Il partito politico Vox Italia, nella figura dell’avv. Marco Mori, esponente del direttivo Vox Italia, ILLUSTRA LE MISURE ECONOMICHE EMERGENZIALI CHE IL GOVERNO È TENUTO A METTERE IN CAMPO, MISURE CHE TUTTI I CITTADINI DEVONO PRETENDERE DAL GOVERNO:

1) Helicopter Money: accredito di un’ingente somma (si pensa a 10.000 euro) una tantum erogata ad ogni maggiorenne italiano (inclusi gli stranieri “regolarmente” residenti in Italia), senza distinzione reddituale o professionale. La Banca Centrale può creare dal nulla questi soldi che possono essere accreditati ai cittadini sui loro conti correnti. L’importo complessivo sarà meno di 500 miliardi, una somma di poco conto se pensiamo che negli ultimi anni la Banca Centrale Europea ha creato dal nulla circa 3000 miliardi di euro per salvare e finanziare le banche. La somma “una tantum” di cui sopra andrà a sostituirsi al pagamento di tutti gli stipendi pubblici e privati che saranno quindi sospesi per tre mesi. Inoltre, i licenziamenti saranno vietati. A fine periodo, in caso di proroga dell’emergenza la misura sarà reiterata per altri tre mesi. I versamenti non corrisposti saranno ritenuti effettuati ai fini del conseguimento dei trattamenti previdenziali;

 2) Sospensione di mutui e finanziamenti di ogni genere e specie. Le banche commerciali saranno sostenute per il danno subito direttamente dalla Banca Centrale Europea senza limite di spesa e fino a fine emergenza;

 3) Cancellazione per il 2020 di tutte le imposte dirette ed indirette di qualsiasi genere specie, sia locali che nazionali. Quindi, zero tasse per tutto l’anno 2020;

4) Cancellazione obblighi contributivi per l’anno 2020 anche per le professioni a gestione separata dall’INPS;

5) Pagamento diretto da parte della Banca Centrale dei canoni di locazione abitativi e commerciali regolarmente registrati fino a fine emergenza. Quindi, vanno sospesi tutti gli affitti che saranno pagati dalla Banca Centrale accreditando i soldi sui conti correnti dei titolari che le saranno indicati;

6) Risarcimento dei maggiori danni subiti da attività commerciali e professionali, risarcimenti da valutarsi a fine emergenza e sempre attraverso la creazione di denaro da parte della Banca Centrale (denaro che – lo ricordiamo – si può creare dal nulla).

Se l’Unione Europea e la Banca Centrale rifiutassero di sostenere con moneta creata dal nulla le misure indicate bisogna avviare quanto prima un percorso di fuoriuscita dalla gabbia dell’Unione Europea, e le stesse misure dovremmo farle in lire.

Dovremmo iniziare a preparare il nostro sistema di pagamenti che oggi non abbiamo perché i bonifici avvengono nel circuito del SEBC e dovremmo iniziare a stampare lire.

VOX ITALIA non chiede l’elemosina ma chiede il massimo per sostenere il popolo italiano.

LASCIA UN COMMENTO