera comunità di Nocera Inferiore. Il primo cittadino Paolo De Maio si è espresso sulla triste notizia, a seguire le sue parole: “L’Amministrazione Comunale e la città tutta di Nocera Inferiore si stringono alla famiglia Caroccia per la tragica scomparsa della giovane Elia. Ci uniamo al loro dolore, nella speranza che Elia possa riposare in pace.”  Tantissimi i messaggi di cordoglio e di vicinanza alla famiglia su Facebook. “A volte il destino è crudele – scrive Michela – ti ha portata via giovanissima. Eri una bella persona, ora sarai l’angelo più bello in paradiso, veglia sui tuoi genitori…( riposa in pace piccola Elia).

Ieri mattina la mamma di Elia Caroccia, accompagnata dal fratello e dal figlio Salvatore, ha raggiunto l’ospedale di Isernia dove è situato il corpo della vittima. Questa mattina – scrive l’edizione odierna de Il Mattino – il medico legale, indicato dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Isernia, effettuerà l’ispezione del cadavere per determinare le cause del decesso. La Procura non ha aperto un’inchiesta, ma solo un fascicolo e al momento sarebbe esclusa l’autopsia. Le indagini sono state affidate ai militari dell’Arma di Cantalupo del Sannio. Emmidio Ventre, amico di famiglia, ha dichiarato: “Un sentiero del genere dovrebbe avere una staccionata di protezione. Ho visto le immagini da Google e mi sembra che sia a strapiombo”. Intanto procedono ulteriori indagini su quanto successo domenica scorsa, potrebbero seguire aggiornamenti sui fatti.

campania

Piazza Carlo III, 14enne accoltellato da un gruppo di coetanei, ferito anche l’amico del 14enne

Pubblicato

il

Una lite tra giovanissimi è sfociata nel sangue. Nella serata di ieri, 17 settembre, un ragazzino di 14 anni è finito al Pronto Soccorso con una coltellata nel fianco. Stando a quanto appreso nelle ultime ore, la vittima sarebbe stata ferita in piazza Carlo III, nel centro di Napoli, durante un litigio di gruppo. Il ragazzino è stato soccorso dal 118 e poi trasportato in ospedale. Il minore non è in pericolo di vita e i medici hanno escluso lesioni gravi.

L’aggressione sarebbe arrivata durante una lite nata per futili motivi. Pare che anche l’amico del 14enne sia stato ferito con un pugno nel mezzo della discussione. I due ragazzini non hanno fornito ulteriori dettagli sulla dinamica e sull’identità degli aggressori. Intanto gli agenti della Polizia di Stato stanno indagando sull’episodio di violenza. Sarannno utili, inoltre, le immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza installate in zona. Seguiranno aggiornamenti.

Continua a leggere

campania

Terribile lutto sconvolge il liceo Umberto, Giuseppe era figlio di un operatore scolastico del liceo

Pubblicato

il

Un giovane studente del liceo Umberto di soli 17 anni è morto stroncato da un malore. Giuseppe G. frequentava la quarta c ed era il figlio di un operatore scolastico del liceo, come spiega Il Mattino. Sgomento tra i compagni di classe per la prematura dipartita causata da un infarto fulminante che non gli ha lasciato scampo.

Continua a leggere

campania

Ordigni contro un negozio, spari su bar e centro scommesse, criminali in azione nella notte.

Pubblicato

il

Due episodi criminosi sono avvenuti nella notte a Boscoreale. Un ordigno è esploso, intorno alle 2.30 del mattino davanti all’ingresso di un negozio in Piazza Sant’Anna. L’esplosione ha danneggiato la serranda dell’attività e due auto parcheggiate in strada. Indagini in corso per chiarire dinamica e matrice. Nessun ferito. Intervenuti sul posto i carabinieri della sezione radiomobile e quelli del nucleo investigativo di Torre Annunziata.

Poco prima i carabinieri della stazione di Boscoreale sono intervenuti in via Giovanni della Rocca per l’esplosione di colpi d’arma da fuoco. Sconosciuti avrebbero esploso dei colpi di arma da fuoco contro due attività commerciali: un bar e un centro scommesse. Rilievi a cura dei militari del nucleo investigativo di Torre Annunziata. Rinvenuti 6 bossoli cal. 7.65mm. Non ci sono feriti, indagini in corso per chiarire dinamica e matrice evento.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy