Resta sintonizzato

Attualità

“Leone d’Oro”, premiata la scorta di Catello Maresca. Per la ristorazione, lo Chef Raffaele di Scala della ‘Tana del Coniglio’ di Villaricca

Pubblicato

il

La splendida cornice del Palazzo della Regione Veneto ha ospitato la cerimonia di premiazione del Leone d’Oro, un evento che ha celebrato l’eccellenza italiana in vari settori, dall’imprenditoria allo sport, dalla cultura alla solidarietà.

Il presidente del Leone d’Oro, Dott. Sileno Candelaresi, ha saputo assortire un mix di talenti e personalità di spicco da tutta Italia, rendendo la cerimonia un evento memorabile. La madrina della rassegna e conduttrice della serata è stata la brillante attrice Luz Adriana Sarcinelli, nota anche per i suoi successi come docente universitaria e autrice del libro “Quanto vale la libertà”.

Tra le figure istituzionali presenti, l’Avv. Maurilio Prioreschi, Presidente del Gran Premio Internazionale di Venezia, e l’Ing. Dott. Francesco Vannozzi, Presidente del Leone d’Oro Foundation, hanno sottolineato l’importanza di riconoscere e incentivare l’eccellenza italiana. Il Prof. Nazaro Pagano, Dott. Catello Maresca, Luciano Moggi e Dott. Andrea Bagnoli, rispettivamente presidenti del Leone d’Oro per l’imprenditoria, la legalità, lo sport e la solidarietà, hanno partecipato attivamente alla consegna dei premi.

Gli ospiti d’onore della serata hanno aggiunto ulteriore prestigio all’evento. Il celebre artista internazionale Bob Sinclar, il dirigente sportivo ed ex calciatore Roberto Bettega e il versatile ex giornalista della Rai e artista Ferruccio Gard hanno ricevuto il Leone d’Oro per i loro straordinari contributi nei rispettivi campi.

Il riconoscimento è stato esteso anche a figure di spicco come Mario Bassano, Mauro Conti e Vincenzo Caso, mentre la Targa del Leone d’Oro è stata conferita all’urologo Dott. Marco Serrao e al manager di artisti internazionali Fabrizio Perdomi, per il loro indiscusso impegno e dedizione.

Un momento particolarmente toccante è stato la consegna della prestigiosa Pergamena per Meriti Professionali alla scorta del Magistrato Catello Maresca. Il Tenente Colonello Andrea Fegatelli, il Maresciallo Capo Antimo di Fuccia, il Maresciallo Ordinario Raffaele Cimmino, il Maresciallo Ordinario Gregorio del Prete, il Maresciallo Claudio Galli e l’Appuntato Scelto Antonio Ardito sono stati riconosciuti per il loro coraggio e sacrificio.

Anche il mondo della ristorazione ha avuto il suo momento di gloria. La coordinatrice Cav. Concetta Bianco ha proposto la nomina di importanti personalità del settore, che sono state unanimemente approvate come Cavalieri della cucina italiana nel mondo: Rosa Barbato, Mariano Assini, Alessandro Camelio e Raffaele di Scala. Il titolo di Star Chef Golden Lion è stato conferito a Franco Valentino e Fabio Patron, mentre la prestigiosa pergamena per meriti professionali è stata assegnata allo chef Rosario Avolio.

La cerimonia di premiazione al Palazzo della Regione Veneto ha rappresentato un trionfo di eccellenza italiana, celebrando il talento, l’impegno e la dedizione di uomini e donne che, con il loro lavoro, contribuiscono a rendere grande il nostro Paese.

Continua a leggere
Pubblicità

Attualità

Referendum Autonomia, martedì raccolta firme a piazza Municipio

Pubblicato

il

Entra nel vivo anche a Napoli la campagna referendaria per l’abrogazione della legge sull’Autonomia differenziata.
Martedì 23 luglio, alle ore 18 in piazza Municipio, il comitato referendario costituito in città, di cui fanno parte Cgil, Uil, le forze politiche che hanno sottoscritto il quesito referendario e le associazioni ed i movimenti de “La Via Maestra”, terrà un primo evento pubblico nel quale verranno illustrate le ragioni del “no” alla legge Calderoli e verranno raccolte le firme a sostegno del referendum. Ci sarà tempo entro la fine di settembre per raccogliere e depositare le 500mila firme necessarie in Cassazione per l’indizione del referendum popolare, con l’obiettivo di andare alle urne nella primavera del 2025.

Continua a leggere

Attualità

Assegnato porto di Napoli alla Ocean Viking

Pubblicato

il

Le autorità italiane hanno assegnato il porto di Napoli alla Ocean Viking, che ha a bordo 55 migranti soccorsi in due distinti interventi in area maltese.

“Il Mediterraneo – accusa Sos Mediterranee – continua ad essere svuotato dalle navi ong che cercano di riempire l’enorme vuoto lasciato dagli Stati europei”.

Continua a leggere

Attualità

Ischia, Marte trovata morta in una scarpata: forse le è stato fatale un attacco epilettico

Pubblicato

il

Marta Maria Ohryzko, la 33enne ucraina trovata morta dai carabinieri domenica mattina in una scarpata di una zona collinare di Barano d’Ischia, potrebbe essere stata uccisa da un attacco epilettico.

La donna si era allontanata sabato sera dalla roulotte in cui viveva con il compagno, il russo Ilia Batraklov, ed era caduta da un pendio di un paio di metri d’altezza mentre percorreva una stradina isolata di campagna, rompendosi una caviglia.

Sono state molto probabilmente proprio le conseguenze di una crisi epilettica a causarne la morte: la donna senza nessuno ad aiutarla avrebbe subito un forte rigurgito che di fatto l’avrebbe soffocata.
A conferma di questa tesi la mancanza di segni di violenza recente sul corpo anche se sarà l’autopsia a certificare la causa ufficiale della morte della donna che, secondo le indagini dei carabinieri di Ischia, avrebbe comunque subìto violenze dal compagno da almeno due anni.
Batraklov intanto resta in carcere: per l’uomo 41enne, che ha dichiarato di aver cercato Marta durante la notte e di averla trovata ancora viva ma dicendole di restare a dormire nella scarpata, è stato confermato il fermo disposto dalla Procura di Napoli per maltrattamenti con l’aggravante di avere commesso il fatto in danno di una persona con problematiche psichiatriche (Marta era in cura presso il centro di salute mentale isolano) con crudeltà e con esiti mortali.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy