Resta sintonizzato

Cronaca

Calcioscommesse, Tonali si autodenuncia: avrebbe scommesso anche sul Milan

Pubblicato

il

Il caso calcioscommesse si arricchisce di nuovi particolari, visto che dopo Nicolò Fagioli che ha patteggiato sette mesi di squalifica e 5 mesi di pene alternative, anche Sandro Tonali ha deciso di autodenunciarsi, ma nel suo caso la squalifica potrebbe essere più lunga.

Infatti, nel corso dell’interrogatorio di ieri presso la Procura Federale, il centrocampista del Newcastle avrebbe ammesso non solo di aver scommesso sul calcio ma anche sul Milan, la sua ex squadra, circostanza che aggraverebbe di molto la sua posizione.

Tuttavia, la violazione contestata a Tonali non sarebbe quella dell’illecito sportivo, ma resterebbe nel recinto dell’articolo 24 del Codice di Giustizia Sportiva, che punisce i giocatori che scommettono sul calcio con una pena minima di tre anni.

Pertanto, qualora venissero confermate le puntate sul Milan, la sanzione iniziale della Procura sarebbe di sicuro superiore ai tre anni e poi, visto che il ragazzo si è mostrato collaborativo e se quello che ha detto verrà confermato dalle indagini, potrebbe godere di alcune attenuanti. Perciò, si ipotizza che la sua pena sia di circa 12 mesi di squalifica sul campo e 6 di prescrizioni alternative come Fagioli, visto che ha anch’egli dichiarato di essere ludopatico.

Cronaca

Venezia, arrestato l’assessore alla Mobilità Renato Boraso

Pubblicato

il

Blitz della Guardia di Finanza, che nel corso della mattinata odierna ha tratto in arresto l’assessore alla Mobilità del comune di Venezia, Renato Boraso, nell’ambito dell’indagine su reati amministrativi.

Inoltre la casa di Boraso è stata sottoposta a perquisizione, mentre nell’inchiesta sono coinvolte 18 persone a vario titolo e le misure cautelari eseguite sarebbero una decina.

Continua a leggere

Cronaca

Trecase, sequestrate due aziende per lavoratori in nero e carenze strutturali: titolari denunciati

Pubblicato

il

I carabinieri della compagnia di Torre Annunziata hanno effettuato una serie di controlli nelle attività commerciali e nelle imprese. Tant’è che sono state sequestrate due aziende e denunciati i rispettivi titolari, in quel di Trecase (Napoli), per lavoratori in nero e per carenze strutturali.

In una prima azienda, che si occupa di vendita e deposito di legname, i militari hanno denunciato la titolare perché hanno trovato un lavoratore in nero sui due impiegati al momento delle verifiche.

Nella seconda, anch’essa attiva nel campo della lavorazione del legno, i carabinieri hanno denunciato il titolare della ditta individuale in quanto due dei tre lavoratori presenti sono risultati non assunti.

Elevate complessivamente tredici violazioni penali e sei di carattere amministrativo per un importo pari a circa 100.000 euro. Le due aziende sono state sequestrate e chiuse a causa delle gravi le criticità strutturali accertate durante i controlli. 

Continua a leggere

Cronaca

Terni, condisce la pasta con olio motore: grave un 50enne

Pubblicato

il

“Incredibile, ma vero”, come si suol dire. E’ il caso di un uomo di 50 anni circa che, preso dalla fame e probabilmente indaffarato tra i fornelli – forse alle prime armi in cucina – ha ingerito olio motore, rimanendo ovviamente intossicato.

L’ipotesi è che avesse finito il condimento vegetale, il classico olio extra vergine di olive, optando per il vischioso unguento utilizzato per le parti meccaniche di un veicolo.

Una bella tolla di lubrificante da motore, chissà se si trattasse di 5W30, 15W40 o altro. Ciò che non cambia è il risultato: l’agente chimico ha evidentemente infiammato la gola, arrecando danni a stomaco e intestino. Il ricovero in ospedale è stato d’uopo.


(fonte: ternitoday.it)

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy