Resta sintonizzato

POLITICA

Torre Annunziata, “Gay nei forni crematori”: il candidato sindaco del centrodestra Carmine Alfano prova a scusarsi

Pubblicato

il

Era finito nella bufera dopo gli audio, pubblicati dall’edizione online dell’Espresso, nei quali pronuncia frasi offensive, sessiste e discriminatorie verso i gay, per i quali evocava i “forni crematori”.
“Condanno e respingo ogni forma di discriminazione per ragioni di orientamento sessuale. Non ho mai, e ripeto mai, espresso giudizi né valutato il modo di essere di una persona sulla base del suo orientamento sessuale. Le frasi riportate dall’Espresso le ho dette in un contesto di estrema goliardia ed hanno un significato sarcastico, paradossale e clamorosamente inverosimile, senza l’intenzione di offendere qualcuno”. E’ la replica del candidato sindaco del centrodestra al ballottaggio a Torre Annunziata,  Carmine Alfano.

A Torre Annunziata si vota domenica e lunedì prossimi per l’elezione del nuovo primo cittadino, a due anni dal commissariamento prefettizio a seguito dello scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni camorristiche. L’altro candidato, espressione del centrosinistra, è Corrado Cuccurullo.

Continua a leggere
Pubblicità

Politica

Verso scioglimento consiglio comunale dell’Avellinese: c’è lo zampino dell’ex parroco promesso sposo

Pubblicato

il

Avviato allo scioglimento il consiglio comunale di Chiusano San Domenico, in provincia di Avellino, dove quaranta giorni fa era stato rieletto sindaco con 1.300 voti Carmine De Angelis, dirigente di Forza Italia e vice coordinatore regionale del partito.

Sei consiglieri comunali, tra eletti in maggioranza con la lista “Chiusano Bene Comune” hanno protocollato le rispettive dimissioni insieme ai tre consiglieri comunali della lista “Liberazione per Chiusano”, 162 voti, guidata dall’ex parroco don Antonio Romano.

È stato proprio l’ex sacerdote, che nel febbraio scorso rese nota la decisione di lasciare l’abito talare perché innamorato di una donna del posto che presto sposerà, a dare la notizia:
“Abbiamo unito le forze per rovesciare il primo cittadino e l’attuale amministrazione: chi semina vento raccoglie tempesta”.
L’ex parroco annuncia anche che non si ricandiderà, “Quello che desideravo l’ho già ottenuto”, e di aver aderito al partito Democrazia Sovrana e Popolare.

De Angelis, che nei prossimi giorni avrebbe presentato in consiglio comunale le dichiarazioni programmatiche allarga le braccia, commentando le dimissioni dei tre consiglieri comunali della sua maggioranza.


(fonte: Ansa)

Continua a leggere

Attualità

Emilio De Vizia è il nuovo presidente di Confindustria Campania

Pubblicato

il

Emilio De Vizia, 54 anni, imprenditore irpino del settore dei montaggi e manutenzione di impianti industriali, è stato eletto Presidente di Confindustria Campania per il biennio 2024/2026.

Nato a Montefusco (AV), imprenditore di seconda generazione di un’azienda di famiglia che nasce alla fine degli anni sessanta a Torino, grazie all’intuizione del papà Vincenzo e dello zio Carmine.

L’Azienda, partecipa alla costruzione degli Stabilimenti più prestigiosi dell’industria Nazionale, degli anni 70 e 80, quali quelli automobilistici della FIAT di Piedimonte San Germano (Fr), Termini Imerese (Pa), Val Di Sangro (Ch), Flumeri (Av) Pratola Serra (Av) Melfi (Pz) e dell’Alfa Romeo di Pomigliano d’Arco (Na) partecipa, inoltre, al montaggio di Acciaierie, di Centrali elettriche e Nucleari in Italia e all’estero, sono sue le realizzazioni Brasiliane della FIAT a Belo Horizonte. Nella metà degli anni settanta fondano le aziende Tecnostampi e Lima Sud nel settore metalmeccanico automotive nella zona industriale di Avellino. In particolare, la Lima Sud, ancora di proprietà della famiglia, realizza cerniere per auto con oltre 100 dipendenti e 16 milioni di fatturato. Fin dal 1995 inizia a ricoprire ruoli di vertice in tutte le aziende del gruppo.

A partire dal 2001 assume la completa gestone commerciale ed operativa del Gruppo che, nel frattempo, ha diversificato ulteriormente le proprie attività, entrando nel settore dei servizi in favore dei grandi impianti industriali e degli Enti Pubblici, i servizi riguardano le attività di logistica, conduzione e manutenzione impianti, pulizie, e servizi ambientali, ponendosi ai vertici delle aziende private del settore, con oltre 200 milioni di euro di ricavi e circa 2000 dipendenti.

A fine 2020 lascia tutte le cariche nelle Aziende di famiglia, per intraprendere una autonoma attività nel settore della costruzione e gestione di Impianti di produzione di energia e combustibili da fonti rinnovabili e/o rifiuti con impianti attivi in Campania, Basilicata, Friuli e Puglia, oltre a diverse iniziative imprenditoriali in fase di realizzazione. Presidente di Confindustria Avellino dal 14 dicembre 2020. Tra le priorità del programma annunciate dal nuovo Presidente c’è la revisione dello Statuto, “finalizzata a superare le difficoltà manifestatesi negli scorsi mesi”.



(fonte: ilmattino.it)

Continua a leggere

Attualità

Fabio Ciciliano verso la nomina di capo della Protezione civile al posto di Curcio

Pubblicato

il

Fabio Ciciliano, commissario straordinario di governo per Caivano, dovrebbe essere nominato oggi capo del Dipartimento della Protezione civile nazionale, incarico ricoperto dal 2021 da Fabrizio Curcio.

La nomina, confermano fonti dell’esecutivo, è attesa nel Consiglio dei ministri convocato alle 17.30.

Napoletano classe 1972, Ciciliano, a quanto si apprende, manterrebbe l’incarico di commissario per Caivano fino alla scadenza del mandato, fissata a metà settembre, quando verrà individuata una soluzione per continuare il progetto di contrasto al degrado nel Comune alle porte di Napoli. Non è escluso, riferiscono le stesse fonti, che a quel punto a seguirlo sia direttamente la Protezione civile.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy