Resta sintonizzato

Cronaca

Camorra, è morta Rosetta Cutolo: era la sorella del boss della NCO

Pubblicato

il

Domenica Rosa Cutolo, meglio nota come Rosetta, si è spenta all’età di 89 anni. La donna era la sorella del boss della NCO Raffaele Cutolo, e ricoprì il ruolo di reggente del clan durante le lunghe detenzioni del fratello, gestendone gli introiti economici.

Pertanto, il 12 settembre 1981 ella scampò all’arresto, quando la Polizia fece irruzione nel castello mediceo di Ottaviano dove abitava, nel quale era in corso un vertice con esponenti della NCO e con un esponente della Dc.

Da allora si diede alla latitanza, fino a che non decise di costituirsi nel 1993, per scontare una pena di 9 anni e 7 mesi per associazione mafiosa. Tuttavia, una volta uscita dal carcere, tornò a vivere ad Ottaviano.

Cronaca

Rapina a mano armata fuori l’Università di Napoli, scena ripresa in un video da una studentessa

Pubblicato

il

Rapina a mano armata nei pressi dell’Università di Monte Sant’Angelo a Napoli. E’ successo questo pomeriggio, intorno all’ora di pranzo.

E’ stata una studentessa dello stesso ateneo a documentare con un video l’accaduto. Il rapinatore ferma un’automobilista, sottraendogli cellulare e orologio. Gli altri studenti – ivi presenti – si sono allontanati prontamente una volta vista la pistola tenuta in mano dal rapinatore.

Continua a leggere

Avellino

Aggredita, minacciata, rapinata coppia avellinese sull’Altopiano del Laceno: arrestato 30enne napoletano

Pubblicato

il

Una coppia di coniugi avellinesi, in gita sull’Altopiano del Laceno, è stata vittima di una rapina messa in atto da un 30enne, originario di Napoli, già noto alle forze dell’ordine. La coppia è stata dapprima aggredita e poi minacciata con un coltello.

Il marito della donna è rimasto lievemente ferito ad un braccio.
Sua moglie ha allertato le forze dell’ordine; i militari hanno rintracciato il rapinatore che nel frattempo si era dato alla fuga. Il coltello è stato sequestrato e l’uomo trasferito in carcere ad Avellino.
   

Continua a leggere

Cronaca

“Spegni la sigaretta”, 47enne aggredisce guardie giurate al Cardarelli di Napoli: arrestata

Pubblicato

il

Nella scorsa notte, all’ospedale Cardarelli di Napoli, è stata segnalata un’aggressione nei confronti di due guardie giurate. Sul posto sono giunti gli agenti del Commissariato Vomero.

Gli agenti hanno potuto accertare che una donna, dopo essere stata invitata dagli operatori alla sicurezza a spegnere la sigaretta, che stava fumando all’interno del Pronto Soccorso, aveva iniziato dapprima ad inveire contro di loro per poi aggredirli fisicamente finché non è stata bloccata.
La donna, identificata per una 47enne napoletana, era già sottoposta agli arresti domiciliari; per tali motivi, è stata tratta in arresto per evasione, lesioni personali e resistenza ad un incaricato di pubblico servizio.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy