Resta sintonizzato

Giugliano

Giugliano, la consigliera Lucia Iodice aderisce a Più Europa

Pubblicato

il

GIUGLIANO IN CAMPANIA – “È con grande piaceresi legge da una nota diramata dall’on. Luigi Cirillo, consigliere regionale di Più Europa, Bruno Gambardella, coordinatore campano e Rosario Mariniello, componente della Direzione Nazionale che oggi accogliamo Lucia Iodice nel nostro partito. Il nostro impegno politico vive fuori e dentro le istituzioni: questo è un momento importante per la nostra comunità perché l’adesione di un consigliere comunale di un centro così importante della nostra regione dimostra il buon lavoro che Più Europa sta facendo sul territorio e a livello nazionale. Con Lucia Iodice in Consiglio Comunale e nel gruppo di Più Europacontinua la notail nostro partito si conferma attento alla città di Giugliano, che ha diversi esponenti negli organismi nazionali del partito”.

Rispetto all’amministrazione guidata dal sindaco Pirozzi, invece, Più Europa conferma la propria posizione nell’ambito del centrosinistra: “Il nostro partito – si legge dalla nota – pur non avendo partecipato alla competizione elettorale amministrativa, sostiene coalizioni riformiste, europeiste e liberali. Siamo pronti – conclude la nota – in maniera non aprioristica a confrontarci atto per atto sulle attività dell’amministrazione guidata dal sindaco Pirozzi”. 

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Giugliano, controlli serrati al campo rom di via Carrafiello: lancio di bottiglie contro gli agenti

Pubblicato

il

Intensificati i controlli in una delle zone di Giugliano in cui le problematiche non cessano. Al campo rom di via Carrafiello, sei veicoli sono stati posti sotto sequestro.

Durante i controlli serrati, gli agenti sono stati più volte accerchiati, costringendo il contingente dell’Esercito a intervenire. A un certo punto, come protesta, sono state lanciate bottiglie di vetro contro il personale in servizio.

Nonostante le tensioni, le attività sono proseguite senza sosta, portando a ulteriori verbali e denunce. “Non ci faremo intimidire da queste azioni di disturbo”, dichiara il Comandante Nacar. “Continueremo a esercitare pressione contro tutte le forme di illegalità nel Campo Rom.”

Continua a leggere

Cronaca

Investe e uccide il cognato, si giustifica così: “E’ scivolato sotto la mia auto ed è rimasto incastrato”

Pubblicato

il

Al magistrato ha raccontato di essere stato minacciato dal cognato con un coltello mentre si trovava in macchina e che, dopo una sua accelerata per sfuggire all’ira del 70enne, l’uomo sarebbe poi scivolato sotto la sua vettura rimanendovi incastrato. Luigi Palumbo, 85 anni, dopo un primo momento di totale confusione ha raccontato la sua versione dei fatti di quanto accaduto l’altra sera. Versione che però per ora non ha trovato riscontri oggettivi. Di quel coltello infatti non c’è traccia.

L’unica certezza in questa storia è la morte del 70enne Francesco Trinchillo, investito da Palumbo in via Carrafiello, in quel di Giugliano (Napoli). I fatti martedi sera intorno alle 19 in una zona a ridosso della fascia costiera, poco abitata e frequentata. Palumbo si era recato proprio lì dove si trova un suo fondo agricolo confinante con l’abitazione del cognato. Secondo la sua ricostruzione il 70enne lo avrebbe avvicinato sul lato destro della vettura e lo avrebbe minacciato con un coltello. L’uomo avrebbe brandito l’arma mentre l’85enne avrebbe proseguito la sua corsa in macchina. In quel momento sarebbe scivolato rimanendo incastrato sotto la vettura. A chiamare i carabinieri è stato lo stesso Palumbo.


(fonte: ilmattino.it)

Continua a leggere

Cronaca

Giugliano, vicini di casa si massacrano di botte con spranghe di ferro per un cancello lasciato aperto

Pubblicato

il

“Hai lasciato il cancello aperto”, il richiamo fatto da un 67enne e un 20enne, padre e figlio, al vicino 55enne, in un condominio di vico Simeone a Giugliano in Campania.

Ma la richiesta non è stata ben accolta dal 55enne, tant’è che si sarebbe rapidamente passati agli insulti e poi alle mani tra calci e pugni da una parte e dall’altra, nel pianerottolo e poi nell’abitazione di padre e figlio. La rissa è poi ancor più degenerata con mazze e spranghe entrate in scena.

Sul posto sono giunti i carabinieri della sezione radiomobile di Giugliano, allertati da diverse chiamate al 112. I militari hanno ritrovato una mazza di legno e due spranghe di ferro sporche di sangue. I 3 soggetti sono stati prima medicati, per le ferite riportate, poi denunciati per rissa aggravata.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy