Resta sintonizzato

Economia e Finanza

Le mani delle Mafie sul PNRR, dal rapporto della DIA: “Aumenta il fenomeno di infiltrazione nell’economia legale”

Pubblicato

il

“Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR, ndr) rappresenta un importante pacchetto di investimenti e riforme attualmente in corso di implementazione. A causa dell’alto valore complessivo dei finanziamenti coinvolti, sussiste il rischio che le organizzazioni mafiose possano manifestare interesse per tali fondi, aumentando il fenomeno di infiltrazione nell’economia legale”.

Lo si legge nella Relazione semestrale della Direzione investigativa Antimafia relativa all’attività svolta nei primi sei mesi del 2023.
Si aggiunge che “le richieste di avvio istruttoria antimafia PNRR sono state 11.890 a livello nazionale e 8 si sono concluse con esito positivo, ovverosia con l’adozione di provvedimenti interdittivi antimafia”.

La relazione evidenzia che le organizzazioni criminali, da tempo impegnate ad adattarsi ai cambiamenti socio-economici e ad infiltrarsi nell’economia legale, hanno “implementato le capacità relazionali sostituendo l’uso della violenza, sempre più residuale ma mai ripudiato, con strategie di silenziosa infiltrazione e con azioni corruttive”.

Continua a leggere
Pubblicità

Economia e Finanza

Istat, cresce il tasso di inflazione a Napoli: incremento prezzi 1,5% rispetto allo stesso mese del 2023

Pubblicato

il

I prezzi al consumo sono cresciuti a Napoli nell’ultimo mese dello 0,1%, con una leggera risalita del tasso tendenziale annuo di inflazione che si attesta all’1,5 annuo contro l’1,3 dell’anno precedente: un livello che è quasi il doppio della media nazionale registrata negli ultimi dodici mesi (0,8%).

A trainare gli aumenti il settore alimentare (+3,4% in un anno) e i servizi alberghieri e di ristorazione (+5,1 rispetto allo stesso mese del 2023).

(fonte: Ansa)

Continua a leggere

Attualità

Arera, in Italia quotazioni del gas tra le più alte in Europa

Pubblicato

il

Nel 2023 i mercati del gas naturale hanno mostrato segnali di riequilibrio dei prezzi dopo un periodo di shock per la crisi energetica in Europa.

Il prezzo al Psv (Punto di scambio virtuale) in Italia si mantiene superiore a tutti gli altri, a 42,9 euro/MWh con un differenziale rispetto al Ttf di 2,4 euro/MWh.

Lo afferma la relazione annuale dell’Arera indicando 40,5 euro/MWh al Ttf (Paesi Bassi) e 41 euro/MWh al The (Germania).
L’Autorità spiega che i prezzi spot del gas hanno registrato un notevole calo dovuto principalmente a due inverni miti consecutivi, ma la “nuova normalità” li fa rimanere superiori alle medie storiche.

Continua a leggere

Attualità

Sviluppo Industria turistica, Intesa San Paolo rinnova l’impegno con 10 miliardi di euro di nuovo credito

Pubblicato

il

Saranno presentate domani a Giardini Naxos, nel Messinese, le nuove misure dedicate allo sviluppo dell’industria turistica da parte di Intesa San Paolo, la cui finalità è quella di affiancare la crescita delle imprese del settore e cogliere le opportunità previste da Pnrr e iniziative ministeriali.

La prima banca italiana rinnova il proprio impegno per il turismo con 10 miliardi di euro di nuovo credito, di cui 3 miliardi destinati alle aziende del Mezzogiorno, che si aggiungono a circa 9 miliardi di liquidità già erogati al comparto dal 2020.

L’intervento si inserisce tra le leve previste nel programma “Il tuo futuro è la nostra impresa” della divisione Banca dei Territori guidata da Stefano Barrese, che destina 120 miliardi di euro fino al 2026 per gli investimenti delle aziende italiane e dedica un sostegno specifico al Turismo e all’Agribusiness, settori strategici per l’economia del Paese.

Secondo il Rapporto Srm Intesa Sanpaolo, nel 2024 si prevede nel Mezzogiorno il pieno recupero delle presenze turistiche. Rispetto al 2019 il dato è stimato in crescita del 2,8% per un totale di quasi 89 milioni di notti trascorse.

Nel contesto europeo, il turismo meridionale è ben posizionato ma con ampi margini di miglioramento.
Dall’analisi su 98 regioni dell’area UE4 (Italia, Spagna, Francia e Germania) tre regioni del Sud (Sardegna, Campania e Puglia) sono tra le prime 30, e la Sicilia è trentunesima, per livello di competitività turistica e ben 6 comunque sono sopra la media europea. Ci sono spazi per crescere sia in termini quantitativi che qualitativi.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy